27 aprile 2009

Arte e moda vanno a braccetto

Andy Warhol
Prima di essere conosciuto come padre della Pop Art, Andy era un illustratore pubblicitario e artista commerciale per marchi fashion come Barney's, Neiman Marcus, e giornali come Glamour, Mademoiselle e Harper's Bazaar. Le sue illustrazioni di moda delicate e colorate - scarpe divertenti, cappellini chic, e accessori da abbinare - ci mostrano come sapesse trarre ispirazione da qualunque oggetto quotidiano. Andy ebbe anche un suo show, chiamato "Andy Warhol's fashion", una serie di dieci show a proposito del mondo fashion di Ny. Il primo show era intitolato "Modelle e fotografi", e i primi tre show vennero girati da Bloomingdale. Il resto venne girato anche tra la comunità di artisti di Ny, e all'apertura di nuovi club in centro a NY.
YSL e il suo abito Pop art
Mondrian dress, 1965
Nel 1966, con la collezione "Pop Art", YSL mostra l'influenza dell'arte nelle sue creazioni.
Dali'
Da artista poliedrico quale era, Dali non si limito' mai all'arte soltanto. Creo' mobili, gioielli, profumi, sculture. Negli anni 30, lavoro con Coco Chanel, poi con la rivale Elsa Schiapparelli. Ha anche collaborato con Vogue. Le sue opere sono esposte nel museo privato "Spazio Dali". Disse : "Vestirsi è un modo per combattere il trauma, il più grande trauma di tutti: essere nati". spilla
abito dal museo Dali
Dali e Elsa Schiaparelli
Elsa era molto vicina alla comunità di artisti del tempo, come Duchamp, picasso e Stravinsky, e specialmente ai surrealisti, e questo la porto' a collaborare con Dali'.
Lobster dress, 1937
Semplice abito di seta bianca con cintura cremisi. Fu indossato da Wallis Simpson per un servizio fotografico con Cecil Beaton al castello di Candé, poco prima del suo matrimonio con Edward VIII.
Tear dress, 1938, collezione Circus
Skeleton dress, 1938
Elsa Schiaparelli
Harlequin dress, a destra, ispirato alla Commedia dell'arte, primavera 1939.
Il tema di arlecchino venne ripreso poi da altri artisti, come Man Ray e Pablo Picasso.
Elsa Schiaparelli e Jean Cocteau
Nel 1937 Elsa collaboro' con Jean Cocteau per creare un cappotto (sopra) e una giacca per la collezione autunnale. Sul cappotto sono rappresentati due visi che si guardano, creando l illusione di un vaso da fiori. Sulla giacca c'è il viso di una donna, con i lunghi capelli biondi che scendono sulla spalla e la sua mano che accarezza la vita di chi indossa la giacca.
De Chirico

2 commenti:

  1. quando hai scritto questo post ancora non ti leggevo!
    vorrei possedere tutto quello che c'è in questo post, accidenti.
    ho visto i due orecchini-quadretti al guggenheim di venezia, sono uno spettacolo..chiederò a mio fratello mezzo artista di farmeli :D

    c.

    RispondiElimina
  2. Gli orecchini però sono di Yves Tanguy, non di Dalì! Un regalo per Peggy Guggenheim.

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB