7 luglio 2009

Pierre Cardin - Le Palais Bulles

Sulla sinistra, la televisione del 1971, a forma di occhio e che si può muovere in tutte le direzioni
On the left is the original television from 1971 which is shaped like an eye and can move in all directions.
Guardando sul mare, una cascata di morbide curve del colore delle rocce appare nell'angolo di Theoule-sur-Mer: il Palazzo delle Bolle, questo capolavoro di architettura sembra appartenere ad un altro mondo.
Situato nella città di Theoule-sur-Mer, la casa guarda sul Mediterraneo e le scoglliere rosse di Esterel, con un panorama che arriva fino alla baia di Cannes.
Nel 1970, Pierre Cardin si innamorò dell'architettura sferica di Antti Lovag. Quest'uomo ha radicalmente cambiato la visione dell'architettura e del living design. Eliminando le linee rette, è ritornato ai modi di vivere tradizionali, adattandosi alla morfologia umana. Da quando fu creato, divenne la scena di party di tutta la scena sociale europea.
Non c'è bisogno di mobili da giardino, panchine e tavoli sono intagliati nella pietra. L'ampia stanza panoramica principale si apre all'esterno con ampie finestre e molte aperture nei muri. Può contenere 350 persone. I mobili sono parte della collezione di Pierre Cardin. La tappezzeria e le sedie, per esempio, sono disegnate da lui.
L'interno del Palazzo delle Bolle è un insieme di corridoi, stanze e prospettive. A Pierre piace paragonarlo alle forme del corpo di una donna. In ogni stanza, le aperture all'esterno sono state attentamente create per giocare con la luce e il paesaggio naturale.
"La mia intenzione era di costruire una casa, e si pensava che questo fosse un posto dove si potesse trovare un'architettura capace di sorprendere il mondo", disse Pierre.
Al Palazzo delle Bolle, l'eccentricità dell'architetto copre 1200 metri quadri. Accanto a un anfiteatro da 500 posti che ospita eventi culturali e feste, la casa ha una stanza di accoglienza, una lounge panoramica e 10 suites, tutte disegnate da artisti contemporanei. Fuori, una piscina e il giardino formano un'area di 8500 metri quadri.
I lavori cominciarono nel 1975, per finire nel 1989.
Pierre Cardin ha detto "qui, ho trovato un posto che mi permette di incorporare quello che ho sognato e collezionato, possibilmente per un museo futuro. Di certo in 10 o 15 anni avrà una grande risonanza culturale e di design".
Overlooking the sea, a cascade of soft curves in the colors of the rocks appear in the corners of Théoule-sur-Mer: the Palais Bulles, with its windows glittering in the sun, this architectural masterpiece seems to belong to another world.
Located in the town of Théoule-sur-Mer, the house overlooks the Mediterranean Sea and the red cliffs of the Esterel, with a panorama stretching to the bay of Cannes. In the 1970s, Pierre Cardin literally fell in love with the architecture of spherical and sensual shapes by architect Antti Lovag. Antti Lovag has radically changed the vision of architecture and design of living space. By eliminating the right lines, he has adapted the life of human morphology, returning to traditional ways of living (caves, cave houses, etc.) Ever since it was created, it has become an infamous hang-out and late night party scene of the European social scene.
No need for garden furniture, benches and tables are carved into the stone.The wide panoramic main room opens to the outside with large windows and several openings in the ceiling and walls. It can accommodate up to 350 people. The furniture is composed of parts of the collection of Pierre Cardin. Tapestry and chairs, for example, are designed by Pierre Cardin.
The interior of the Palais Bulles is a maze of corridors, rooms and round prospects. Pierre Carding likes to compare it with the sensual shapes of the body of a woman. In each room, the openings to the outside world have been carefully created in order to play with light and the natural landscape
"My intention was to build a house, and it was thought that this was the place where one could find an architecture that could surprise the world," he says. And without any question, entering the futuristic Palais Bulles is an experience of a life time.
At the Palais Bulles, the eccentricities of Lovag Antti cover 1 200 m². Besides a 500-seat amphitheater which hosts various cultural events and parties, the house itself has a reception room, a panoramic lounge and 10 bedroom suites, all designed by contemporary artists.
Outside, a pool, ponds and garden form an area of 8 500 m².
In 1975, Antti Lovag started the work on Le Palais Bulles for Pierre Cardin which took until 1989 to complete. Pierre Cardin has said "Here, I found the place that allowed me to incorporate what I had dreamed and collected, possibly for a future museum. It is certain that in 10 or 15 years it will have great cultural design resonance".

0 commenti:

Posta un commento



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB