20 agosto 2009

BOWLING’S STYLE

Negli Usa il bowling arriva con i coloni olandesi nel 1600 e nel 1895 viene istituito l’America bowling congress. Da allora le regole del bowling rimarranno più o meno immutate; quello che cambierà profondamente è invece la cultura popolare che lo circonda e soprattutto la moda.
I primi bowlers che si sfidano al The White Elephant, aperto nel 1901, appartengono all’élite, e adottano uno stile formale: cappello, gilet e cravatta. E il bowling diventa luogo esclusivo, frequentato dalla upper-class newyorkese. Durante la Grande Depressione il bowling diventa una delle poche attività accessibili alle masse e gli abiti rimangono infatti sobri per uomini e donne.
Il ventennio dagli anni 40 fino alla fine degli anni 60 è decisamente la golden age di questo sport: nel 1947 (le donne allora portavano giacche,gonne, camicie, calze trasparenti; gli uomini camicia, cravatta e gilet abbottonato), addirittura viene installata una pista a due corsie nel seminterrato della Casa Bianca, il che legittima il bowling come passatempo nazionale senza discriminazione di razza, di sesso o status sociale. Proprio quell’anno, lo stesso in cui Christian Dior introduce il New Look, cambia anche l’estetica del bowling:gonne attillate al polpaccio, giacche abbottonate fino al collo. E vengono modificate anche le tradizionali scarpe di cuoio, che diventano bicolori bianche, rosse o blu, mentre per gli uomini rimane obbligatoria ancora la cravatta.
Negli anni 50, grazie al boom economico, i vestiti sulle piste diventano pratici e comodi, ma allo stesso tempo particolari. Ecco che nelle bowling alley si vedono le primissime poodle skirts, gonne ampie con applicazioni e patchwork divertenti per le ragazze, maglioncini colorati, capelli raccolti a coda di cavallo, vedi pellicole hollywoodiane come “Grease”, o “American Graffiti”. Gli uomini cominciano a indossare le famose camicie da bowling a maniche corte.
Negli anni 60, con il diffondersi della rock&roll culture e l’emergere della flore child generation, anche la moda del bowling si adegua ai tempi. E’il boom dello stile giovanilistico: minigonna scozzese a pieghe, calzettoni al ginocchio, twin set o cardigan, indossati volentieri anche dagli uomini, fans del casual.
Tra gli anni 60 e 70 il bowling viene raffigurato nelle prime trasmissioni Tv: si afferma una moda psichedelica, fatta di colori sgargianti, ruffles, camicie larghe e pantaloni a zampa d’elefante. Metà degli anni 90 il bowling è protagonista di commedie cinematografiche come “Il grande Lebowski”, e il revival dello stile rétro riporta questo passatempo in cima alla lista delle preferenze collettive

0 commenti:

Posta un commento



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB