27 settembre 2010

Short MFW for dummies and my meeting with The Sartorialist part 2

Ok gente, una premessa. Milano è una città assurda. A chi non importa niente di moda, la settimana della moda provoca (giustamente) solo disgusto e ribrezzo. La città è invasa da isterici che cercano disperatamente di intrufolarsi a shows, feste, luoghi giusti. Che dite? Io sono una di quelli? :) Dunque, sono arrivata a Milano Sabato, perchè insomma, c'è pieno di feste e dovrei stare a Parma? Già mi sono persa Venerdì sera, grave errore. Party di Versace e Pink is Punk ai Magazzini Generali, NON AVETE IDEA DI CHI FOSSE LA. TUTTI. Serata leggendaria, dicono i miei amici. vabeh. Comunque, Sabato sera, scortata dai miei fashionable amici, siamo andati dritti dritti al party di Moschino. Inviti ovviamente zero, conoscenze tante. La serata è stata preceduta da una presentazione della linea Cheap and Chic, e poi musica e bere gratis (per cosa si va alle feste, altrimenti?- beh, io per guardare la gente vestita bene)
Matti, Armela, Luca e Ale
Festa così così, stavano tutti in piedi a fare i ganzi.
Giorno dopo, i miei soliti giretti:
mostre!
A Palazzo Reale ci sono due esposizioni interessanti: Maurizio Cattelan e Salvador Dalì. Per Dalì c'era la fila fino in piazza già la Domenica mattina, Cattelan invece non se lo filava nessuno, dunque sono prontamente andata. L'esposizione però non merita, ci sono solo 3 opere (tra cui il papa colpito da meteorite, davvero impressionante), non si possono fare foto,
e poi c'è una stanza solo con foto delle sue opere. Beh... comunque, a me Cattelan piace moltissimo, e pensare che non è nemmeno conosciutissimo, in Italia.
Ci sono altre due mostre molto carine a Milano, a cui andrò domani (si, devo tornare in città), poi vi dirò. Mi sono poi dedicata ai miei giri per negozi...
La vera cosa per cui sbavo non sono i vestiti, sono le riviste di moda internazionali. Le vorrei tutte.
Apertura di Gap e Banana Republic prevista per Dicembre!
H&M e Zara sono stati molto deludenti. H&M ha i soliti stracci (gli stivaletti di cui vi ho parlato avevano una forma strana, e si vedeva che erano super cheap), Zara questi colori che odio (ecrù, beige, taupe, grigiastro). Ah, però i cappotti di H&M non sono niente male! Sono rimasta piacevolmente (Oddio, la Ferragni mi attacca sto aggettivo) colpita. Ora, non comprateli che sono di carta e vi fanno più freddo che caldo, ma niente male.
Oysho aveva degli zoccoli con pelo interno molto molto carini e caldi. Ma niente numeri 37. Accidenti! Non è che avete un Oysho sotto casa, vero?Amiche, se qualcuna di voi me li trovasse...
In piazza c'erano i preparativi per un evento, ma che ne so. Dopo essere stata in giro per ore ed ore con scarpe senza calze, i miei piedi erano DISTRUTTI. Ho segni rossi ovunque, non posso indossare scarpe chiuse per i prossimi 10 giorni. Ma perchè?? Fortuna una mia amica è arrivata in soccorso con plimsoles. E io che faccio la figa con i tacchi... passeggiando con le mie amiche in via Tortona, ho riconosciuto per la strada Cécile, del blog L'armadio del delitto! (http://larmadiodeldelitto.blogspot.com/ ). L'ho prontamente bloccata per salutarla, e mi ha parlato con un merrraviglioso accento francese. Che belli i francesi che parlano italiano! Le mie amiche erano un po stranite ("Ma come hai fatto a riconoscerla? Le blogger sono proprio una cricca"), haha.
Dopo una giornata distruttiva (e non molto costruttiva, l'unico posto dove dovevo andare, Hoepli, era chiuso), a casa.
E la sera...
Ferragamo!
Gente, quella era la vera festa, l'evento clou della settimana (così mi hanno detto). L'evento era all'interno del palazzo della Borsa di Milano
questa foto è stata scattata dopo la festa, voi NON AVETE IDEA della quantità di gente che affollava le scale alle 23.30. Tutti che urlavano per attirare l'attenzione di amici/gente all'ingresso, ed entrare. Pieno di gente chiccosa, ma anche fighetti orrendi. Ovvio, tutti odiosi, appollaiati sulle scale a mandare "ciaooooo!"falsissimi. La moda è bella, ma sti ambienti fanno proprio schifo,abbiamo concordato noi gente semplice. Ehm, però alla festa ci volevamo entrare eccome! Il problema? Troppa gente all'interno, non un buco per altri. Io già rassegnata ad andare a casa, e che fanno le mie amiche? Approfittano di un momento di distrazione dei buttafuori, aprono il cordolo di barriera, e 200 persone si riversano all'interno! HAHAHAHA.
la scultura di Cattelan temporaneamente nella piazza antistante il palazzo
Il rave (come l'ha definito Garance Dorè)
il dj era il fratello di Tatiana di Santo Domingo, che infatti ho riconosciuto (io sola, credo. E' la fidanzata di un Casiraghi, io ho una cultura su queste cose). La foto è tratta da Style.com, pare che ci fossero super celebs alla festa (ho visto solo Giovanna Battaglia, con il figlio di Carine Roitfeld).
Phonz e Arme E in tutto questo cosa mi dimentico? Ah si, di parlarvi di THE SARTORIALIST!
Dunque, dopo il mio incontro con Scott Schuman, un anno fa, ci siamo tenuti in contatto, o meglio, lui mi scrive quando viene in Italia. Le ultime volte però non c'ero, questa volta invece si. Dunque, appuntamento per fare una foto. Peccato che non riusciamo a trovare un orario, perchè la comunicazione tra noi non funziona. Io sto quasi per rinunciare, ma lui mi scrive mails su mails tipo "I don't wanna miss you now that I'm here in Milan" (giuro!)... Domenica lo chiamo sul numero che mi ha dato, e mi risponde un'italiana, che mi dice "è una settimana che ricevo messaggi in inglese e chiamate per questo Scott, non so chi sia". ORRORE! Ha dato a tutti un numero sbagliato e non lo sa! Come lo contatto ora?? Desolata, corro a casa (a Milano) e gli mando una mail, che chissà quando leggerà, e io non posso stare a Milano 4 giorni a fare nulla...
La sera però lo incontro con Garance al party di Ferragamo e (molto brilla) gli corro incontro spiegandogli del numero di telefono e tutto. A quanto pare, il suo numero americano è esattamente uguale ad un italiano, ma con il magico prefisso 001, risponde lui. Ops.
Comunque, mi da appuntamento per il giorno dopo al suo hotel...
Hotel Moschino!
L'hotel è bellissimo, vedeste (avrete visto le foto sul web). E' proprio dietro 10 Corso Como.
Arrivo e c'era Garance con lui, venivano dalla sfilata di Cavalli (un po disgustati). Lei aveva questo cappello, dei pantaloni larghi, il suo anello di Repossi e dei tronchetti. Sinceramente, non mi piace come si veste.
Ma chi sono io per dirlo.
Comunque, saliamo nella LORO CAMERA! Io stavo male, immaginatevi.Lui mi apre tutte le porte e mi da sempre la precedenza (ascensore, camera), e si scusa per il disordine. Io lancio occhiate furtive in giro (molte giacche nell'armadio, ballerine di Celine per lei, All Star per lui- e credo abbiano lo stesso numero!).
In camera c'è un'assistente, la loro roba tutta in giro, e i pc accesi sui rispettivi siti, haha. Girano voci sul fatto che non sia più lui a curare il suo blog, non è affatto vero, nei 10 minuti che abbiamo passato in camera l'ha controllato 2 volte.
Scott Schuman è adorabile. Abbiamo chiacchierato di sfilate, mi ha chiesto quali sono state le mie preferite, chi aspetto di vedere a Parigi, mi ha fatto vedere qualche sua foto, era tutto contento perchè aveva fatto un video a Taylor Swift per i suoi bambini... neanche ci conoscessimo!
Era veramente interessato a quello che dicevo, davvero adorabile. Poi mi ha guardata (ero vestita come nella prima foto, quella in nero con il collettino) e ha guardato la mia valigia, dicendo: "vediamo cosa hai portato". Panico. Io non ho nulla, la valigia era piena di abiti che ho portato alle mie amiche a Milano all'andata, al ritorno vuota. C'era sono un cambio, cose che non avevo nemmeno in programma di mettere. Indovinate cosa ha scelto? Scartato senza pietà il collettino, indosso l'altro outfit (nel suo bagno, dove addocchio un Vogue), lui mi sistema e usciamo a scattare. Presente le foto che vedete di gente che attraversa la strada, che parla al telefono, che ride con aria naturale? Sono costruite. Abbiamo fatto foto in 3 o 4 situazioni, e lui giù a complimentarsi di come sono belle le mie mani quando mi scosto i capelli, che collo lungo che hai... ahh Garance, donna fortunata...
Poi mi chiede se ho bisogno di un taxi, mi bacia, mi dice: "let's keep in touch, ciao bella!" e sale in hotel. Io mi cambio i tacchi con un paio di mocassini, e me ne vado saltellando (o meglio, arrancando). Sono contenta :)
Ed eccomi qui, back to reality (e a mia nonna che inorridita mi insegue cercando di tagliare i "ciuffi" di jeans degli shorts). Tranquilli, non ero vestita così per gli scatti con Scott (Ormai siamo intimi, lo chiamo Scott!- scherzo, lo chiamo Mr Schuman).
Dopo tutta questa fatica, ho deciso di farmi un regalino su cui stavo riflettendo da parecchio...
In barba ai consigli di tutti, e dico tutti quelli che mi conoscono, che mi hanno detto NON COMPRARLI, ho comprato gli occhiali limited edition di Prada. E sono contentissima! Chissenefrega di avere occhiali neri, ne ho gia un paio e sono stufa. Con i miei nuovi Prada vedo tutto rosa (contornato di rosa, ma avete capito), li ho solo io, danno un tocco di twist ai miei look noiosi, e sembro un po matta. :) Sono soddisfatta! I Persol li comprerò poi, tanto quelli ci sono sempre.
Quest'anno svolta nel mio guardaroba. Continuo con il second hand e il vintage, ma basta bassa qualità, davvero. Ho eliminato mille paia di scarpe, e continuo ad averne 70 paia. Ma come ho fatto ad accumularne così tante?? Matti mi ha sgridata, ha detto che ho solo stracci, e ha ragione, devo smetterla di comprare cose inutili. Credo che sarà contrariato da questi occhiali, per niente basic statement! Matti fai uno strappo per me!

22 commenti:

  1. Giulia sei una grande!!! Davvero tu e le tue amiche siete riuscite ad imbucarvi da Ferragamo?!? Mitiche!!!

    Ma le foto di Sartorialist sono gia' sul suo sito???
    Io ho visto Scott e Garance venerdi' mattina, uscendo dalla sfilata di Moschino (hai ragione, non piace per niente nemmeno a me come si veste lei!) e ovviamente non mi ha cagata di striscio :-D
    Ero ferma vicino a lui per attraversare al semaforo e pensavo "ti prego, fotografamiiii!!!"
    Macche', nada!
    Per fortuna che mi avevano fotografata un po' di giornaliste giapponesi prima di entrare alla sfilata e quindi non mi sono avvilita piu' di tanto!!!
    Comunque l'hotel Moschino e' pazzesco, troppo bello!

    RispondiElimina
  2. Ehi... scatti di MrSartorialist e festa di Ferragamo a parte... la mostra di Dalì l'hai quindi saltata? Io non vedo l'ora di andare, sto solo aspettando che la settimana della moda finisca, non sarebbe produttivo.

    RispondiElimina
  3. e le tue foto made in Schuman quando le possiamo ammirare? appariranno sul suo blog random? pare che questa settimana sia stata davvero interessante.. chissà, il prossimo anno magari, anche se non sono esattamente il tipo da dimenarsi per intrufolarmi alle sfilate.. ma alle feste, quelle sì!

    RispondiElimina
  4. Luca è il fratello di un mio compagno di corso!!!

    RispondiElimina
  5. Caspita Giulia, complimenti! Credo faccia piacere incontrare persone famose come Scott Schuman che si dimostrano gentili e interessati a te e a quello che dici. E poi tu rimani così come sei senza perdere la tua verve e la tua semplicità.
    P.S.: Non penso che Cattelan sia sconosciuto. Semmai il suo nome, ma le sue opere hanno avuto un alto richiamo nei giornali. Poi vabbé Dalì è Dalì.

    RispondiElimina
  6. Haha solo a te capitano queste cose (e a ripetizione!), sei fantastica!
    E' stato proprio buffo incontrarci per caso (e dici alle tue amiche che nemmeno io ho avuto un secondo di esitazione per riconoscerti)! Spero che la prossima volta saremo meno di corsa e prenderemo un caffè insieme (anche con Scott?)

    RispondiElimina
  7. accidenti non vedo l'ora di vedere le foto fatte da Scott (io ti ho scoperta proprio grazie alla tua foto su the sartorialst, che cecile aveva linkato sul suo blog!).
    immaginavo cmq che le foto fossero costruite, e non ci vedo nulla di male, anzi... ben vengano, se sembrano spontanee e naturali!

    ah... se vuoi posso cercarteli io gli zoccoli pelosi, ci sono ben 2 oysho a bologna... mai dire mai! lunedì ci guardo e ti faccio sapere ok?

    RispondiElimina
  8. qualche anno fa sono capitata per caso a Milano nella settimana della moda...un caos inebriante!!! ;)

    RispondiElimina
  9. ok, sappi che un carico mostruoso di invidia verde smeraldo si sta riversando su di me dopo aver letto del tuo incontro con "Scott". Detto questo, se non sbaglio sei l'unica blogger italiana a essere stata fotografata da Lord Schuman,giusto? Alla faccia di chi ha 15000 visitatori al giorno...;)

    V.

    www.oohlala-blogshop.blogspot.com

    RispondiElimina
  10. "Ecrù, beige, taupe, grigiastro" hai elencato i miei colori preferiti... do you still love me?

    Vedi che Mr Schuman ci vede lungo...

    RispondiElimina
  11. Lo so Sarinski, infatti volevo citarti! A parte che prima di te non conoscevo il colore ecrù...
    punkie saresti gentilissima!
    no, alla fine Dalì non sono andata. Ma avevo già visto cose sue, all'estero, e comunque sta a Milano per mesi, no?

    RispondiElimina
  12. ^.^

    Allora te la racconto bene: écru, non ecrù... va beh tanto i stess... :p

    Sì, resta fino al 30 Gennaio, hai tutto il tempo. Pure io, per vedere se riesco a bruciare qualcosa... che personalità detestabile.

    RispondiElimina
  13. Da dove cominciare??
    1 Il party di Ferragamo sembra davvero fico,
    2 Le scarpe con fiocchi mi piacciono assai, le hai "customizzate" tu?
    3 Occhiali promossi, vedremo se ti doneranno più dell'insalata;)
    4 Anch'io amo Cattelan ed ero pronta a venire a Milano, ma se è così spoglia lascio stare..
    5 Il tuo incontro con Scott, invidia, tanta invidia e vogliamo al più presto vedere il risultato!

    RispondiElimina
  14. Adoro le tue sottili allusioni alla tipa creo-scarpe-sono-figa-e-stilista
    XD

    Cmq ti sto apprezzando molto e la penso come te su molte cose. Mi fa piacere sapere che ci sono persone che se ne intendono di moda ma restano semplici e originali :)
    Continua così!

    RispondiElimina
  15. Allora vediamo....avevo gia commentato il tuo blog qualche anno luce fa.
    Nel frattempo ho continuato a leggerlo ogni santo giorno, perchè insomma la cosa che preferisco in un blog è che ci sia un minimo di contenuto, e in questo sei bravissima.
    Considera che non sono una che si spreca con gli elogi ahahaha
    E in un mondo di blogger che si vantano di aver avuto la prima fila, come si può non apprezzarti dato che sembri rimasta sempre la stessa nonostante i tuoi incontri "altolocati"? ahahaha
    ovviamente, continua cosi.

    G.

    RispondiElimina
  16. Sono arrivata fin qua leggendo il post di Cécile, e... non voglio più andarmene! Ora mi vado a leggere altri tuoi post, sei troppo frizzante, diventerò una tua stalker, lo sento! :D

    RispondiElimina
  17. mi piace il tuo post!! ho trovato questo link da cecile e sono contenta di averlo fatto :)
    tra l'altro sono stra-curiosa di vedere le tue foto fatte da scott ;))

    RispondiElimina
  18. Uao che avventura!
    Anche io ho conosciuto la "strana coppia" a Firenze e devo dire che la mia opinione rispecchia molto la tua, super-carini e disponibili e non ci credo che non curi più il suo blog, il suo è un punto di vista molto personale che emerge sempre, soprattutto quando scrive post non-fashion related.

    RispondiElimina
  19. Se fossi stata al posto tuo mi sarebbe venuto un infarto! Garance e Mr sartorialist ti aprono le porte della loro camera? Mamma che emozione! Mi ha deluso sapere che le foto sono costruite, ero illusa nel credere che fosse in grado di fotografare la perfezione in giro per il Mondo!!! Bellissimo post e bellissimo blog! Valeria
    http://www.luggageandhighheels.blogspot.com/

    RispondiElimina
  20. Devo ringraziare Cecile per aver linkato il tuo blog.
    Hai scritto un post lungo ma mentre leggevo la mia attenzione è rimasta costante anzi, continuavo a leggere con una curiosità crescente e non è una cosa che mi capita spesso :p Quindi tanti complimenti per il tuo modo di scrivere, ti seguo, attenderò con ansia le foto scattate da Mr Scott :)

    A presto, Gemma

    RispondiElimina
  21. Leggo ora questo post pazzesco.Io comunque non avrei mai scritto che rientravano disgustati da Cavalli!!Se fossi stato in lui,leggendo,avrei pensato:"Ma guarda questa cosa scrive!".Però forse ti va bene,che non capisce l'italiano!:)

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB