10 gennaio 2011

Stranezze culinarie ceche e Nutella-dipendenza

In Repubblica Ceca... Si usa lo strutto per cuocere le cotolette alla milanese. Si usa il latte acido per fare le torte (latte acido che dicono ci sia al supermercato,bah). Si mischia lo yogurt con il condensato di latte dolce in scatola, e ne viene fuori uno yogurt dolce. (queste sono un po cose post-guerra, dice mio padre). Non si mangia mai la verdura cosi com'è ma la si mette in una ciotolina con acqua e limone. Niente viene condito con olio, ci sono sempre salse di carne (tipo sul riso) e pezzi di carne su tutto. LA CARNE REGNA SOVRANA. I vegetariani qui non esistono, e se ci fossero verrebbero banditi dalla comunita´ umana per sempre come indegni di vivere. L'AGLIO REGNA PURE SOVRANO. Dimenticatevi i bei tempi in cui digerivate e non dovevate bere ogni 3 secondi. Mischiano sempre l acqua con uno sciroppo dolce, e a pranzo bevono quello o il the caldo. Poi pero´hanno cose che ci sono pure da noi, solo che le chiamano in modo diverso. Le tagliatelle in brodo (vyvar), le cotolette alla milanese (schnitzel), il pure´(stouchany brambory) e la torta paradiso (buchta). Insomma, tutto molto buono, ma dopo 5 giorni non vedevo l'ora di un bel piatto di spaghetti e un'insalatina!! In più ho scoperto una cosa: sono drogata di cioccolato. Non sto scherzando. Ho letto tante volte descrizioni di cosa provano i tossici in astinenza, e ho tutti i sintomi quando non tocco cioccolato per un lungo periodo. Credo la cosa sia nata a Lione, quando una settimana alla Lidl c'era stato uno sconto speciale sulla Nutella, tipo "prendi 3 paghi 2", e presi 3 barattoli da 750 grammi. Mangiati in 7 giorni. Arrivavo a casa e la prima cosa che facevo era sfoderare il cucchiaione e mangiare la Nutella. Mangiavo solo quello, e quando Lukas tentava di stacarmi dal barattolo ringhiavo. La settimana successiva non mi si chiudevano più i jeans, e non l'ho comprata. Tremavo, deliravo, Lukas doveva tenermi ferma. Terribile. Da li non ne ho pià mangiata così tanta, ma una dose quotidiana mi serve per vivere. Non so come ho fatto a resistere 5 giorni senza (Lukas non ha un pezzo di cioccolata a casa), ma vi assicuro ero piuttosto aggressiva. I rimpiazzi tipo torte non funzionano. La prima cosa che ho fatto stasera tornata a casa è stato seccare un mezzo barattolo, senza respirare. Ehm, mi devo preoccupare?

1 commenti:

  1. Hahaha! "Mi chiamo Giulia"- "CIAAAOO Giulia!"- "e non tocco la cioccolata da tre mesi"

    APPLAUSO

    :D

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB