25 gennaio 2011

Un weekend a Firenze

Eccomi qui in ritardo con il piccolo riassunto del mio weekend. Ogni tanto è bello cambiare aria, e ho passato due giorni fantastici dalla mia amica Alice a Firenze. Il mio weekend è cominciato Venerdì sera, con una serata al Pink is Punk a Milano (dove suona come deejay il mio amico Alle). La suddetta serata si è conclusa alle 6 (il deejay è l'ultimo a lasciare il locale), dunque arrivo a casa alle 7.15. Sotto lo sguardo di disapprovazione di mio padre mi lavo la faccia, butto 3 cose in valigia e corro a prendere il treno. Presente quando non hai dormito, la tua voce è più maschile che femminile e vuoi solo buttarti su un sedile e ronfare con la bocca aperta? Ciò non mi è stato possibile, dato che un simpatico napoletano mi ha attaccato un bottone infinito, e si è pure seduto al mio fianco, parlandomi dei locali migliori di Parma, che ovviamente io non conosco, specialmente "quello che mette la techno" (augh). Dopo mezz'oretta sono riuscita a borbottare che volevo fare un pisolino per favore, e mi sono addormentata di schianto (con la bocca aperta e la testa ciondoloni, ovvio).
L'aria gelida di Firenze mi ha subito svegliata. Non c'era freddo, di più. Però che città meravigliosa. Sono già stata a Firenze, ma è sempre un incanto ad ogni angolo. Che mangiate! Ali conosce fin troppo bene tutti i baretti e i viniaioli della città. posticini meravigliosi in cui fare l'aperitivo e mangiucchiare qualcosa. Si comincia, nel mio caso, con tartine alla crema di tartufo e pecorino...
si passa poi a cenette sostanziose (vegetariane, che bontà!)...
... si pranza con focacce con arrosto, crema di tartufo e scamorza (eccomi qui versione "il ritratto della freschezza+estasi da panino")...
.. si ritorna a fare cenette romantiche in posticini deliziosi... insomma è stato tutto un magna magna (e bevi bevi).
Ma ho avuto il tempo di fare altre cosine.
Per esempio sono stata al museo Ferragamo, in centro a Firenze (a palazzo Ferragamo, appunto).
Molto interessante, se vi capita di passare fateci un salto. La mostra permanente si compone di interviste ai componenti della famiglia Ferragamo e a vari dipendenti dell'azienda, di video che documentano la presenza di Ferragamo nel mondo, di scarpe d'epoca e di oggi, di percorsi interattivi, di foto.
Video in cui Stefano Bollani suona il piano e un artigiano realizza una decolletée
le ballerine modello Audrey
Audrey era una grande sostenitrice delle ballerine Ferragamo, e il modello sopra con il cinturino e la suola a conchiglia è stato creato per lei :)
c'erano scarpe bellissime dagli anni 20 in poi-tutte molto innovative
Ferragamo è stato il primo ad utilizzare il merletto nelle calzature
la storica zeppa del 1938 per Jean Harlow (che è stata rifatta, se avete le finanze necessarie per accaparrarvela...).

L'unico lato negativo di Firenze?
Le strade! Sono tutte così, indossare scarpe che non siano piatte è impossibile. Non solo ci sono ciottolini e porfido e quant'altro, è tutto sconnesso e per nulla dritto! Ho faticato tantissimo, con i miei clogs duri.

Per quanto riguarda la parentesi shopping, Firenze non delude. Ci sono tutte i marchi importanti, uno accanto all'altro, i negozi più accessibili, e alcuni negozi con una super selezione
tipo questo (che purtroppo era chiuso)
e ovviamente LuisaViaRoma (scusami Luisa ma 10Corso Como ti batte di gran lunga).

Sul versante vita notturna, ci sono club carinissimi dove si può semplicemente sedere e bere qualcosa con un po di musica in sottofondo, ci sono i pub, le discoteche...ce n'è per tutti i gusti.

Per quanto riguarda l'arte, io avevo una guida d'eccezione- la mia amica studia storia dell'arte e mi ha illustrato tutte le chiese e i monumenti della città. Ogni angolo è un incanto, ogni via ha qualcosa da far rimanere a bocca aperta
(scusate le foto scarsissime, non sono state fatte con intenti artistici).
e per me niente shopping, ma sono tornata a casa con un profumo acquistato in una profumeria bellissima, Dr Vranjes (ce ne sono 2 a Firenze), che vende principalmente profumi per la casa e candele. Finalmente ho trovato una fragranza alla vaniglia che non sia eau de toilette! Ora profumo perennemente di caramella :)

9 commenti:

  1. Che bello il Museo Ferragamo, l'ho visto anche io l'estate scorsa.
    E ho visto anche le scarpe disegnate per Judy Garland in vendita nel negozio... un delirio! Sono meravigliose!!!
    Siccome non si potevano fotografare ma ho piagnucolato un po', non solo alla fine le ho fotografate comunque, ma mi sono anche fatta regalare un catalogo bellissimo con tutti i modelli storici!

    RispondiElimina
  2. Oh,Firenze!Quanto amo questa città. *_* Ci sono già stata due volte con la scuola ma non mi è bastato affatto.
    E' un periodo che becco sempre foto di Firenze,Parigi o Dublino.Mi serve una vacanza!!!

    RispondiElimina
  3. Bellissimo reportage fotografico! Il museo Ferragamo dev'essere incredibile.. In questi mesi c'è una mostra itinerante di Gattinoni, ora è a Roma mi pare!
    Ciao!
    LaJolie

    RispondiElimina
  4. Ohhh che meraviglia!!! Ti invidio tanto, abito troppo lontana per pensare di fare un w-e lampo a Firenze.. :(

    RispondiElimina
  5. Firenze nell'ultimo periodo si sta piano piano pianissimo riaprendo al mondo ed alla vita, ma i fiorentini probabilmente non cambieranno mai. Comunue vada è sicuramente sempre una grande fonte di ispirazione.

    ciao

    RispondiElimina
  6. Sono contenta che ti piaccia Firenze, la adoro anche io anche se, nonostante sia il capoluogo della mia regione, c'è una buona ora e mezza di treno da dove abito io per arrivarci :(
    Peccato però che tu non ci sia capitata qualche giorno più tardi! Sta per cominciare la Vintage Selection che culminerà e terminerà questo weekend, un evento che per una volta vale la pena di esser visitato! Ma ormai siamo già alla 16esima edizione, quindi no problem, non ti perdi niente che non sia ri-visitabile :)
    -Nico-

    RispondiElimina
  7. Non sei stata alla mostra di Damien Hirst?
    A me ne ha parlato il mio ragazzo che ha i parenti a Firenze e mi ha portato una cartolina souvenir,lo adoro come artista,ho visto già una sua mostra a Napoli(a proposito,provo imbarazzo per il classico napoletano tutta techno che voleva attaccare bottone!).
    A parte questo si,Firenze è una città spettacolare,antica e moderna come poche.

    RispondiElimina
  8. che bel post Giulia!
    l'ho trovato estremamente interessante e piacevole.
    M'hai fatto veni' na voglia di tartufo e di ascoltare Stefano Bollani ( un grande !)
    x

    RispondiElimina
  9. Nicoletta: ah lo so! Ma avevo troppa voglia di andare
    Sophie: si volevo andare ma credevo ci fosse solo For the Love of God, o mi sbaglio?
    Fred: grazie mille! Pensavo mi fosse uscito male, le frasi sono tutte sconnesse

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB