19 marzo 2011

Ciao e tanti saluti

Lukas parte. Mia nonna non ha fatto in tempo a sapere della sua esistenza, i miei amici l’hanno a malapena visto, e lui già parte. Gli hanno offerto un lavoro che non si può rifiutare in Repubblica Ceca, dunque se ne va la prossima settimana. Ma questa volta non è come essere studenti spensierati con tanto tempo libero per vedersi, stavolta c’è lui in un paesino sperduto e io che da Lunedì lavoro tutti i giorni, e non si sa se e quando ci rivedremo. Ed ecco che si torna al cinema da soli, alle chiamate su Skype, agli sguardi languidi alle foto sul comodino, al contare i giorni che ci dividono. E sono le 3,30 di notte e non riesco a dormire, e sebbene abbia già annaffiato la sua e la mia camicia e stia qui con gli occhi a zampogna, non riesco a smettere di piangere.
Perché dovete sapere che Lukas non è una persona qualunque. L’ho capito subito, appena è entrato in classe a Lione per ultimo, il primo giorno.
Lukas è quello che quando eravamo solo amici si è fatto Lione-Parma in autostop per venire a trovarmi e poi voleva pure proseguire verso la Slovenia. Lukas è quello che due estati fa si faceva una volta al mese 12 ore di automobile con 30 gradi per venire a trovarmi a Parma. Lukas è quello che per un mio compleanno è venuto a sorpresa a Parma e si è presentato in un negozio dove mi trovavo con una candelina accesa in testa cantando a squarciagola una canzone alla chitarra (in ginocchio davanti a me, davanti a tutti). Lukas è quello che un bel giorno mi chiama dalla Rep. Ceca dicendo che un ragazzo ha rinunciato all’Erasmus a Trento, perciò viene lui,” arrivo tra 5 giorni”, senza nemmeno sapere dove alloggiare (tanto al massimo dormo in macchina). Lukas è quello che quando a St- Tropez tutti ci dicevano che sarebbe stato impossibile trovare una casa, in quattro e quattr’otto ne ha trovata una. Lukas è quello che alle lezioni di italiano a Lione parlava sempre di me, e quando gli hanno chiesto di descrivere questa fantomatica fidanzata ha detto: “è alta, bella e ha gli occhi di Nutella”. Lukas è quello che quando i miei genitori ostacolavano la nostra relazione è venuto a casa mia e ha chiesto un colloquio a mio padre, si è seduto davanti a lui e gli ha detto che mi amava e che voleva stare con me (in inglese, io traducevo). Lukas è quello che mi ha convinta a fare l’autostop e andare al mare a dormire in spiaggia col sacco a pelo, a ballare come pazzi in mezzo ai locali infischiandocene di tutti, è quello che ha imparato l’italiano da quando mi conosce, quello che mi sprona a fare sempre meglio, quello che non ha paura di niente e parla con tutti in tutte le lingue e se lo lascio un momento da solo e mi volto sta già tenendo banco, quello che piace a tutti ed è sempre l’anima della festa, quello che mi dice sempre, ma dico sempre, che sono bellissima, quello che si preoccupa di perdere i capelli quando per me è talmente bello che tutte le volte che lo guardo penso a come siamo finiti insieme… E maledetta carriera, maledette nazioni, maledette origini, maledetti soldi. Vado a letto ma tanto lo so che non dormo. E poi comunque non mi piace più andare al cinema da sola, ecco.

28 commenti:

  1. Resistete, ce la potete fare. Il tempo si trova, e intanto si fa passare quello che manca. Sù, coraggio..
    Te lo dice una con 12 anni di esperienza ed un figlio di 8 mesi. Omnia vincit amor.

    RispondiElimina
  2. Chi mi passa un Kleenex? Giulia, resistete!

    RispondiElimina
  3. Giulia questo post mi ha commosso.

    Sappi che capisco benissimo la tua sofferenza, io a volte sento la mancanza di Lucio solo perchè sta via una settimana per lavoro... figuraimoci dei mesi. Tenete duro, siete una coppia fantastica e siete destinati a stare assieme. L'amore, quando è vero, è più forte di tutto il resto. Il vostro mi pare più vero che mai.

    un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Tesoro, mi hai fatto venire il magone!!
    Ma credo che, se questi sono i presupposti, tu non debba avere nulla da temere... Supererai anche la malinconia, siete troppo forti!!
    E per quanto riguarda il cinema...chiamami, ti accompagno io! Sul serio!! :-)
    Un bacione
    Sere (G.)

    RispondiElimina
  5. Ho i lacrimoni e vedo tutto lo schermo appannato.
    Pensiamo tutti ad alcune soluzioni pratiche da suggerire, magari ne troviamo qualcuna che funziona.

    RispondiElimina
  6. wow che storia meravigliosa, giulia cercati un lavoro in republica ceca e seguiloooooooo di corsa

    RispondiElimina
  7. Giulia io sono andata avanti con Roberto per 2 anni stando lontani...e poi alla fine si è presentata l'occasione per stare vicini...è caduta dal cielo....sono sicura che se ci si ama davvero e si crede in una storia la soluzione arriva sempre. Ora stringi i denti...ti abbraccio

    RispondiElimina
  8. Ciao Giulia!
    Anzitutto complimentoni per il tuo blog.
    Ti seguo nell'ombra da un pezzo, un giorno ti ho trovata per caso e poi non mi son più staccata.
    Volevo scriverti da tanto per dirti quanto ti apprezzo e quanto il tuo blog sia fantastico (mi piace come scrivi, mi piace quello che racconti, mi piace che consigli anche altre cose come i bei film da andare a vedere, mi piace il tuo senso dello stile e mi piace il fatto che il tuo blog non sia la tipica sbobba autoreferenziale - sai no, i classici blog di moda con 800mila foto della blogger menosa TUTTI i giorni)
    Quanto a Lukas nel mio piccolo vorrei dirti: abbi fiducia nel vostro amore, anche chi non vi conosce e ti legge riesce a capire quanto stiate bene assieme. Per il resto.. FANCULO IL RESTO E VAI DI GRAN VOLI LOW COST!
    C'è il lavoro, ma per fortuna il weekend arriva sempre.
    Baci!

    RispondiElimina
  9. Quoto "Bellamerda" in toto. Forza e coraggio, il primo weekend libero che hai prenota un volo con la wizz air (assolutamente la migliore compagnia low cost per l'est europa) e con meno di 30 euro ti fai andata E ritorno, arrivi a Praga e ti fai raggiungere dal tuo bello e girate insieme la città che è la più bella e la più romantica del mondo, altro che Parigi!
    Ma Lukas, soprannome "Ragazzo d'oro" che fa nella vita? La frase della nutella è meravigliosa.

    RispondiElimina
  10. hai descritto un ragazzo straordinario, beh, come poteva non esserlo per stare con te?!
    Unico consiglio che mi sento di dare: seguilo in rep. Ceca, tanto in Italia non ti perdi nulla!

    RispondiElimina
  11. Forza Giulia ce la farete sicuramente!! comprendo la situazione, ho una storia a distanza da tre anni, ma sono convinta che se c'è un sentimento forte alla base -e Lukas te l'ha dimostrato più volte, da quanto scrivi - andrà tutto alla grande. Scusa la banalità ma questo post mi ha fatto pensare alla mia situazione e alle storie a distanza in generale, dato che in questi casi poche persone sono davvero di sostegno, una parola amica va sempre bene, anche se da una persona sconosciuta!

    Baci

    Elena

    RispondiElimina
  12. Ciao Giulia,
    seguo il tuo bellissimo blog da un po' di tempo anche se questa è la prima volta che commento! Per prima cosa ti faccio i complimenti, ti leggo sempre con gioia! E poi confesso che questo post mi ha davvero commossa, anche se non ti conosco io ti direi di scappare con quel ragazzo d'oro che sembra amarti tantissimo( è davvero adorabile il Tuo Lukas )!!
    Comunque anche se non dovessi andare con lui subito penso che un amore bello e forte come si è dimostrato il vostro possa resistere anche a questo!!
    Vai Giulia io credo in voi!!

    Con affetto, Veronica

    RispondiElimina
  13. gli occhi di nutella e la storia della candelina in testa sono due cose così meravigliose che da sole bastano per far capire a tutti quelli che ti leggono (ma soprattutto a te), che durerà.

    RispondiElimina
  14. C'è troppo amore nelle tue parole e in quello che raccontano perchè tu possa preoccuparti.
    Nostalgia e senso di solitudine per la lontananza sì, ma paura no, siete destinati a stare insieme.

    RispondiElimina
  15. Beh che dire...io vivo da 4 anni e mezzo una storia a distanza (io in Francia, lui in Spagna)...massima solidarietà da parte mia...

    RispondiElimina
  16. Oddio Giulia :( :( :( Sto finendo il secondo pacchetto di fazzoletti e ti capisco tanto tanto tanto e mi dispiace tantissimo per la tua situazione! Ti invidio da matti, hai un ragazzo che per averlo venderei l'anima, vi amate alla follia e quei due gesti che hai descritto sono la prova lampante che durerà.
    Ti invidio tantissimo. Lasciare il proprio ragazzo che si ama quando si è in Erasmus non è mai bello anche se necessario. E in questi giorni non faccio altro che leggere di coppie che si adorano :( Ma sono contenta comunque, per te e per voi.
    Segui i consigli sui voli low cost, magari continuerete a vedervi una volta al mese ma meglio di niente no?

    Un abbraccio forte e se ti serve una camicia in più.... :)
    Ilaria

    RispondiElimina
  17. mi hai fatto venire le lacrime. è la storia d'amore che tutti vorrebbero (io almeno...), una storia così è perfino difficile da immaginare. sei davvero fortunata, o semplicemente te lo meriti questo amore! tenete duro!
    x

    RispondiElimina
  18. cheers up! ..my bf is doing army in korea.. at the beginning is gonna be hard but there will be a time when you are gonna "get used" to all this...

    RispondiElimina
  19. Giulia, mi hai davvero commossa, il tuo post emana amore da ogni parola!!! il vostro amore è talmente bello e limpido che niente potrà fermarlo!! non mollare, ti abbraccio forte!!!

    Chiara:)
    ps: occhi di nutella **

    RispondiElimina
  20. Accidenti, che botta ._. e che storia bellissima la vostra!
    Anche io ho vissuto una settimana difficile. Ho deciso di lasciare Londra e di tornare in Italia tra un mese, e il mio ragazzo verrà con me, lasciando qui una - non ancora certa al 100% ma molto probabile - ottima opportunità lavorativa che si è palesata proprio nelle ultime settimane dopo mesi di ricerca...io da un lato sono felice, dall'altro annego nel senso di colpa perché temo di averlo influenzato anche se lui giura di no e che ha scelto da solo e anche per altri motivi. Queste cose come le giri e le rigiri sono sempre dolorose e difficili, a volte maledico questi tempi moderni che ci spingono a girare come trottole su e giù per l'Europa per via del lavoro, dell'esperienza, dello studio...meraviglioso certo, ma quanti problemi in più ._.
    Scusa per il papiro inutile, coraggio e tenete duro :) non riesco a dire altro ma ti sono vicina perché ci sono passata, sei coraggiosa e andrà tutto bene, vedrai!

    RispondiElimina
  21. Molla tutto e parti!Il lavoro sei in tempo a trovarlo, se vuoi stare con lui ti basteranno meno di dieci euro al giorno per sopravvivere, imparerai a cucinare tutto alla grande, ti comprerai una vecchia macchina da cucire ad un mercatino delle pulci e ti cucirai tutti gli abiti e le borse del mondo, farai la babysitter, la pizzaiola, la cameriera, l'aiutante in showroom, porterai avanti i tuoi progetti personali ed avrai grandi soddisfazioni perchè dovrai rimboccarti le maniche e fare tutto da sola...e si, forse avvolte rimpiangerai il fatto di essere lontana dal tuo piccolo mondo dove tutto era una sicurezza, ed avere sempre un filo di instabilità nelle tue giornate...ma avrai lui, e svegliarsi ogni giorno accanto alla persona che ami ti farà passare qualsiasi angoscia e qualsiasi dubbio, perchè è il tuo punto fisso e non potresti mai sopportare di stare ancora lontana da lui.
    L'Italia non può offrirti niente, o per lo meno potrà darti lo stesso di adesso anche tra un anno o più o meno, il mio consiglio è provaci, se lo ami e se vi amate fallo.

    Chiaro che se poi devi dire di no ai tuoi sogni perchè qui hai trovato il lavoro della tua vita e non vorresti mai rinunciarci rischia e rimani, mai farsi troppo influenzare per poi dover pentirsi e dare la colpa agli altri dei propri fallimenti.

    Vivere all'estero può far molto bene, sotto tanti punti di vista, come dire...ti apre la testa, e credimi non è una frase fatta.

    Forza e coraggio, coraggio soprattutto.

    RispondiElimina
  22. Praga è una città meravigliosa, sono sicura che troveresti un sacco di offerte di lavoro anche nella moda. Sicuramente esisteranno!!
    Coraggio, ti sono sempre tanto vicina ;)

    RispondiElimina
  23. Dicono che l'amore a distanza sia come il vento sul fuoco..Se il fuoco è piccolo il vento lo spegne, se il fuoco è grande, il vento lo alimenta...
    E tu, mia cara, non hai di che preoccuparti, arriverà un giorno in cui il destino vi farà riunire e passare il resto della vita insieme...Perchè insomma, da ogni riga di questo bel post, si capisce che non potrebbe andare diversamente!

    RispondiElimina
  24. Arrivo tardi ma arrivo. Ti leggo spessissimo ma non scrivo mai. Ora ci vuole un incoraggiamento e come vedi ci sono tante persone che ti vogliono far forza. Se vi siete incontrati e siete restati insieme fin'ora, un motivo ci sarà.
    Resistere, resistere, resistere!
    E se fra sei mesi non ce la fai proprio più...beh, come ha detto qualcuno ci saranno sicuramente ottime opportunità in Rep. Ceca per chi ama e conosce bene la moda italiana come te!
    Una Crudelia ottimista.

    RispondiElimina
  25. Giulyyyyyy!!!!! mille cuori! Tifo per voi!

    RispondiElimina
  26. Amica ma Lukas è l'uomo più dolce e romantico del mondo!!! La candelina in testa e gli occhi di Nutella mi hanno fatto venire i lacrimoni agli occhi :-)
    Mi unisco al coro di sostegno e ai consigli delle altre lettrici: provate a vedervi una volta al mese (ormai con i voli low cost non dovrebbe essere difficile) e se alla fine vedi che non ce la fai più seguilo! Come ti hanno scritto le altre sicuramente troverai qualche ottima opportunità anche in Rep. Ceca!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB