16 luglio 2011

15 e 16 Luglio

Cari amici, eccomi di ritorno con un lungo post.Giovedì siamo andate ad una specie di museo dei materiali, 'na roba strana.
e la sera... cinema! Finalmente. Il mio quarto film in neanche due settimane :)
Prima ho convinto le ragazze a guardare "Bill Cunningham New York", un CAPOLAVORO. Beh vabbeh ragazzi,non ho parole. Dura solo un'ora, ma che bomba atomica!
E' un documentario sul famoso fotografo di moda Bill Cunningham, 80 anni suonati, fotografo del New York Times, che da 60 anni va in giro per le strade di New York con la sua bicicletta (gliene sono state rubate 28) a fotografare la gente comune. E' una persona incredibile, mai vista una cosa del genere. Non gli interessa nulla la fama,i soldi,la moda,nemmeno dove vive. Vuole solo scattare, non importa fino a che ora, anche nei weekend. Non ha mai fatto altro in vita sua, dice. Vive un un cubicolo di pochi metri senza cucina e con il bagno in corridoio,non ha praticamente vestiti, non ha mai avuto una relazione amorosa, gli interessa solo fotografare le persone. Conosce tutta la moda dagli anni 20 in poi, ha una cultura sterminata in materia. Va alle serate di gala e nemmeno mangia,non gli interessano le persone famosa. Per farvi un'idea di cosa rappresenti nel fashion business, Anna Wintour dice di lui "Tutte noi ci vestiamo per Bill". E' l'unico fotografo per cui Anna si fermi
Dopo il film mi ha fermata una sensitiva dicendomi: "vedo un futuro brillante per te da qui a 3 anni a Londra o in California. Sento che vuoi lavorare nel fashion business ma non sai come esprimerti". !! Ero così galvanizzata dal primo film che ho lasciato andare le ragazze al ristorante e sono rimasta al cinema a vedere SUBMARINE. BOMBA NUMERO 2!!! Il mio amico Michi me ne aveva parlato mesi fa, quando era uscito in Inghilterra. Schizza immediatamente nella mia top 5 dei film più nerd di tutti i tempi. Il protagonista è uguale spiaccicato al ragazzo di Harold e Maude, la musica è di Alex Turner, il film prende chiara ispirazione dalle pellicole di Wes Anderson, la storia è tenerissima. Bellissimo davvero. Peccato i -5 gradi del cinema e la tipa dietro di me che ha riso sguaiatamente tutto il film. Ed ecco come eravamo vestite. Dovevamo uscire ma è saltato tutto, e dopo il cinema non mi andava di prendere la metro, dunque ho camminato sulle mie Lanvin dalla 2av e 12 street alla 7 av e 27 street. Non ho mai camminato così tanto in vita mia come qui a New York.
(al telefono con Lukas)
camicia della mia mamma, shorts Forever 21, borsa Prada, scarpe Lanvin 16 LUGLIO
Oggi, dopo una breve crisi di panico esistenziale mattiniera causa incretezze per il futuro, ho deciso di affrontare la realtà e uscire. Prima tappa: il seconda mano difianco al mio alloggio (Buffalo Exchange, 6 av e 26 str)
tutina carina (troppo stretta)
abito da istitutrice (troppo da istitutrice e largo)
abitino Anna Sui (tropppo lezioso e poi odio il violetto- però amo le margheritine)
abito nero che non ho comprato ma su cui sto facendo un pensierino. E' la stoffa stropicciata che mi turba. Se lo stiro si rimetterà a posto? Voi che dite?Si vede troppo il buco che ho sul petto?
abitino rosa che ho invece comprato, in vista di futuri matrimoni, cerimonie estive in cui non so cosa mettermi perchè ho solo roba nera... (si, sono previdente). Il fiore sulla spalla è stato prontamente stracciato con i denti subito dopo l'acquisto (brr fiori applicati non sia mai) Poi ho passato le successive 3 ore a cercare la boutique Comme des Garçons, così, per farmi del male
ho capito subito che avrei pianto
e così fu. Presente il negozio perfetto, in cui comprereste ogni singolo capo? Ecco, Comme è stato così per me. Chiudo l'argomento perchè ho una lacrima pronta a scendere quando ripenso al chiodo nero di pelle, le camicette, le scarpe...basta Comme è in una bella zona, appena sotto la High Line, tra la 18esima strada e la 10 avenue. Ci sono un sacco di gallerie d'arte
e la Gagosian, dove c'era una bella mostra di Picasso.
Poi ho deciso di proseguire sulla via della cultura e sono andata al Moma, oggi con ingresso gratis dalle 16 alle 20. Ci ero già stata e me lo ricordavo pure bene ma non si dice mai di no ad un museo gratis
come vedete sono tutti del mio stesso parere
scebografie in vendita. Ho controllato se c'era Colazione da Tiffany e ovviamente si :)
questo non mi dispiacerebbe come alloggio
L'hotel Hilton è forse il più brutto della città
Rockfeller Center
New York Public Library
strani negozi nel fashion district
finalmente qualche ballerino
e per finire, bella mostra al museo del Fit, sugli abiti sportivi da metà 800 a oggi. Molto carina. Acquisti del giorno (oltre al vestito):
ciondolo con elefanti dal seconda mano, bracciali smaltati (vedi Kenneth Jay Lane) e bracciale in pelle (vedi Hermès) da Forever 21. Non so cos'è questa febbre del gioiello che mi è presa di recente... bah.
Ora mi vesto ed esco, stasera clubs, domani Brooklyn!

9 commenti:

  1. Voglio venire ank'ioooo!!!!<3
    Giobi

    RispondiElimina
  2. Ma la tuta era favolosa! Dalla foto non sembrava per niente stretta. Il vestito nero non saprei, non mi entusiasma. Quello rosa fa tanto bomboniera *-*

    Belli i gioielli, bella la camicia che indossavi. Stranissimi i negozi con la roba da prete.

    Davvero a NY si trovano i ballerini per strada? Non vedo l'ora di andarci anche io! (vado ad agosto, però, ahimè!)

    RispondiElimina
  3. Vorrei andarci anche io al MoMa ç_ç
    Vabbè, comunque il vestitino nero non mi piace, secondo me non ti valorizza molto. Quello rosa è carino ma hai fatto bene a levare il fiore, altrimenti era troppo da bomboniera!
    Divertiti :D

    RispondiElimina
  4. a me il vestito nero piace e no, non lo stirare please! l'unico problema è che ti fa sembrare piatta come un ferro da stiro.
    quello rosa è carino, ma hai fatto bene a togliere il fiore. abbinalo al nero come nella sfilata chanel F/W 2009 per evitare l'effetto bomboniera

    a me quello di anna sui piace. che taglia hai provato? quanto costa? se lo compri e porti in italia te lo compro io! :)

    RispondiElimina
  5. bello quello rosa (senza fiore hai fatto bene!!) anche la tutina non ti stava male..
    NO a quello nero. Ti fa sembrare "malata", piu magra ancora di quello che sei..e in effetti si vede si quel buco (?) che hai...

    RispondiElimina
  6. ti porti in Italia anche la tua amica bionda???

    RispondiElimina
  7. Bittersweet: non è raro incontrarli, fanno dei veri e propri show per strada
    Anonimo: è il buco del dorso piatto :( (questioni di scogliosi, purtroppo...)Ivabellini: no :)

    RispondiElimina
  8. peccato :( ha un espressione particolare, non dico che sia più bella di voi altre...però ha un pizzico di "pepe" che mi piace, grazie di queste piacevoli visioni Giulia.
    buon ritorno, ma quando sarai tornata nella tua "Perma" dai un occhiata a tutto quel casino che è successo nell amministrazione pubblica mentre eri via, quello si che un fattaccio molto grave per voi parmensi.

    RispondiElimina
  9. Ciao! che bello girare new york con te...altro che foto di lenzuola e cessi degli alberghi ;)
    se prendi il vestito nero stropicciato e non ti piace più...me lo vendi? =)

    Sara

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB