30 luglio 2011

2 cose, ora che ho tempo per pensare

Non ho menzionato il fattaccio di Amy Winehouse perchè me ne frega sinceramente poco, e poi così impara a drogarsi. La sola cosa che mi ha colpita è il fatto che sia morta a 27 anni, come Hendrix, Cobain, Janis etc etc. (questa storia mi ha sempre affascinata). Direi che me ne importa molto di più della morte del grande Lucian Freud, che vabè aveva i suoi 88 anni ma era di gran lunga più importante della Wino, e che cavolo I didn't menction the thing about Amy Winehouse because I honestly don't care, and she deserved it. The only thing I was thinking is the fact that she's dead at 27, like Hendrix, Cobain, Janis etc. (I was always fascinated by this story). I care much more about the death of the great Lucian Freud, ok he was 88, but he also was way more important than Wino, don't you think?

Seconda cosa, oggi ero in bagno a mettere a posto le mie cosine e mi sono accorta di avere una collezione di make up degna di una vera signorina! Vi interesserebbe un post a riguardo? Lo so che mi faccio sempre foto al peggio di me, ma giuro che la mattina mi trucco.

Second topic, today I was in my bathroom reorganizing my make up, and I couldn't help but notice I have a make up collection worthy of a real lady! Would you like a post about that? I know I always thake pics of myself when I am not really at my best, but I swear I put my make up on in the morning

A parte ciò, 5 lunghi post su New York in arrivo nei prossimi giorni! Mostra di McQueen, vita notturna, incontri famosi... (Purtroppo) sono a casa, ho tempo per pubblicare. Stay tuned! Apart from this, 5 long posts about New York coming soon! McQueen exhibition, nightlife, famous encounters... (unfortunately) I am at home, I hve time to publish. Stay tuned!

79 commenti:

  1. ciao Giulia,
    purtroppo la questione della droga non è cosi banale come la metti tu. Mia madre ha fatto volontariato tanti anni con le persone tossicodipendenti, e ti garantisco che è un mondo che va ben al di là dei nostri giudizi da persone "per bene". Secondo me è da superficiali dire "quella si drogava, ben gli sta, se l'è cercata". premetto che non sono mai stata una grande fan della Winehouse, seppur le riconosco doti di artista e una voce incredibile. Anche Janis Joplin ha consumato la sua vita nella droga e nell'alcol, e Dio solo sa perchè lo faceva. Ne ha passate tante, una vita a soffrire per amore. Ho letto la sua biografia, e l'anima che ci metteva nella musica ha origine nello stesso dolore che l'ha portata a drogarsi. Alcune persone molto sensibili non hanno armi per difendersi contro una vita ingiusta, e ricorrono alle droghe. Non tutti hanno la forza di reagire solo con la propria volontà, e spesso si ricorre ad altri mezzi... sbagliati, per carità. Ma i drogati (alcuni tipi) sono persone che secondo me non vanno stigmatizzati così a priori. Bisogna sempre conoscere la singola storia che c'è dietro per esprimere un giudizio.

    un bacio,

    Angela

    RispondiElimina
  2. ^stigmatizzate, pardon. se ci sono errori è per colpa dell'orario :)

    angela

    RispondiElimina
  3. Concordo perfettamente con Angela (l'anonimo qui sopra)
    E sì inoltre voglio sottolineare che tutti quelli del Club 27 si facevano di droga.
    Quindi ti chiedo: so che tu stravedi per Kurt Cobain? C'è per caso una differenza tra lui e la Winehouse? Non sto parlando del talento o della musica che facevano, ma di loro come persone. Anche Kurt Cobain si stava autodistruggendo e di certo non a causa di Courtney Love. O meglio si faceva sin da prima di conoscerla.
    Le persone che proseguono per questa strada dentro hanno un baratro che pochi possono capire.
    Purtroppo non tutti ce la fanno e non sto parlando solo di persone famose, ma anche di quelle comuni.
    Spero che questo commento non ti sembri polemico, è una cosa che ti chiedo.

    Sono rimasta stupefatta dalla morte di Lucian Freud. L'ho saputo solo adesso.

    RispondiElimina
  4. Volevo proprio mandarti un messaggio su Formspring per richiederti un post sui tuoi trucchi, a me interesserebbe moltissimo, fallo!

    Ps: Bentornata :)

    Annie

    RispondiElimina
  5. "Non ho menzionato il fattaccio di Amy Winehouse perchè me ne frega sinceramente poco, e poi così impara a drogarsi."
    Scusa ma chi sei?
    "Così impara".
    Hai appena perso una delle tue follower (della prima ora soprattutto) più affezionate.
    Ossequi.

    Sparta

    RispondiElimina
  6. Premettendo che non sono una buonista, anzi, devo dire con grande tristezza che il tuo infelicissimo commento sulla morte di A.W. è una delle cose più superficiali, ottuse, banali e crudeli che abbia mai letto. "Così impara"??? ma chi ti credi di essere??? ti comunico che oltre alle malattie del corpo esistono anche quelle dell'anima, ma ovviamente colpiscono solo chi un'anima ce l'ha. Buona estate.

    RispondiElimina
  7. ...A questo punto potevi evitare di menzionarlo del tutto, no? :)

    RispondiElimina
  8. Era meglio se non pensavi.

    RispondiElimina
  9. Non sei Anne Wintour, moderati

    RispondiElimina
  10. "La sola cosa che mi ha colpita è il fatto che sia morta a 27 anni, come Hendrix, Cobain, Janis etc etc. (questa storia mi ha sempre affascinata)."
    Questo dice tutto, è praticamente la cosa più frivola che ogni rotocalco ha tirato fuori su tutta questa faccenda.
    ma poi scusa, potevi almeno avere il cuore di fare due post divisi, e non mettermi le tue puttanate sui trucchi con la storia di due morti. bhò....io mi chiedo cosa vengo a leggere sul tuo blog da un mese a questa parte, un grande fratello della tua vita condito di....lasciamo stare. Non ti preoccupare cmq, il problema è solo mio e scusa lo sfogo.

    RispondiElimina
  11. Chi sei tu per decretare che Freud era più importante della Winehouse? Mi sa che gli States ti hanno dato alla testa.

    Chiara

    RispondiElimina
  12. ouch che brutto post, potevi evitare di parlarne della Wino avresti fatto una più bella figura!!

    RispondiElimina
  13. Oddio gente, scherzavo. Non è che tutto quello che dico dovete prenderlo alla lettera, sto solo dicendo che della Winehouse me ne frega sinceramente poco, non ero una sua grande fan ecco tutto.

    RispondiElimina
  14. Concordo anch'io che questo post andava diviso e che potevi parlarne con parole meno crudeli. Anch'io penso che poteva evitare di drogarsi, ma ho anche detto che non è del tutto colpa sua, che anche le persone che le stavano attorno sono colpevoli. La frecciata che hai scritto potevi evitarla.. si può esprimere un proprio parere anche con parole diverse.
    Sinceramente speravo che commentassi in maniera diversa, mi ha lasciato un pò perplessa......
    Non è che NY ti ha cambiato un pò?? :(

    RispondiElimina
  15. La penso diversamente riguardo Amy, ma eviterò di parlarne in favore di un grandissimo supporto al tuo prossimo post sui trucchi. SIIIII

    RispondiElimina
  16. Premesso che questa è casa tua e puoi pensare quello che vuoi, è stato davvero un commento inutile quello su A. W.
    Potevi semplicemente non dire nulla se la cosa non ti interessava.
    Io non sono rimasta più di tanto turbata dalla tua frase, ma appena l'ho letta non ho potuto fare a meno di immaginarmi un sicuro putiferio conseguente.... Ed eccolo qua.

    Giulia

    RispondiElimina
  17. Non ho parole! continui a ribadire che la morte di una persona non ti interessa...il che è un tuo diritto, naturalmente, ma dimostra anche senza più dubbi che la tua assoluta mancanza di buon gusto non riguarda solo abiti e accessori. L'educazione non è un optional, neanche sui blog, se non si sa cosa dire è opportuno ed elegante tacere.

    RispondiElimina
  18. non lo so Giulia, è che trovo un po' macabro scherzare sulla morte di una persona, anche se è una cantante che nessuno di noi conosceva di persona e che, probabilmente, non piaceva neanche a molti. sinceramente io, come altra gente che ha commentato, mi sono sentita in dovere di esprimere due parole perchè l'incipit del tuo post a tutto faceva pensare meno che a una frase detta con tono ironico/scherzoso.

    detto questo, ognuno è libero di dire/fare ciò che meglio crede :)

    un bacio,

    Angela

    RispondiElimina
  19. A giulia te stanno a massacrà

    RispondiElimina
  20. Sono molto dispiaciuta di aver letto questo post Giulia. Se questa è la tua opinione (che non condivido assolutamente al di là del valore artistico della persona deceduta, può piacere o meno, è un altro discorso) avrei preferito che non buttassi lì un giudizio feroce per poi minimizzarlo nei commenti (stavi scherzando? Davvero?). O non menzioni il fatto o spieghi esaustivamente il tuo pensiero (è questo il tuo pensiero? Spero di no ma se lo fosse è un tuo diritto esprimerlo, il problema è che va argomentato e argomentare un concetto del genere è difficile e più tipico di una certa stampetta italiana che di una ragazza cosmopolita). Io ti ho sempre augurato che il numero dei lettori crescesse perchè te lo meriti ma, a questo punto, credo tu debba analizzare meglio le motivazioni e la finalità della tua attività di blogger.
    Spero non te la prenda, gli scivoloni capitano a tutti (io ne so qualcosa), il mio è solo un suggerimento figlio dei tuoi post recenti. Sono sicura che tu non sia una famewhore, sono sicura che tu sia meglio di questo giudizio reazionario e superficiale e sono sicura che la tua giovane età e l'adrenalina americana stavolta abbiano agito in malvagia sinergia.
    Ti abbraccio
    Velvetuzi

    RispondiElimina
  21. Giulia, non è che stai parlando della moda o di altro. Stai parlando della vita di una persona, che magari non ti interessa, e questo potrebbe andare anche bene, ma quelle parole che seguono... In questi casi non ci dovrebbe essere nulla per cui scherzare.
    Inoltre, come ho scritto nel commento precedente, anche Kurt Cobain si faceva di droga, anche lui aveva percorso il cammino di autodistruzione comune a quelli del Club 27.
    C'è differenza tra lui e la Winehouse come persone?
    Della Winehouse non sei una fan, ma so che di Cobain sì. Come persone sono differenti o no?

    RispondiElimina
  22. che delusione questo post e le tue risposte...fai un po' la principessina o sbaglio?

    RispondiElimina
  23. se la tua prima affermazione era sciocca (se non ti interessa una cosa non parlarne); la seconda risposta è riprovevole, scherzavi su cosa? Non sono argomenti da trattare con questa superficialità.

    RispondiElimina
  24. anonimo del ti stanno a massacra ti amo:)

    RispondiElimina
  25. la frase- cosi impara a drogarsi - per quelli che non hanno capito, non voleva significare che godo del fatto che sia morta, semplicemente che la droga porta a brutte cose (non che auguro a tutti quelli che si drogano di morire), e da un lato bisogna aspettarsi il peggio, senza fare i finti moralisti e poi piangere se la gente che si drioga muore.
    ho detto che non mi interessa nel senso che non mi colpisce particolarmente, mi ha colpita di piu la morte di Freud,qualcuno che stimavo di piu.
    in secondo luogo si,penso che lucian freud sia molto piu importante di amy winehouse, e questa e´una mia opinione,non sono nessuno per dirlo ma per me e´cosi´.
    credo ci sia differenza tra kurt e Amy, il primo voleva dire qualcosa,ha inventato un intero movimento e ha riunito un mucchio di persone con le sue idee (giuste o sbagliate), non mi sembra che la Winehouse volesse trasmettere chissa quale messaggio,e se l ha fatto mi e´sfuggito.
    e per favore non mi tediate con i commenti sul baratro interiore di chi si droga, non e´-come avete detto voi- che la droga e´una malattia dell anima, e´una scelta che qualcuno troppo debole fa.o no?purtroppo conosco una persona che si e´rovinata con la droga, dunque non voglio essere troppo dura,ma non c é disagio interiore che giustifichi ilprendere droghe,credo.

    RispondiElimina
  26. No, non ce la fai a salvarti, ti stai tirando i sassi sui piedi.
    Pessime argomentazioni, I'm sorry. Non che noi dobbiamo aspettarci chissà che cosa. Ma forse se non riesci a dire qualcosa di anche solo vagamente intelligente, chiudi la conversazione e limita il massacro.
    E lo so che non sempre è facile argomentare le proprie tesi. Spesso si finisce per farsi fraintendere, come probabilmente è appena successo a te.

    RispondiElimina
  27. e dimmi, in cosa le mie risposte sono sbagliate.dici pessime argomentazioni e non mi dici perche'.
    lo sapevo che avreste detto che mi tiravo i sassi sui piedi, ecco perche non rispondo ai commenti contestatori,peggioro sempre le cose quando lo faccio, voi siete fissi sulle vostre opinioni, pensate di conoscermi e di capire cosa penso, e se poi provo a smentirmi nessuno ci crede.

    RispondiElimina
  28. Che pochezza.

    Chiara,
    una lettrice, un tempo affezionata.

    RispondiElimina
  29. velvetuzi/ non hai scritto in un tuo recente post che un video e= una roba da stracciare le balle in confronto ad un altro? tutti dovrebbero essere offesissimi allora? ognuno di noi esprime opinioni cosi. non ho spiegato nei dettagli i miei pensieri su amy semplicemente perche, come ho gia detto, me ne frega sinceramente poco, non c era niente da analizzare ulteriormente. Non mela prendo comunque.

    RispondiElimina
  30. Esordisci dicendo "non ho menzionato . . " Ecco, potevi non menzionarlo del tutto se la riflessione che hai da fare in merito si riduce a quella stupidaggine superficiale. E' una tua opinione, certo, ma avere opinioni non significa necessariamente manifestarle pubblicamente. Le opinioni poco intelligenti si dovrebbe imparare a tenersele per sè, davvero non se ne sente il bisogno. E te lo dice una che come te è rimasta molto colpita dalla morte di Freud, per ragioni personalissime, e poco colpita dalla morte della Wino che nella mia personalissima vita non ha significato nulla. Dici che non ti conosciamo, ed è vero, ma se questo è quel che hai da mostrare della persona che sei io ci ripenserei un momento.

    sempre Chiara

    RispondiElimina
  31. Mi dispiace ma trovo il tuo discorso molto semplicistico, mi stupisce sempre sentire che la gente fa questi ragionamenti schematici, basati su un ferreo determinismo causa-effetto che stride terribilmente con la realtà. "Si drogava, se l'è cercata, ben gli sta" (anche l'attribuzione di colpa finale, non facciamoci mancare tendenze paternalistiche). Dici di non volere i finti moralismi, ma non ne fai una questione di morale quando dici che nessun disagio interiore giustifica il prendere droghe? Il tuo punto di vista è estremamente moralista e intransigente...Pensi davvero che drogarsi sia sempre una "scelta"? O meglio: questa "scelta" pensi sia fatta con consapevolezza,in assenza di conflitto, in un momento di serenità del tipo: "Ma si, oggi ho deciso di drogarmi...Ah e prendo anche un'insalata per pranzo!".
    "Era debole e ha deciso di drogarsi"...Wow..è tutto molto lineare! Puntiamo il dito contro chi non è capace di risollevarsi da solo perché è troppo debole, persone che stonano in questo clima agghiacciante di perfezionismo che esige che tutti siano forti, belli, positivi, reattivi. E meno male che non volevi essere troppo dura perché conosci qualcuno che si è rovinato con la droga...Come potevi essere meno dura di così??
    E.

    RispondiElimina
  32. E riguardo alla diversa influenza dei personaggi Cobain-Winehouse sinceramente credo che Amy W.non abbia avuto il tempo di fare abbastanza
    (e il suo esordio ha pur sempre avuto un bell'impatto all'interno della musica e della cultura pop); a me perlomeno dispiace questo talento sprecato...

    RispondiElimina
  33. Non mi pare che Giulia abbia detto "questa è la verità assoluta", è una sua opinione quindi... take it easy ;)
    Smettere di leggere un blog per un'opinione differente mi sembra onestamente un po' esagerato. Non siamo tutti uguali, e sono convinta che se non avese detto nulla al riguardo, e parlato solo della scomparsa di Freud, ci sarebbero stati un sacco di commenti tipo "ma non di ci niente riguardo alla morte di Amy???"
    Ogni tanto mi sembra si tenda a "pretendere" un po' troppo...
    C.

    RispondiElimina
  34. che tristezza che fa leggere certe affermazioni cosi ottuse...non aggiungo altro perchè hanno gia detto tutto gli altri. Ti consiglio di usare un filtro prima di sparare sentenze su persone forse piu deboli di te ma che a differenza tua avevano un dono reale invece che solamente quello di farsi due foto sceme con due vestiti addosso accompagnate da 4 scemenze scritte.

    RispondiElimina
  35. In ogni caso . . non si tratta di smettere di leggere il blog di Giulia. Lei certo è libera di scrivere quel che le pare, ma a questo suo diritto fa da specchio il mio di dirle che quel che ha scritto è quantomeno superficiale. Credo lei questo lo sappia, altrimenti scriverebbe un diario segreto nel silenzio della sua cameretta. E' pretendere troppo? A me non sembra. Si espone, e questa volta lo ha fatto esprimendo un pensiero rozzo e poco delicato - per esser educata. Le persone si "pesano" anche da questo, non solo dai vestiti che scelgono di indossare. E forse Giulia dovrebbe limitarsi a parlare di moda, dato che lì ha effettivamente qualcosa di interessante da dire. Scusa Giulia, ora la smetto, ma ci son rimasta male.
    ( e comunque tra buonismo e buona educazione c'è un abisso eh)

    RispondiElimina
  36. ci sono rimasta male anche io!
    sul giudizio sulla winehouse nemmeno mi esprimo perche' mi pare sia abbastanza chiaro che hai fatto una figuraccia,quello che mi preoccupa sono le tue risposte!possibile che alla tua eta' tu non sappia rispoindere in maniera diplomatica se ricevi una critica?se vuoi ricevere solo complimenti modera i commenti...che delusione!

    RispondiElimina
  37. Che tristezza!!!

    Mia madre era alcolista... tu non sai niente - NIENTE - di cosa vuol dire odiare se stessi (tutto parte da lì) ed essere dipendenti da sostanze... è una cosa complicata, straziante.

    Vuoi fare la fashion blogger, limitati a quello.

    RispondiElimina
  38. Insomma Giulia, insomma. Non tutti gli argomenti possono essere trattati nella stessa maniera e te lo dice una che adora il black humour. Non credo che dire che un video fa cagare sia minimamente equiparabile al "non sono interessata alla morte di tizia) (=ci sta, è più elegante non scriverlo ma ci sta) e "she deserved it"(=???).
    Mi è capitato di dare giudizi feroci (eccome!) ma cerco sempre di argomentarli, poi, per carità, anche i miei non sono sempre condivisibili. Il tuo è stato un franco scivolone, ripeto, ingiustificabile, soprattutto nei commenti e ripeto anche che, per quanto mi riguarda, non sto discutendo la tua opinione (che non condivido ovviamente) ma il modo.
    Io sono stata molto dispiaciuta per la morte di McQueen, un ragazzo giovane e strabordante di talento che ha cercato la morte a viso aperto e che ha sempre, a fasi alterne, flirtato con sostanze (medicinali, alcoliche, stupefacenti) pericolose. Solo perchè era un fottutissimo genio (mannaggiallui!) e l'adoravo non è, dal punto di vista personale, oggettivamente "meglio" della Winehouse (della quale non sono fan scatenata ma della quale riconosco innegabili, e mai completamente espresse, capacità).
    Lee McQueen era un infaticabile lavoratore e portava sempre a casa il risultato ma poi, vedi, chissà perchè queste cose accadono, non è riuscito ad uscire da un vortice come la sua amica Isabella Blow. Anche la moda è piena di esempi autodistruttivi che avrebbero meritato di trovare la forza di uscire dal buio interiore però chi siamo tu ed io per giudicare le loro scelte personali liquidandone la morte col "ah, se la son cercata!".
    Ora, non è che non sono tua fan quindi il tuo drogarti è deprecabile mentre il drogarsi del mio idolo, superiore secondo me culturalmente, è solo un piccolo neo nella sua carriera.
    Per quanto mi riguarda, se tutti quelli che si drogano meritassero di morire alcuni dei miei artisti preferiti (in tutti i campi) sarebbero belli stecchiti (alcuni lo sono, alcuni, per fortuna, sono ancora live&loud).
    A quel punto parlo solo del lutto per l'artista che stimo e se voglio fare un paragone argomento il giudizio.
    Insomma, come al solito sono un pò contorta, spero di essermi spiegata.

    RispondiElimina
  39. aspettiamo con impazienza i lunghi post! :) continua così!

    RispondiElimina
  40. beh...hai trovato il modo di aumentare le visite e i commenti...
    S.

    RispondiElimina
  41. sai che soddisfazione

    RispondiElimina
  42. Pessimo! Questo post denota un'assoluta mancanza di profondità, sensibilità e soprattutto intelligenza, cose che già trasparivano qua e là nei tuoi post. Se prima ero in dubbio, adesso credo proprio che non ti seguirò più.
    Buona vita!

    RispondiElimina
  43. ex lettrice pure io. bye bye, chiudi pure bottega e rinizia a poggiare i piedini sul suolo

    RispondiElimina
  44. Che tristezza.
    Provo più pena per chi la giudica che per lei.
    Non potete capire cosa significa essere schiavi della droga, tutti le puntavano il dito contro ma nessuna di voi si è chiesta il perchè era in quelle condizioni.
    Tristezza.
    Chi sei tu per giudicarla? sei mai stata schiava di qualcosa?
    "impara a drogarsi"? Spero vivamente che nella tua vita non succederà mai che qualcuno vicino a te si butti nella droga, perchè per essere coerente con te stessa, dovrai guardarlo schifata e dirgli "Così impari" proprio come una bambina di due anni, magari aggiungici anche un gnègnè.

    RispondiElimina
  45. che pesantezza!
    A me non ha dato fastidio il tuo post, oh!

    RispondiElimina
  46. ...hai 23 anni, che ne sai del grunge che nemmeno lo hai vissuto, avrai letto un paio di cose su cioè e già ti senti di giudicare Cobain il genio del mondo...ma anche lui ha fatto delle gran cazzate ed è diventato mito dopo la sua morte perchè prima in pochi lo reggevano cara mia...così come Hendrix e la Joplin e Morrison..
    Che ne sai di che cosa trasmette la musica se non ti è arrivato il lamento di Amy in questi anni...
    Chi sei per elevarti a giudice "sì..quello è meglio che crepa, tanto..no quello no, quello è intelligente"
    che ne sai di pittura...che probabilmente hai letto la notizia della morte di Freud solo perchè in coda alla notizia della Winehouse e hai pensato.."azzo..facciamo vedere che gran cultura che ho.."
    e che ne sai di moda se quello che vedo sul mobile è un'accozzaglia di schifezze, tra l'altro hai dimenticato gli assorbenti!
    Impara che quando una cosa non interessa la si ignora..non ci si butta sopra merda tanto per colpire!!
    e impara l'inglese...che scrivi come Biscardi!

    RispondiElimina
  47. ma veramente, che pesantezza! Ma chi siete tutti voi per giudicare? nemmeno a me ha infastidito il post, e penso che i toni stiano diventando un po' eccessivi, in fondo cosa ne sapete voi delle esperienze che ha avuto? tutte maestrine oh...
    C.

    RispondiElimina
  48. L'unica cosa che mi rincuora sono i tanti bei commenti, intelligenti, argomentati, sensibili, in risposta al tuo post. Non è necessario aver avuto esperienze dirette, o comunque vicine, di persone devastate dalla dipendenza (sia essa da droga o altre sostanze...)per intuire quanta sofferenza ci possa essere dietro alle loro storie. E secondo me questa sofferenza merita un minimo di rispetto, o almeno la sospensione del giudizio...

    RispondiElimina
  49. ma su, come si può dire che giulia è una persona superficiale per una frase sulla morte di una cantante famosa. State esagerando. Appena la parola MORTE viene menzionata ecco che tutti improvvisamente diventano degli oratori o dei promotori di buoni sentimenti. Ognuno ha la propria visione della morte, c'è chi la vede come una tragedia e chi la vive come una cosa naturale. Non è superficialità la sua, è un vedere le cose in maniera lucida e, forse, parlarne così frettolosamente è anche un modo per non pensare troppo e non far riemergere sofferenze passate che si è cercato di sopprimere.che ne sapete.Certo, forse la frase "così impara" era un po' infelice...ma è una frase poco carina anche riferita a persone in vita. Probabilmente è stata scritta di getto, senza troppo pensare. Si sa che lo stile di Giulia (che è una delle cose che la rende più interessante) è diretto e colloquiale. Chissà quanti di voi, parlando con amici, hanno pensato:"che palle, mo' c'è la winehouse in tutte le reti o che palle, ok mi spiace, ma forse sarebbe meglio parlare di persone che sono state uccise ingiustamente". Poi oddio, basta! sono cose che capitano

    RispondiElimina
  50. A chi accusa i vari commenti di "pesantezza":
    la "leggerezza" è bella e giusta finché non diventa stupidità.
    Parere personale.

    RispondiElimina
  51. Porca miseria Giulia quanti commenti negativi!
    Ti leggo dal tuo primo post e non ho mai pensato che tu fossi una ragazza superficiale, anzi! Purtroppo in questo post hai usato delle parole decisamente infelici. Consiglio spassionato, cerca di pensare 5 minuti in più quando tratti argomenti non proprio leggeri ;)
    Sere

    RispondiElimina
  52. " 2 cose ora che ho tempo per pensare" . . se queste son le stupidaggini che partorisci quando pensi stai proprio a posto!

    Fra

    RispondiElimina
  53. A regà mo avete rotto ri cojoni fatevelo dì!
    Ma fateve npò ri cazzi vostri!

    jerry

    RispondiElimina
  54. anonimo romano il tuo eloquio dice tutto...ecco il genere di sostenitori che può avere un post come questo!

    RispondiElimina
  55. facile fare i politically correct e facile giudicare ciò che gli altri scrivono. potrà dire quello che le pare? e piantiamola con questo buonismo

    RispondiElimina
  56. giulia io non smetterò di seguirti e leggerti, anche se il post di oggi è stata una caduta di stile (e lo stile, si sa, non è solo sapersi vestire in un certo modo ma anche sapersi comportare adeguatamente). Sono cose che capitano, ed è giusto che le persone ti dicano quello che pensano, così come tu hai tutto il diritto di spiegarti e controbattere (però non farti il sangue amaro per questo...) Detto ciò, trovo esagerato chi smetterà di seguirti per questo motivo, credo che tu non sia una ragazza così superficiale, ma colta, intelligente e capace di argomentare le tue posizioni in maniera adeguata. Pensaci su comunque :)

    un bacio, angela.

    RispondiElimina
  57. Anch'io non smetto di seguirti proprio perché non penso che tu sia una ragazza superficiale. E' da un po' ormai che ti leggo. A volte può capitare di dire delle cose infelici, dire delle cose senza tatto. Può capitare.
    L'importante è rendersene conto poi.
    E' anche in questo modo che una persona può maturare.

    RispondiElimina
  58. è vero, neanche a me è piaciuto un granchè ... però basta con questo accanimento ! tra i miei amici più cari ce ne sono alcuni che hanno idee e ideali diametralmente opposti ai miei ma non per questo ho smesso di parlare con loro. ci vuole tolleranza e apertura mentale. la perfezione è totalmente noiosa.

    c.g.

    RispondiElimina
  59. It's isaaa! I already miss NYC, you and the girls :) it was fun, wasn't it? I'm gonna follow your blog for sure.

    ps: You're writing in english!!! iei!

    RispondiElimina
  60. grazie ultimi commenti, apprezzo molto.

    hi isa!!! miss you too, i couldn t even say bye, you left too early!! thanks sweetie, it was SO FUN. Send me the link of your nice tumbrl, I wanna follow it as well!<3<3

    RispondiElimina
  61. Giulia, penso sinceramente che questa volta tu abbia sbagliato. Una persona e morta e ,anche se magari tu non capisci cosa l abbia portata a drogarsi, non significa che abbia meritato cio che ha avuto.

    Tuttavia non voglio neanche crocifiggerti, capita a tutti.
    E sicuramente non smettero di seguirti solo perche hai detto una cosa che per me e sbagliata.

    Ci

    RispondiElimina
  62. Ciao Giulia, un consiglio: perche non scrivi una sorta di errata corrige/spiegazione approfondita del tuo post? In fondo chi ti legge magari non vuole sentire parlare solo della borsettina/dei trucchi. Lo so che questo e' un blog di moda, ma se viene fuori un argomento importante come questo (non intendo tanto la morte di amy, per cui francamente neanche io sono distrutta), ma tutta la questione generale, perche non dire la tua in modo argomentato? Fatti conoscere anche attraverso temi piu impegnativi!

    RispondiElimina
  63. mamma mia che palle tutti questi commenti pesanti! Andatevi a rilassare in vacanza invece di scrivere 1400 righe sulla droga e su giulia che è senza cuore perchè non piange la morte di questa grande artista!
    Io ho preso il post con la leggerezza con cui era stato scritto e, guarda un pò, mi sono anche divertita, senza sentire il bisogno di fare delle paternali a giulia su come la pensa. Se vi interessano solo foto e borsette c'è The Blonde Salad, ma non venite a straziare l'anima qua perchè sinceramente questa serie di commenti era davvero PESANTE!!!
    Ma poi chissenefrega se dopo questo post non leggerete piu il blog, c'è bisogno di metterlo per iscritto? Non credo che Giulia si strapperà i peli delle braccia dalla disperazione per aver perso voi come lettori/lettrici!
    Se dovete fare i polemici c'è il blog di Beppe Grillo!

    RispondiElimina
  64. oh ma tutti conoscevano personalmente Wino...??? ba... ma andate a cagare... sapete quanta gente muore al giorno e state tutti qui a piangere per wino..ma sfanculizzatevi! poi fate ridere quando dite oh ma che ne sai te di cosa provava... scuate ma voi che ne sapevate??

    RispondiElimina
  65. anonimo delle 10:25 concordo in pieno!
    state esagerando, non mi sembra che Giulia abbia detto una cosa così grave! sinceramente anche a me la morte di Amy non mi ha causato chissà quale scompiglio...
    Giulia sei la numero uno!! adooooro il tuo blog e non vedo l'ora di leggere tutti i tuoi nuovi post, fregatene di questi saputelli moralisti

    Vera

    RispondiElimina
  66. Art. 19: Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.

    Le esperienze personali sbattute un piazza e portate come esempio per giustificare un giudizio lasciano il tempo che trovano..

    Sara

    RispondiElimina
  67. Hai fatto un paragone che non sta nè in cielo nè in terra.E soprattutto l'hai motivato in maniera un po' infantile.mah...

    RispondiElimina
  68. Aggiungo che trovo ORRIBILE passare dalla riflessione con cui apri il post ai....tuoi nuovi trucchi e trucchetti.Separare le cose no???

    RispondiElimina
  69. Te l'hanno mai fatto notare, che forse, non proprio a tutti, il tuo pensiero imbecille su cose troppo un pò troppo profonde, interessa per forza?!

    RispondiElimina
  70. te l'hanno fatto notare che forse puoi anche non leggere il blog se non ti interessa il mio pensiero?

    RispondiElimina
  71. ma ammettere di aver sbagliato ogni tanto, bambinella viziata?

    RispondiElimina
  72. Appunto, la classica risposta che ci si aspetta da un imbecille...tranquilla ci son passata dopo aver trovato questo post deplorevole sulla "Faccia avvilita..." addio.

    RispondiElimina
  73. "così impara a drogarsi": forse non hai mai conosciuto un drogato e i motivi che possono esserci dietro a gesti così autodistruttivi. Un bel post intriso di superficialità. Ciao ciao blog.

    RispondiElimina
  74. trovo ridicolo il buonismo di questi commenti, come se tutti fossero buoni samaritani impegnati nel volontariato con i tossic, come sempre ci si scandalizza in massa seguendo schemi di ragionamento plastificati e superficiali.
    Per quanto riguarda Giulia capisco la sua sincerità nel dire quello che ha detto e ci sta, trovo piuttosto infantile e fuori luogo però l'uscita su Cobain, prima di tutto perchè anagraficamente dubito che possa aver vissuto a fondo gli anni '90 e lo spirito che c'era allora, quindi è abbastanza superficiale quell'uscita più che quella sulla Winehouse.
    Per quanto riguarda il suo stile e il suo blog credo che sia uno dei meno scontati e banali del panorama italiano.
    Cmq le masse sono fatte da pecore come si evince da questa storia.
    Bye

    RispondiElimina
  75. AIRALI'S FASHION ti ricordo che sulla pagina delle avvilite sei stata proprio tu una delle prime a esprimersi con parole non certo buoniste nei riguardi della notizia della morte di Amy

    quindi fai il piacere di tacere

    ridicoli quelli che dicono a Giulia che non è la Wintour, perchè se lo fosse potrebbe dire certe cose?

    Non mi piace quello che ha scritto perchè la morte di una persona è in un certo senso "sacra" di chiunque si tratti, e si deve sempre portare rispetto, ma meglio un po' di franchezza che tutti questi soliti discorsi patetici!ridicoli!

    RispondiElimina
  76. SIETE TUTTI DEGLI EMO!

    ali

    RispondiElimina
  77. sono completamente d'accordo con E.

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB