6 settembre 2011

The discipline of fashion

Oggi mi è arrivato Vogue Italia di Settembre, e sono subito saltata agli editoriali. Il solito Steven Meisel, ma un editoriale bomba atomica con Stella Tennant e concept favoloso (almeno per me, ditemi poi voi che ne pensate). Dai ragazze non snobbatemi Vogue Italia che fa sempre il suo bel lavoro... volevo poi ricordarvi che Stella Tennant ha 41 anni. Così. Today the September issue of Vogue Italia arrived to me, and I've immediately looked at the editorials. Steven Meisel is always the main photographer, but he shoot this amazing editorial with Stella Tennand and a great concept behind it (at least to me it's like this). Come on girls, don't discredit the italian Vogue, they always do a good jon... I also want to remind you that Stella is in her fourties. Sigh.

26 commenti:

  1. la prima e la seconda foto fanno PAURA!!! Oddio ma come fa a stare strizzata in quel coso?? @.@
    Sere

    RispondiElimina
  2. urca, a me fa davvero impressione.

    RispondiElimina
  3. ciao Giulia, non credo sia il posto adatto per questa domanda ma visto che qui parli di editoriali e riviste, volevo chiederti quale mi consigli per un abbonamento. insomma ci sono talmente tante riviste che non so quale mi sembra più adatta...
    grazie!

    P.S: continua così! :)

    vale

    RispondiElimina
  4. fa veramente troppo senso
    franci

    RispondiElimina
  5. ho AMATO questo servizio!
    brava giulia continua cosi'
    ps:sei la blogger piu' "amata" dalle avvilite complimenti!

    RispondiElimina
  6. Già le pose delle modelle sono spesso innaturali poi vederla così strizzata...
    Ho trovato un video che ironizza sulle pose delle modelle:
    http://almacattleya.blogspot.com/2011/09/pose-da-modella-pose-innaturali.html

    RispondiElimina
  7. Ciao Giulia,ma chi è quel pazzo,incompetente che snobba Vogue Italia??? Ripeto,l'avevo già scritto come commento al post su Anna Piaggi:POVERI,POVERI VOI...e tutti quelli che criticano l'unica testata di editoria di moda italiana che riesce a fare VERA avanguardia.Questo editoriale è epocale.Come sono splendidi tutti gli scritti di A.P.Avete mai visto casa sua che museo della moda è??Ecco,massimo rispetto.

    RispondiElimina
  8. L'editoriale può piacere o no, ma è di sicuro impatto. Del resto Steven Meisel è un'istituzione... Quello che non mi piace di Vogue Italia è che è un giornale antiquato nella grafica, per niente attuale e in certe occasioni piuttosto grossolana e pretenziosa. Gli articoli, i cui contenuti sono interessantissimi, sono strutturati in maniera monolitica e risultano noiosi alla lettura. E poi mi piacerebbe vedere lasciato un po' più spazio ai fotografi emergenti... ce ne sono di notevoli invece ci propinano gli stessi nomi (anche se bravissimi) da decenni. Se non è un'oligarchia questa... Insomma io preferisco le versioni straniere, la francese e l'americana su tutte: mi sembrano più "umane"... ma son gusti...

    RispondiElimina
  9. a me fa solo impressione..saranno anche foto artistiche ma mi fanno star male e non riesco a definirle BELLE ...:(

    RispondiElimina
  10. quando si dice cavalcare un estremismo...

    RispondiElimina
  11. freak show? prima sta gente la portavano al circo, adesso sta nelle riviste di moda...vedi te i casi della vita ;-) da fenomeno da baraccone a canone di bellezza

    RispondiElimina
  12. Oddio O.o fanno effetto, ma a me...manca il respiro!!!

    RispondiElimina
  13. magari prima di giudicare un editoriale dovreste vedere a chi si espira e perche'.siete profonde come un pozzo eh?

    RispondiElimina
  14. concordo con l'ultimo commento..nella vita c'è di tutto e il concetto di bellezza è troppo soggettivo per essere cosi superficiali.bravo Meisel che riesce ancora a distinguersi.

    RispondiElimina
  15. ciao, ho visto che di tanto in tanto sul tuo blog scrivi anche della cura dei capelli, pelle, una profumeria ci ha fatto fare la recensione di un prodotto a scelta della debora dermolab, se ti interessa leggila
    ciao un bacio http://www.smoll.it/recensione-olio-struccante-dermolab

    RispondiElimina
  16. Vale: io sono abbonata a Vogue e compro sempre Jalouse, ma se ti dovessi consigliare altri giornali: LULA e THE GENTLEWOMAN. Bellissimi!
    Alma: haha verissimo!
    Rossella: anche a me Anna piace da matti, ma a volte (sarà che io sono ignorante rispetto a lei) non capisco proprio cosa scrive nelle sue d.p... :(
    Concordo con Maryhidden su certe cose: in effetti su Vogue si vedono sempre solo gli stessi 3 fotografi, nemmeno io ne posso più. Articoli a volte noiosi è vero anche questo, però continuo a preferire l'edizione italiana alle altre, zeppe di pubblicità e con editoriali pieni solo di capi "in " della stagione, spesso non molto fantasiosi
    E poi si, non l'ho scritto perchè lo riservavo al prossimo post, ma questo editoriale si ispira ad un personaggio molto interessante, Ethel Granger!

    RispondiElimina
  17. Ma cosa quoti beta santiddio! Andate a studiare un po' di storia del costume e della moda. Adesso è un canone di bellezza. Adesso proprio. Questa si chiama storia, è un editoriale evidentemente ispirato a Ethel Granger, non è di sicuro il nuovo canone di bellezza 2011! Non vedo nulla di male.

    RispondiElimina
  18. Non è una beta, ma una eszett. (cosa dovrei dire andate a studiare il tedesco?!si lo so, non sono simpatica).
    Chiedo umilmente perdono a questa giuria di dottori che non possono tollerare il genuino parere di un'umile addetta ai lavori che disgraziatamente ha deciso di pubblicare un commento frutto di un pensiero estemporaneo e forse non abbastanza calcolato e soppesato.
    Sono rammaricata di aver turbato i vostri animi, ma anche riflettendo un pò di più davanti a cotanto servizio fotografico non posso che continuare a ripensare alle foto in bn delle strane creature che venivano "esposte" negli spettacoli freak. Se poi la Granger era un genio o quant'altro non mi è permesso saperlo dal basso della mia ignoranza, allo stesso tempo non metto assolutamente in dubbio che il tributo di Meisel sia riuscitissimo.
    Ovviamente porgo anche le mie scuse per aver usato le parole "canone di bellezza", senza avere calcolato a fondo il potere semantico di questo concetto. Essendo Vogue un mensile che si occupa di moda (correggetemi se sbaglio), non lo trovo comunque così fuori luogo, visto che se questo personaggio è stato scelto come tributo per un intero editoriale, un riferimento ad una tipologia di bellezza è comunque presente (non ho parlato di moda, attualità o tendenza, e voi che avete studiato conoscete la differenza meglio di me).
    Evidentemente e sicuramente i due corsi inerenti alla storia del costume e della moda seguiti durante il mio percorso di studi non mi hanno permesso di esserne uscita una cultrice della materia.
    Mi ritiro e prometto che cercherò di usufruire delle democratiche domande poste di tanto in tanto alla rete da rockandfiocc in modo più ragionato e meno spontaneo.


    buona serata
    Silvia

    RispondiElimina
  19. Fa veramente impressione, ma è davvero d'impatto e Steven Meisel si conferma di nuovo come mio fotografo preferito.
    Non compro spesso Vogue Italia perchè stando in Spagna ho conosciuto il Vogue spagnolo che mi ha subito conquistato e se lo trovo lo compro più che volentieri. Non essendo troppo preso di mira, mi sembra che mantenga un profilo molto terra-terra e gli editoriali sono molto belli!
    Però è ovvio che l'italiano è interessante, su questo non c'è dubbio. Preferisco entrambi a quello americano..!
    (Giulia non linciarmi XD)

    RispondiElimina
  20. mia cara ß e' inutile che fai l'ironica e ti definisci "addetta ai lavori" (incredibile ormai lo sono tutte!!)per minimizzare il fatto che il tuo commento è e resta molto superficiale.
    nessuno ha detto che la Granger fosse un genio (anzi tropo abbastanza discutibile che abbia plasmato il suo corpo per piacere al marito,avrebbe dovuto farlo per se stessa).
    Conoscere un personaggio del genere mi ha particolarmente colpito perche' in quest'era di repliche e banalita' la scelta di Ethel (ripeto per quanto discutibile che sia) e' comunque una scelta di stile che va considerata in quanto tale.

    RispondiElimina
  21. Airali's: figurati, anche a me il Vogue spagnolo piace, l'americano proprio no, è tutto pubblicità e niente contenuti!

    RispondiElimina
  22. Giulia ma come mai il tuo blog riesce a raccogliere così tanta gente frustrata che non solo se la rifà con te di continuo ma che addirittura bacchetta anche i tuoi commentatori??
    Ho chiesto scusa, si l'ho fatto con ironia ed ero proprio curiosa di vedere le reazioni, ma se anonimo hai qualche problema con me perchè devi scrivere cattiverie su questo blog che non è il mio? se mi conoscessi sapresti che l'essermi definita in quel modo ha una giustificazione, non credi? se facessi l'impiegata, la disoccupata o l'avvocato forse avrei preferito scrivere in un'altro modo, non essere prevenuto considerandomi subito un'idiota spavalda.
    Santa pazienza, ho già detto di aver commentato la prima volta senza riflettere abbastanza sulla conseguenza della mia impulsività e voglia di esprimermi, e davvero mi dispiace, non volevo per davvero offendere nessuno per la mia probabile poca capacità di analisi e non pensavo che un blog come questo fosse oggetto di tanta intolleranza.
    Giulia sei proprio brava ad esporti di continuo con il tuo blog genuino, continua così.


    ciao
    S

    RispondiElimina
  23. da quello che scrivi sembri gia' un'idiota spavalda non c'e' bisogno che ti spacci pure da addetta ai lavori.io saro' frustrata ma tu sei una sfigata senza fine.bye

    RispondiElimina
  24. e cmq se sapessi leggere vedresti che il mio commento non era offensivo e ti sei data dell'idiota da sola quindi magari la prevenuta (addirittura contro te stessa!) sei tu.

    RispondiElimina
  25. va bene le foto sono artistiche ecc ecc
    però questo non toglie che ogni volta che si parla di vogue e si osa muovergli contro una critica contro arrivino certi elementi che fanno paura, come mai? vogue controlla di più la gente che lavora per te!

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB