19 settembre 2011

Let me introduce you my friend... Lisa (part 2)!

Abito Acne, collana Ann Demeulemeester, giacchina Cos
Pettorina Cos, abito Acne, giacca Cos
borsa Lanvin
scarpe Ann D.
gonna Marni,giacca Cos, camicia sheer Acne, scarpe L'Autre Chose, sciarpa Ann D., collana Lanvin
abito Sonia Rykiel, giacca Helmut Lang, sandali Margiela, clutch Prada,collana Lanvin
altre foto di Lisa (non fatte da me)
collettino fatto da lei (che mi ha regalato, grazie Lisetta!)
occhiali Prada
cappello Comme, collana Maripol per Marc Jacobs
con Matti
con stola Prada
collana Lanvin, camicia Prada
con stivaletti Margiela
abito Lanvin per H&M
con Terry a NY :)
Lisa e suo padre Nikko by Terry
con cappello Ysl e body Margiela
la borsa di Miu Miu che vorrebbe per questa stagione
Vi avevo già parlato della mia amica Lisa in un precedente post(http://www.rockandfiocc.com/2010/04/let-me-introduce-you-my-friend-lisa.html ), e ora ho altro da dire:
Conobbi Lisa quando avevo circa 18 anni, tramite amici comuni. La prima sera che uscimmo tutti insieme faceva freddo e non sapevamo dove andare, così ci portò nello studio grafico del padre, dove vidi la collezione di giornali di moda più grande che avessi mai visto. Il padre di Lisa è un importante art director, quello che si è inventato le campagne pubblicitarie di Sisley con Terry Richardson che fecero scandalo ai tempi. Dunque lavora con Terry da tanti anni, e ha insegnato a Lisa tante cose sulla moda. Dopo scuola da piccola lei si tuffava nei libri e giornali del padre, e respirava quell'aria. Io non avevo mai incontrato nessuno così diverso dagli altri, fino a che non conobbi Lisa. Per qualche anno, prima che lei tornasse in Svezia per frequentare la scuola di moda Beckmans, uscivamo insieme, con anche Giulio e Mattia, andavamo spesso al Plastic a Milano e spessissimo ai concerti (Babyshambles, the Horrors...). Ci divertivamo come matti, e facevamo a gara tutte le volte a vestirci più strani possibile. - Lisa è stata la prima ad avere Cheap Monday, le magliette di House of Holland, i leggings di Amercan Apparel che ordinava online quando non erano ancora di moda (oro e argento) -prima del boom dei leggings di lattice neri li aveva comprati direttamente da un sexy shop online, in latex, e per metterli l'aveva dovuta aiutare sua madre, con il borotalco! -è stata la prima a seguire il trend Dior Homme/Hedi Slimane/The Horrors, tagliandosi i capelli a scodella e vestendosi con camicie Dior Homme, fiocchi neri al collo, scarpe nere a punta e capelli neri a scodella - è stata la prima ad avere il Mac -la prima volta che l'ho vista io ero in jeans ed All Star, lei aveva un orecchino ad osso, una lunga collana nera Ann Demeulemeester, i capelli a scodella neri e un cappotto a uovo di Acne. Quando tirò fuori il burro di cacao di Chanel, capii che non c'era storia. - per lei il detto "incipriarsi il naso"è vero, dato che usa cipria bianca a volontà - nella scelta dei suoi abiti non le interessa minimamente nè il giudizio degli altri, nè le condizioni climatiche. Per l'esame di maturità si presentò a scuola con collant neri coprenti! -non entra da H&M nè nelle altre catene low cost.Non entra proprio.Compra solo nei seconda mano di lusso, in qualche vintage e da 10 Corso Como e Dover Street Market, quando è a Londra -Nel suo beauty: prodotti per capelli Bumble&Bumble, prodotti per la pelle Kihel's, trucchi Armani, profumo Comme des Garçons, rossetto Ysl e smalti Ysl e Chanel - nel suo stereo: musica tedesca, musica francese, post-punk, Grace Jones... -nel suo armadio: 7 camicie sheer nere (5 a manica lunga, 2 a manica corta), 2 camicie color carne, un body color carne Margiela,10 pantaloni neri (solo un paio di jeans, April77),giacche Helmut Lang, Rick Owens, gonne a ruota Cos, collant coprenti neri Wolford
- le sue macchine fotografiche: Leica e Yashica by Terry -ha solo 5 borse: una Alaia piccola nera, una Lanvin grossa morbida, una clutch Prada,una American Apparel di finto latex per la palestra, e due vecchie borse nere che non usa più - nella sua borsa: trucchi, una Moleskine nera, specchietto Marc Jacobs, pettine -ha fatto uno stage da Filippa K, e recentemente la stylist per il video di Lykke Li "sadness is a blessing"(lei ha scelto l'abito per la modella con i capelli grigi) Le ho chiesto un parere su un a certa blogger nostrana e le sue risposte sono state : "ma sembra una cubista ! /il suo sguardo mi sta proprio antipatico" -Dice che Chanel usa tessuti che non le piacciono, e anche Givenchy -Non si vanta mai, non dice mai cosa sa fare, chi conosce, che magnifici abiti ha -Lei e suo padre insieme possiedono tutti i libri di moda del mondo, tra cui quelli enormi tipo quello di Newton, di Prada, etc. -Ha mille altri abiti sparsi in magazzini a Parma e Stoccolma -Conosce i nomi di tutti gli art director e dei curatori di giornali, e compra giornali che io nemmeno conoscevo.
E’ bellissimo passare il tempo con lei, perchè imparo cose nuove ogni secondo, e le conversazioni sono sempre un botta e risposta di cose che entrambe sappiamo (lei di più). Piccola intervista a Lisa 1 CHI SONO LE TUE ICONE FASHION? Mi piacciono le donne forti, la grinta di Coco Chanel per esempio. Anche mio padre è sempre stato una figura di riferimento per me, mi ha introdotta in questo mondo di moda, fin da quando ero piccola andavo sui suoi set dove scattava Terry Richardson, passavo le giornate dopo scuola a guardare i suoi libri di moda (Alaia, il libro di Grace Coddington…) 2 COME SCEGLI I TUOI LOOK GIORNALIERI? Dipende da come mi sento: di solito parto dal vestito e poi aggiungo gli accessori. Spesso mi cambio tante volte prima di uscire e arrivo a scuola in ritardo . Non esco mai comunque senza una collana e un profumo. 3 COME MAI SEI SEMPRE IN NERO? Mi è sempre piaciuto il nero per la silhouette decisa che automaticamente conferisce. Non mi vedo con altri colori. Unici strappi alla regola del mio guardaroba, camicie bianche e qualche cosa color pelle (un body Margiela, un top sheer di Acne). Poi ho comprato un cappotto e un paio di pantaloni rossi, volevo creare un total look rosso (ispirata dalla sfilata di Givenchy), ma li ho messi 2 volte. Il nero è la summa degli altri colori, l’unico con cui mi sento a mio agio. 4 CHE NE PENSI DEL COLOR BLOCK? Non lo metterei. Forse un accenno di colore ma non di più. Mi piace però vederlo in sfilata (Prada, Jil Sander), ma è solo un trend passeggero, mi stuferei subito. 5 SECONDO TE CHI SI VESTE BENE? Mi piace Mariacarla Boscoso e Carla Sozzani, sempre in Alaia con scarpe maschili e gioielli Chris Ross 6 DESIGNER PREFERITI? Alaia, Miuccia perché non segue mai le mode ma le crea, Jojhi Yamamoto, Comme, Ann Dremeulemeest, Lanvin 7 ESCI MAI DI CASA STRUCCATA? Mai, da quando avevo 16 anni e ho cominciato. Uniche eccezioni: al mare se sono abbronzata, e per andare in palestra. Comunque al mare metto la crema solare protezione 50 8 COME TI VEDI DA QUI A 10 ANNI? A Parigi, con una grande casa di moda in Rue St Honorè, senza figli perchè devo concentrarmi sulla carriera, in una casa grande e bellissima, e con case in Italia e Svezia 9 COSA INDOSSI QUANDO FA CALDISSIMO? Abito in seta nero largo di Miu Miu e paperine Lanvin o sandali Margiela 10 IL TUO TOTAL LOOK IDEALE PER STARE COMODA ? Abito Lanvin per H&M con i fiocchi nero, che è anche di lana quindi tiene caldo (ne ho bisogno qui in Svezia) e con l’elastico in vita schiaccia la pancia, scarpe maschili AnnD. 11 NEGOZIO PREFERITO Corso Como, imbattibile. 12PROSSIMI ACQUISTI? Un cappellino nero con fiocco alla Jakie O. 13 PROSSIMI ACQUISTI CHE SOGNI? Abito sfilata Miu Miu, borsa di pelliccia Miu Miu,abito nero con inserti jelly di Kane, ma il vero sogno è la pelliccia in mongolian lamb di Alaia che aveva Daul Kim 14 FILM PREFERITO Il portiere di notte 15 COLLEZIONI QUALCOSA? Colleziono le piccole sedie di Vitra, che si trovano nei negozi Vitra o nei negozi di design. Mio padre mi regala anche un sacco di paperelle di plastica, ne ho tantissime 16 COSA NON MANCA MAI NELLA TUA DISPENSA? Tagliolini al tartufo della Pec 17 COSA NON MANCA MAI NELLA TUA BORSA? Pettine con punta estraibili per fare la riga e trucchi 18 LOCALI MIGLIORI? Il Plastic di una volta, Le Baron e l’ Hotel Costes a Parigi per un drink 19 CATENE DI ABBIGLIAMENTO PREFERITE Cos 20 COSA CONSIGLIERESTI A CHI CERCA DI TROVARE IL PROPRIO STILE? Non copiare gli altri, trovare silhouette vi stanno bene e vi piacciono e attenersi a quelle, e ovviamente avere sempre qualcosa di nero nell’armadio, con il nero non si sbaglia mai! 21 SITI CONSIGLIATI? http://blacksilhouettes.tumblr.com/ http://www.someslashthings.com/blog/ http://aquitesimplepointofview.tumblr.com/ http://www.ubuweb.com/
Insomma, se le foto non vi fossero bastate, ora capite perchè Lisa è e rimane la mia unica e più grande icona fashion incontrastata! Come ho sempre detto, se aprisse lei un blog per me potrebbero tutti chiudere :)
Ricordatevi il suo nome, perchè di qui a qualche anno vedrete le sue collezioni su Style.com!

25 commenti:

  1. I gioielli sono dell'artista Chris (o Kris) Ruhs.Per lungo tempo compagno di Carla Sozzani,nonchè ideatore dell'iconico marchio-bersaglio di 10 Corso Como.La tua amica Lisa è semplicemente favolosa...che classe ragazzi!
    E' la prima volta che capito sul tuo blog e devo dire che se i tuoi amici sono questi...be' non sarà di certo l'ultima!ciao

    RispondiElimina
  2. io avevo già detto di amarla.
    dopo questo post non posso che rinnovare il mio sentimento per lisa!
    ahah
    x
    g

    RispondiElimina
  3. Mi sono completamente innamorata di lei. <3 <3 <3
    Ma è vera? :P :))
    Giobi

    RispondiElimina
  4. Stavo per scrivere un romanzo facendo un paragone tra lei è la famosa nostrana che si basava un po' sull'umiltà e le competenze ma vi chiedo solo questo: perchè, lei che può, non ha aperto o non vuole aprire un blog? Mi incuriosisce tantissimo.
    Vale

    RispondiElimina
  5. ma allora esistono davvero queste persone, e ci si può pure essere amici!no sul serio,questa ragazza è troppo...troppo!!!mi sono un po' innamorata pure io!

    RispondiElimina
  6. no scusate, ho aperto i commenti per divertirmi un po con le infamate che ero certa di trovare e invece....Lascio definitivamente a voi commentatori del "wow che stile, già la amo" la rock & fiocc, che forse un giorno si affaccerà al mondo reale, poserà la veste da cool hunter alternativa, e disincantata si ritroverà in fila con altre 1000 uguali a lei aspiranti trend setter a controllare di che brand sono le scarpe di quella davanti.
    Però forse per quel giorno avrà imparato a scrivere ANN DEMEULEMEESTER

    RispondiElimina
  7. Rispetto per la tua amica Lisa, ma tu che ti metti a commentare ogni singolo pezzo del suo armadio sottolinei il tuo status di wannabe dei miei stivali!

    RispondiElimina
  8. La parte che più mi è piaciuta è quando hai scritto che non si vanta delle sue conoscenze. E' una cosa atipica in questo mondo dove si cerca di arrivare il più possibile. Sarei curiosa se facesse un suo blog e leggere le nuove tendenze secondo lei.
    Quando l'ho vista nel primissimo commento, mi sembrava un po' distaccata, un po' come se fosse consapevole di essere di un altro mondo.
    A questo punto mi piacerebbe vedere il servizio fotografico che ti ha fatto.

    RispondiElimina
  9. Vale: perchè è troppo impegnata con le sue cose!
    Penultimo anonimo: ma vai a zappare, e Ann Demeulemeester lo so scrivere dalla notte dei tempi, sfortunata.
    Ultimo anonimo: wannabe de che?
    A regà, se non capite un cazzo almeno state zitte, che poi mi incavolo pure io.Semplicemente ammiro Lisa, fine.Ma quale trend setter?

    RispondiElimina
  10. La ammiro moltissimo, fortunata lei che riesce a distaccarsi da tutto 'sto lerciume e sfigati gli anonimi che devono per forza infamare qualcuno per sentirsi superiori e realizzati.
    Continua così Giulia che non sei una wannabe del cazzo.

    MartA

    RispondiElimina
  11. Proprio la risposta che mi sarebbe piaciuto ricevere! :)

    RispondiElimina
  12. Lisa è una F I G A. Non per quello che ha, ma per quello che è, per la sua personalità che se è veramente la persona che hai descritto beh.. Sarebbe molto interessante conoscerla, come hai scritto tu c'è solo da imparare da lei. Tanta stima.
    Elisabetta

    RispondiElimina
  13. eh si, ora è difficile descrivere una persona con un post, ma il suo bello è che non si interessa per niente degli altri, di quello che fanno e dicono,non parla mai in negativo (e qui c'è da imparare davvero), è concentrata sul suo futuro e con molta umiltà, secondo me.E' davvero in un altro mondo,e secondo me è una cosa buona!
    La mia lista di brand del suo armadio e simili è perchè mi incuriosisce sempre molto sapere cosa indossa, firmato o meno. Di sicuro se incontro una un po' più scipia non le chiedo di che marca sono le scarpe.

    RispondiElimina
  14. Oddio!! Lisa è....è.... SUPER!!!! Persone così io le guardo ammirata, pendo dalle loro labbra e vorrei avere un decimo di quello che hanno in armadio, un decimo delle loro conoscenze e un decimo del loro carattere!
    Aspetto le sue creazioni, LEI se lo meriterebbe appieno!!!

    RispondiElimina
  15. "non parla mai in negativo (e qui c'è da imparare davvero)"
    almeno te ne rendi conto..si può sempre migliorare.

    RispondiElimina
  16. e con altrettanta umiltà dovresti accettare le critiche, è il prezzo dei 5 minuti di notorietà no? Certo bel pulpito dal quale mandare a zappare il tuo....

    RispondiElimina
  17. penultimo: infatti, me ne rendo conto.
    Ultimo: Ma quali critiche, questi sono commenti del cazzo. La critica è "guarda Giulia io penso che",e io non mi offendo, non robe tipo: "non sai neanche scrivere Demeulemeester". Mi fate ridere con ste robe,fate le galle con i commenti stronzi nascoste dall'anonimato, e poi "eh non accetti le critiche". Ma per favore...

    RispondiElimina
  18. giusto, come hai detto tu una volta giulia : facile offendere e poi quando reagisco dire che io sono permalosa!
    dai su, non voglio far come le funz dell'insalata che ad ogni critica la difendono con sietesoloinvidiose, ma qui c'è un accanimento stupido a volte.
    io invece apprezzo tantissimo i post sui tuoi amici perchè mi fanno riflettere su come anchio abbia amici stupendi,dovrei valorizzarli di più e dir loro quanto sono in gamba, tu lo fai pubblicamente, io se fossi tua amica mi sentirei onorata! chiara

    RispondiElimina
  19. Cavoli che donna! Io personalmente aspirerei a diventare più come lei che come la ragazza che avevi conosciuto a N.Y. (Isa mi pare, carina ma anonima e un po' scialbetta). Non so se capita solo a me ma ogni volta che una persona mi colpisce e mi interessa mi chiedo subito "chissà com'era da piccola", ed è quello che ho subito pensato di Lisa, mi piacerebbe da morire vedere una sua foto di qualche anno fa. Comunque non capisco come tu faccia ad incontrare tutta questa gente interessante, che i migliori siano ben nascosti in provincia? Io abito a Milano è c'è solo gentaglia.

    Annie

    RispondiElimina
  20. Chiara: grazie mille, spero a loro non dispiaccia apparire sul web così!
    Annie: era come ora, più o meno... Non so, ho amici davvero stupendi. E non li menziono nemmeno tutti, le mie migliori amiche non sono mai apparse sul blog!

    RispondiElimina
  21. Questo post ha largamente giustificato e accentuato ancora di più la curiosità che Lisa mi suscitò sentendo i racconti di un'amica del suo famoso papà Nikko Amandonico!
    bel post!
    un bacio
    Totti

    RispondiElimina
  22. ma quanto sei acida??

    cmq Lisa è sicuramente un bel personaggio, ma sarà pur entrata in un HM per comprare il Lanvin for HM..

    RispondiElimina
  23. quanta arguzia

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB