29 febbraio 2012

Fashion Food Pairing with Grazia.it

Tra i tanti difetti che ho c’è anche la completa incapacità in cucina.
Ho sempre odiato perdere tempo a mangiare, non ho mai apprezzato veramente andare al ristorante né fare l’aperitivo, non mi metterei mai una giornata in cucina per preparare una cena. Insomma, non sono un’amante della buona tavola.
Peccato, perchè la mia mamma era una grande cuoca, membro di un circolo di cucina e tutto il resto. Mi obbligava a mangiare primo, secondo, contorno frutta e dolce, a pranzo e cena. Il "non ho fame" non è mai esistito, a casa mia.
La merenda tipo che mi preparava alle medie erano focaccine salate untissime con formaggio fuso. Per farvi capire. Infatti io e mio fratello siamo delle fogne,io specialmente mangio tutto, tanto e in modo schifoso.Non sono schizzinosa, potrei fare la spesa tutta la vita alla Lidl e mangiare cioccolata a pranzo e a cena. Abitando da sola questa brutta abitudine è peggiorata sensibilmente, e i miei pasti tipo sono più o meno così
Sabato: arrivo a casa con una fame terribile, e mi butto immediatamente sulla Nutella, impugnando il cucchiaio grosso. Ne mangio qualche cucchiaiata, poi mi forzo a chiuderla. Ma ho ancora fame, dunque apro il frugo e mangio un wurstel crudo (un evergreen). Poi decido che non basta, e prendo qualche creacker su cui spalmo un po di pesto (grande errore non aver comprato la maionese per fare i salutisti…).
Domenica: torno a casa, ho fame. Apro una bustina di mozzarella e la mangio a morsi. Neanche ci penso a metterla nel piatto. Poi passo alle patatine. Poi succhio il Riomare pathè alle olive direttamente dal tubetto, mangiandoci insieme cracker di riso. Bevo il latte dalla bottiglia e mangio una barretta di Kinder Cioccolato.
La mia coinquilina mi guarda disgustata e io mi diverto un mondo :)
Insomma, quando mi hanno invitata da Grazia.it per partecipare ad una giornata dedicata al FOOD, in particolare al Fashion Food Pairing, ho proprio pensato di non essere la persona giusta per partecipare!
Invece è stato molto interessante, perchè ovviamente dietro il mondo della cucina e del cibo ci sono tantissimi segreti e curiosità Infatti prendo appunti !
Erica e Roberta
la ricetta fatta e pronta!
Vi lascio leggere direttamente su Grazia.it
Il mio articolo su quello che ci hanno insegnato sul fashion food pairing (un concetto un po' complicato che ho cercato di rendere al meglio)
La ricetta del giorno (buonissima!)
Il video dell'evento

33 commenti:

  1. Ciao Giuliaaa! finalmente trovo anche il tempo per commentare i bei post e mancando da un po' sul tuo blog ho molto da leggere, un bel po' d'arretrato...volevo dire, tesoro mio ma tu ti fai del male se mangi cosi'!!! Non ti devi sfondare di cibo ma e' troppo importante mangiare bene, e' vero che a 20 anni non ci pensavo molto, poi verso i 25 ho notato che mangiando determinate cose, persino pelle e capelli trovavano giovamento.La svolta l'ho avuta quando ho conosciuto una donna di 45 anni che sembrava averne meno di 30 e mi ha spiegato che tipo di dieta seguisse...Non saltava mai un pasto fra le altre cose.Percui inizia il prima possibile, piano piano, vedrai poi che diventa un piacere irrinunciabile.Se vuoi entro nei dettagli della dieta della tipa...se trovi possa esserti utile.bacioni Fede

    RispondiElimina
  2. Giulia!!! Invece rivogliamo di nuovo la rubrica "Rockandfiocc in cucina"!

    RispondiElimina
  3. sono d'accordo con entrambi i commenti sopra!! come una volta non ne sapevi niente di beauty..anche cucinare può rilevarsi divertente e utile!!!

    RispondiElimina
  4. Ma che brutto quello che mangi, fa vomitare!! Sei fortunata comunque ad avere pelle e capelli cosi belli nonostante le schifezze che ingurgiti!lucky you, pero' poi non ti lamentare della cellulite

    RispondiElimina
  5. argh i wurstel crudi...in realtà mi fanno schifo anche cotti, ma se penso a quando sono crudi e viscidi mi viene da vomitare!

    No no no Giulia mi piaci e stai simpatica non puoi mangiare queste cose!!!!!

    Buona la ricetta la proverò.

    RispondiElimina
  6. per lo meno potevi evitare di descrivere tutto per filo e per segno, accidenti a me e quando mi son messa a leggere questo post

    fai vomitare sul serio e ti perdi una delle parti piú belle della vita (soprattutto per noi che sotto questo aspetto siamo fortunati ad essere italiani e di regola, apparte te, sappiamo tutti cosa vuol dire mangiare bene)

    RispondiElimina
  7. come mai non citi irene?

    RispondiElimina
  8. Dai ma quella foto di Roberta è orrenda! Non che pensi che tu l'abbia messa apposta ('ste cose lasciamole alle drama queen) ma potevi non pubblicarla, noncarrellassimo nei suoi confronti! Certo non le rende giustizia, carina com'è. Bella tu, un po' meno quello che mangi! Ma non ti cucini mai qualcosina? Che so un piatto di pasta, verdure... Io quando pasticcio così rimango sempre insoddisfatta! (e mi faccio un po' schifo :D). Mi piace questa collaborazione con Grazia, interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *non è bellissimo ahah

      Elimina
    2. P.S. Scusa la franchezza ma ho appena letto il tuo articolo e sono perplessa... Magari dedicagli (si dice? Mi suona male) qualche minuto in più perché mi son sembrate quattro frasi messe insieme a casaccio! Comunque ora la pianto di lasciar commenti

      Elimina
  9. Ma davvero mangi sempre così male? Certo l'educazione alimentare fa molto, ma c'è sempre tempo per iniziare anche perchè...Ti perdi una delle parti migliori della vita!
    Io non so cucinare nè mi piace particolarmente, ma adoro mangiare bene.
    Mi è venuta la nausea a leggere come ti nutri...bah!


    cami

    RispondiElimina
  10. secondo me mangiare bene è una delle cose più belle della vita! beata te che non ingrassi!
    deli

    RispondiElimina
  11. 1) come fai ad essere così magra? forse perchè mangi solo il sabato e la domenica?
    2) come fa a non piacerti mangiare???

    RispondiElimina
  12. ciao! scusa la franchezza nel mio commento: ho guardato il video del vostro "laboratorio". Ma li fashion e food dove li vedete voi? sembra la bruttissima copia del sito che hai pubblicato qualche giorno fa!
    vale

    RispondiElimina
  13. scusa ma non potevi parlare delle cose che hai imparato invece che raccontare delle tue pessimi abitudini alimentari?
    altrimenti che cosa ti hanno invitata a fare? per dire che sei stata lì? mah..tutti uguali voi blogger

    RispondiElimina
  14. ovviamente intendo che ne potevi parlare qui invece che reindirizzare a grazia, cioè onestamente non mi piacciono queste cose, tutta pubblicità e marketing

    RispondiElimina
  15. non sa scrivere ed è superficiale,ecco perchè.
    Cioè è allucinante,
    se vuoi migliorare come blogger e intraprendere una professione in tal senso,o più in generale, nel giornalismo di moda, cerca di non mescolare la versione "caro diario di una 12enne con disordini alimentari" con quel qualcosa di più professionale che l'occasione di scrivere per grazia.it ti sta offrendo.
    Questione di buon gusto eh.
    M.

    RispondiElimina
  16. Ma rileggere quello che scrivi??? Comunque io non ne andrei tanto fiera di non saperne niente di cucina ed essere stata invitata ad un "evento" simile('na cagata che solo perchè è di Grazia wooow ma va bè)...mmmm...aspetta mi ricorda una certa ragazza bionda...

    RispondiElimina
  17. no, ma , ultimi anonimi...un po' di anti acido la mattina?vabbè fare anche le critiche ma qui c'è solo la volontà di offendere , e prima di parlare di disordini alimentari documentatevi, dato che tale terminologia si riferisce a patologie ben precise e non a cio' di cui parla Giulia (verso la quale emerge solo la vostra EVIDENTE invidia)

    RispondiElimina
  18. La dettagliata descrizione dei tuoi must alimentari, sebbene un po' creepy, è davvero troppo esilarante!
    Per farla lunga e boriosa, comunque, rispetto a quello che non ci interessa non operiamo delle scelte, come nel tuo caso decidere di mangiare "sano" o "di gola". Quel che è importante dal mio punto di vista, nei riguardi del consumo (cibi, abiti, cosmetici, tutto) sarebbe cercare di interessarci alle cause ed effetti delle nostre scelte, prendere consapevolezza del perché agiamo in tal modo e su cosa influiscono le nostre decisioni nel mondo che ci circonda. Decidere di diventare vegetariani/vegani, non comperare da multinazionali, da aziende che testano su animali, comperare biologico e per motivi di reale necessità e non per smania di riempire un vuoto sono tutte sacrosante azioni che scaturiscono da un simile principio. A volte è solo pigrizia mentale quella che non fa interessare a come e con cosa venga fatto Mr.Wurstel o come la Nestlè (kinder e nutella, ovviamente) tratti foreste, operai e cosa butti dentro ai suoi prodotti. Certo, puoi saperlo ma decidere che non ti tange... E' un discorso forse troppo etico, e d'altronde io qui sto in "casa tua" a farti due palle non richieste per niente, tu hai le tue abitudini, io le mie, tu la tua etica, il resto del mondo la sua, volevo dirti questo solo perché non è bello sicuramente per l'autostima (e in modo lato per un sacco di soggetti chiamati in causa "indirettamente") trattarsi consapevolmente come una fogna. Giulia, non puoi volerti così male! ...Non desidereresti un'insalatina biologica che ti sorride invitante?

    RispondiElimina
  19. ecco..proprio l'esempio di una insalatina....non mi par proprio la tappa intermedia passando da nutella e CO...magari una buona pastasciutta con verdure?!

    RispondiElimina
  20. ...Lo chiamavano sarcasmo...

    RispondiElimina
  21. ci mancava la solita tirata sul go vegan...
    cmq giulia nessuno ti invidia
    solo che come ti hanno fatto notare se il blog prende una piega più professionale dovresti cercare di essere più precisa, questo post non spiega niente e il post su grazia ancora di meno
    senza insinuare disordini alimentari, cosa che è altamente maleducata e irrispettosa

    RispondiElimina
  22. Anonimo delle 11:06 am, che sostieni che Giulia non sappia scrivere e inizi una frase con Cioe`, sei il top!

    RispondiElimina
  23. In realtà ne ha eccome di disordini alimentari. A Parma lo dicevano tutti che sei anoressica. Magari crescere un po' non ti farebbe male...Meno cazzate sulla moda e più cervello, grazie.

    RispondiElimina
  24. per NoiR:il sarcasmo non lo sai rendere evidentemente
    per l'anonimo spettegolante ed infamante:ribadisco,sciacquati la bocca prima di dare dell'anoressica a qualcuno.Il cervello di Giulia surclassa il tuo 1000000000 a zero, lei fa post interessanti e ricchi, non solo di moda...tu, a parte commenti maleducati, che sai fare?

    RispondiElimina
  25. mai avuto alcun disordine,checche' ne dicano a parma (gente che non miconosce evidentemente,perche se chiedeteai miei amicivi dirannoche mangio come un bue),sono sempre stata cosi,e per tutti gli altri,cogliete un po la mia ironia,e'OVVIO che non mangio sempre cosi...a pranzo sono in mensa e faccio sempre pranzi a 3portate e la sera dipende. santo cielo...

    RispondiElimina
  26. non cito irene perche non c era
    non parlo qui dell evento di grazia perche vi rimando al sito
    spero roberta non abbia da ridire sulla foto,ovviamente non metterei una foto brutta intenzionalmente

    RispondiElimina
  27. Tralasciando il come mangi che, onestamente, sono fatti tuoi e non nostri (ok te lo dico, una pasta in bianco è una cavolata!!! :D), ho letto i commenti sull'anoressia.... credo che una ragazza malata lo si noti. Avete mai visto le vere anoressiche come sono? Guardatevi qualche backstage delle sfilate!!!
    Quanta infamia!

    RispondiElimina
  28. che bella la foto di te, hanno catturato un bel momento! ok, e adoro come ti stanno i capelli, all'indietro ^^ usi qualcosa al di là di shampoo/balsamo?
    sul cibo, ci sono per tutti / credo/ momenti svacco in cui si mangia per nutrirsi e basta, ma spero che tu sappia apprezzare anche una buona cucina :)

    RispondiElimina
  29. ..anche ammettendo che una persona possa avere dei problemi, non è certamente accusandola con tanta durezza che li risolverà, questa è cattiveria aggratis fine a se stessa...

    RispondiElimina
  30. Cassandra Gemini20 marzo 2012 22:15

    mi domando solamente UNA cosa: PERCHE' ogni volta che vengono tirati in ballo i disturbi alimentari mi tocca farmi venire un'ulcera per la rabbia? basta dire cavolate, servono solo a propagandare l'ignoranza che già circola in merito all'argomento!
    "credo che una ragazza malata lo si noti. Avete mai visto le vere anoressiche come sono?" COSA SIGNIFICA 'LE VERE ANORESSICHE'? GIURO, SONO CURIOSA DI AVERLO DAVANTI AGLI OCCHI QUESTO BENEDETTO IDENTIKIT DELLA 'VERA ANORESSICA'.

    RispondiElimina
  31. dai cassandra non te la prendere, non è questo il problema, bisogna tollerare che la gente possa parlare superficialmente di alcune cose che non ha vissuto in prima persona, è normale

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB