11 maggio 2012

Rookie I love you

Come vi accennavo nel precedente post,Rookie è uno dei miei siti preferiti. Non ha neanche un anno di vita ma è pieno di cose fighissime, tutte incentrate sul gusto di Tavi. Teenagers, film alla Sofia Coppola e altri cult, cose nerd, roba rosa, 90's, rock'n'roll, vintage... esattamente il genere di cose che mi piacciono. Trovo sempre articoli divertenti e idee carine, oltre che ispirazione random. Tipo: Esiste un sito che trasforma qualunque foto mandiate in carta da parati. Carta da parati personalizzata. Sto già pensando a mille versioni kitch per la mia kitschissima casa dei sogni
Daria è un punto di riferimento di Tavi. A volte, quando mi vesto di nero (haha) mi viene in mento Françoise Hardy, gli esistenzialisti e cose del genere... argomento troppo impegnato per il blog
Vorrei essere una delle Shangri Las. Possibilmente l'unica che sembra una donna.
Abitino carinissimo di Opening Ceremony, che apre nella mia testa la stagione del "devo assolutamente farmi fare un abitino con questo taglio, o mi ritroverò come al solito a Luglio con i due shorts di jeans che ho e minigonne con cui non posso andare in bicicletta". Vorrei solo abitini larghi ed ariosi, da poter portare senza reggiseno e senza maniche per evitare il problema sudata-sotto-lascella
Un articolo spassoso sul perchè l'autrice ama i glitter mi ricorda anche che negli anni '90 andavano di moda le clips glitter per i capelli. Santo cielo...
Foto dal blog Fancy Fine. Sono caduta morta alla vista di questo stupendo cappottino e abitino... imi vesto di nero ma adoro sempre queste cose
A quanto pare si può tingere qualsiasi capo di vestiario, ANCHE LA LANA e la seta (sogno?!) grazie a questo prodotto, che vado immediatamente ad acquistare online. Oddio tingo tutto
2 outfit bellissimi di Tavi, con cappotto rosso/maculato (ADORO questo abbinamento di colori, so punk chic)
Come fabbricare una gonnellina da una federa di cuscino
come replicare una scollatura di un abito di Luella
idee cheap ma divertenti per regali agli amici (questa la riutilizzo SICURO)
Abitini Vivetta per la p/e 2012 (STO MALE li voglio tutti)

10 commenti:

  1. Più che una donna a me sembra Justin Timberlake con chioma bionda...

    RispondiElimina
  2. O.T.: Ciao ti ho voluto assegnare un premio. vieni pure nel mio blog.

    RispondiElimina
  3. io adoro rookie. mille mille idee e cose interessanti/bizzarre.
    sempre originale, tavi.

    c.

    RispondiElimina
  4. scusa, non per far partire l'ennesima polemica, ma il nesso tra la Françoise Hardy e gli esistenzialisti?
    penso sarebbe interessante sapere le ragioni della scelta tuo nero totale, anche perchè ti è successo un pò da un momento all'altro e non può essere solo una questione di trend o cose del genere, no?

    RispondiElimina
  5. bellissime idee,rookie non è solo per teenagers =P

    F.

    RispondiElimina
  6. Anonimo: faceva un po la parte dell'esistenzialista, sempre vestita di nero, triste, i suoi testi delle canzoni sempre melanconici... un esistenzialismo molto superficiale, ovviamente.
    Come ho già detto, era da parecchio tempo che mi trovavo poco a mio agio nel vestire colorato. Tutte le volte che indossavo un paio di jeans mi sentivo vestita male, stessa cosa dicasi per le magliette con stampa e i maglioni colorati. A Settembre sono andata a trovare la mia amica Lisa in Svezia, grande amante del nero, e mi sono detta "beh, perchè non eliminare semplicemente tutto quello che mi fa sentire inadeguata?" e così ho fatto.Mi trovo molto meglio ora.

    RispondiElimina
  7. beh io credo che tutta questa mitizzazione di decadi e personaggi abbia proprio stancato, basta ragazzi, dai anche Tavi cosa vuole saperne degli anni '90? ne parla solo perchè fa figo, eprchè gli anni '80 ormai hanno stancato e sono stati abusati come revival, allora i '90 se li filano ancora in pochi, la gente indossa ancora gli skinny e allora fa figo tirare fuori una decade ancora poco vista, ma credetemi che non c'è niente da mitizzare, era un periodo come un altro, come oggi
    perchè la gente non si impegna a tirare fuori nuove idee? e poi anche Giulia francamente se ha 24 anni nei '90 era una bambina
    e gli anni Sessanta, Settanta, belli quanto volete ma anche quelli hanno stracciato le balle, basta, evolviamoci, troviamo qualcosa di nuovo, il passato è bello ma è passato
    e poi anche fare i fighi continuando a rivangare nei vecchi bauli cioè davvero ormai è solo una moda, difatti una tredicenne (o quanti anni ha) che parla di cose di cui non può capire niente o quasi, baahh

    RispondiElimina
  8. io ho sempre saputo che Juliette Grecò era l'esistenzialista e Françoise Hardy la ragazza yèyè.. Comunque il tuo blog mi piace molto!

    RispondiElimina
  9. diciamo che Hardy era l'anti ye ye, a partire dai capelli, era malinconica, mentre tipo france galle o sylvie vartan erano le yeye per eccellenza
    cmq concordo con l'anonimo, a parte questa moda di citare cose che sono successe quando si era alle elementari, veramente inventiamo qualcosa di nuovo! basta vintage!

    RispondiElimina
  10. Tavi non ha più 13 da 2 anni e mezzo ormai XD E' un'appassionata di moda, credo condivida ciò che le piace e ciò che legge nei libri e nelle riviste. Se negli anni '90 non era ancora nata, che importa? Mica tratta le questioni politiche della guerra del Golfo! Parla di moda che superficialmente è frivola per eccellenza! Io adoro gli anni'60, ma anche se non ho 60 anni, ne parlo comunque, perchè nei libri che ho letto ho scoperto un tipo di moda interessante.
    Dopo di che, la moda è ciclica, ciò vuol dire che ogni tot di anni vengono riproposte le stesse cose. Il vintage è vintage solo se ha più di 20 anni e dato che il nuovo vintage cade agli inizi degli anni '90, è ovvio che gli anni '80 abbiano stufato. Questo perchè siamo bombardati dalla pubblicità sulle riviste, che inconsciamente ci suggerisce cosa indossare.
    Un'ultima cosa: la moda è stata inventata tutta. Ed è vero, è impossibile inventare una linea nuova, un abito che NESSUNO ha mai visto! Ormai, si punta sul tessuto che più è strano/innovativo/tecnologico, meglio è! Ora si punta sul minimalismo, per dar ampio spazio agli abbinamenti colore/tessuto e lo streetstyle è diventato importantissimo! Non siamo più negli anni '60, per citarli di nuovo, tutto quello che doveva accadere nella moda di rivoluzionario, è accaduto.
    I canoni per decidere se una collezione è innovativa o meno, sono cambiati.

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB