22 settembre 2012

Fashion week si vabbeh

Eccoci qui, fashion week a Milano! A me la cosa non tocca particolarmente ma vedeste in giro che circo... gente isterica ovunque, gomiti piegati a reggere borse come piovesse, abbinamenti improbabili stile circo, e uniche persone normali i super editor e giornalisti, che pensano probabilmente a lavorare, non a fare gli sfigati in giro vestiti come matti.


Eccomi qui Mercoledì, tutta in tiro per l'incontro con Grazia.it



Dove ho rivisto le ragazze, sempre adorabili :)







Prima sfilata: Francesco Scognamiglio. Trasparenze, pizzi, e il gay difianco a me che commentava "ragazzi ve lo dico.. fare il fotografo è peggio del minatore" T_T


Giovedì davanti a Prada per incontrare La Zit, delirio di folla

I dipendenti che se la ridevano dalle finestre

A proposito di Zit, si ragazzi, è simpatica come sembra. E' super gnocca e ce la siamo raccontate per più di 4 ore! :)




Venerdì: Les Copains, da una posizione non proprio privilegiata :)

Mi fa sempre strano vedere la gente alle sfilate...
la gente si divide in tante categorie:

-il wannabe modaiolo: gente orrenda che vuole entrare/farsi vedere/farsi fotografare/ si crede alla moda. In realtà sono solamente ridicoli, vestiti con accozzaglia di roba. Spesso hanno l'invito standing perchè sono amici di quello che lavora per l'azienda/l'hanno elemosinato all'amico gay/stilyst. Gracchiano cavolate tutto il tempo con il gomitino piegato e fotografano tutti con l'I phone.

-la fighetta milanese (o della provincia): abitino in pizzo, biker boots, borsa di Vuitton, boccolo fresco. Non ha l'invito ma crede di poter entrare perchè è figa. Tesoro, sarai figa nella tua classe alla Bocconi, qui fuori da Prada non sei nessuno.

-la editor/giornalista cazzuta: arriva quasi correndo all'ingresso sfilata e entra velocissima senza farsi notare. Tanto quasi nessuno la conosce, sono tutti concentrati su Anna dello Russo e Bryanboy. Deve lavorare lei, non farsi vedere.

- la giappa crazy: giapponesi vestiti in modo assurdo con mille marchi addosso che non sanno bene dove andare ma sanno di voler entrare. Non si intendono con la security ma è ovvio che entreranno, con quella giacca pazzesca...

-quelli che non sanno cosa succede:
Fuori da Prada un ragazzo e una ragazza mi fermano per chiedermi: "ma che manifestazione è questa?" Io: "Prada". "Si, ma che manifestazione?" Suppongo che non tutto il mondo viva per la moda (e hanno anche ragione)

Poi c'è tutta la bagarre dentro per prendere i posti, sgusciare senza farsi vedere in posti per i quali non si manifesta nessuno e guardare la sfilata. Per me, piccola provinciale con gli occhioni sgranati a sbirciare Kate Lanphear e Hamish Bowles, è sempre un'emozione. E le modelle sono quasi sempre da brivido, troppo troppo magre, poverine.





e rieccomi, tutta low cost vestita (ma le scarpe di Aldo sono comode, giuro).
Capelli di m@#€£§ courtesy of Tony&Guy.
Direi che la mia settimana della moda è stata più un poche ore della moda, haha!

35 commenti:

  1. sei bellissima anche con questo taglio :)

    RispondiElimina
  2. Peccato i commenti scarni alle collezioni, mi sembri molto più attratta dai personaggi che ruotano attorno alla FW che alle sfilate :)
    E sei fighissima in quest'ultimo look!!! Mi vestirei così tutti i giorni, magari con tacchi diversi :P

    Potevi dire al tipo durante la sfilata, che piuttosto che sentire cazzate simili, pianteresti le tue unghie su una lavagna. Meno fastidioso!

    RispondiElimina
  3. bei outfit!! soprattutto il secondo..

    RispondiElimina
  4. Ci dai le coordinate delle scarpe Aldo? Sono una bomba, ma sembrano scomodissime all'apparenza e non capisco perché non lo siano, come hai detto, nella realtà..
    Veronica

    RispondiElimina
  5. Grazie Juliet :)

    sono scarpe Aldo che ho preso durante i saldi, non le ho più viste in negozio! Sono comodissime perchè hanno 2 cm di plateau nascosto ;)

    RispondiElimina
  6. Vogliamo i dettagli sulla marinière e sui pantaloni che indossi nelle ultime foto!! Stai davvero benissimo!
    Federica

    RispondiElimina
  7. si', si nota la scalatura orrenda, pero' devo dirti che nel complesso stavi sempre molto bene!!! tuttavia ho un appunto sul fatto che se c' e' qualcuno gay tu lo specifichi sempre: tipo fotografo gay, etc, in realta' e' : fotografo punto...essere gay non e' un aggettivo da specificare quasi fosse cosa da sottolineare...lo fai spesso nei post.ciao

    RispondiElimina
  8. Il secondo look é TOP. Bellissimi pantaloni e scarpe, nonché il chiodo. I capelli non sono poi malaccio, pensavo peggio ;)

    RispondiElimina
  9. Quoto l'anonimo delle 18.15. La frase "...il gay di fianco a me..." non si può sentire, e non dire che era ironico. Era solo provinciale.
    V

    RispondiElimina
  10. Giulia, io ti adoro!

    RispondiElimina
  11. bah allora onestamente..cosa ti invitano o meglio vi invitano voi blogger se tanto delle sfilate non dite niente se non 4 parole banali corredate da foto orribili..
    le battute sui gay evitiamole dai che non siamo più alla scuola media

    RispondiElimina
  12. Federica: il top e'seconda mano e i pantaloni sono hm!
    Per favore non dite cavolate, sono tutto tranne che razzista sui gay... Era solo per dare l immagine della persona

    RispondiElimina
  13. Le mie riflessioni:
    1)i capelli non mi sembrano così terribili, anzi! Forse li hai sistemati bene tu, anyway non stai affatto male!
    2)Mi piacciono entrambi gli outfit, potresti specificare per favore di che marca sono i vestiti che indossi? Adoro i pantaloni neri! :)
    3) A proposito del cappotto perfetto: ne ho trovato uno nero, oversize, revers immensi, forma a uovo. STUPENDO (e comrpato all'istante), Max & Co 339 euro. Forse dovresti farci un giro, la qualità prezzo di Max&co è ottima, 350 euro per un cappotto di buona qualità mi sembra ragionevole. Non riesco a trovare una foto da postarti, ma se vai in negozio c'è sia nero che ruggine, prova a guardare! ;)
    3)Una cosa che non mi è piaciuta è questa: hai avuto la possibilità di andare a delle sfilate (io lavoro per uno dei brand di moda italiani più famosi al mondo e non sono riuscita a vedere il fashion show neanche dal backstage :/ )
    e... hai da dire solo "pizzi e trasparenze" ? Andiamo! O tiri fuori un altro post (spero!) oppure mi sembra veramente riduttivo spendere solo due parole per commentare le collezioni!
    Lo dico come critica costruttiva :)

    Un bacio
    Ang
    www.madamelagruccia.blogspot.it

    RispondiElimina
  14. stai male con i capelli tirati all'indietro hai la fronte troppo alta

    RispondiElimina
  15. ma poi perchè parli male di quelli che frequentano gli show? c'eri anche tu oppure no la dentro?! che categoria saresti scusa tu? illuminaci dalla tua altezza di sandali fake celine

    RispondiElimina
  16. PER LE INTERESSATE ALLE SFILATE
    sul sito della Camera della Moda si possono vedere tutte le sfilate in streaming e sul loro blog ci sono le recensioni, lasciate stare tutti questi blogger cialtroni invitati che non sanno mettere insieme due parole sulle sfilate e ci rifilano una sequela di banalità

    RispondiElimina
  17. per questa stagione ho provato un particolare fastidio nel vedere seduti in prima fila o comunque invitati i fashion blogger alle sfilate
    non se ne può più delle loro stupidaggini e delle loro fotografie mediocri, basta! date spazio a persone capaci oppure organizzatevi per far recensire le sfilate a persone capaci

    SARA

    RispondiElimina
  18. lei è wannabe editor dei poveri

    RispondiElimina
  19. Giulia riguardo alla tua risposta sui gay:l'immagine di una persona non si dà dicendo se è gay o etero.Proprio non devi neanche parlare di gay o non gay, NON è una caratteristica, non puntualizzeremmo MAI se uno è etero,giusto? quindi "gay" è equivalente a "etero" nel linguaggio parlato, scritto, ma soprattutto:pensato!

    RispondiElimina
  20. Madame| purtroppo erano ancora sistemati dal parrucchiere... Grazie per la dritta, domani vado da max&co a vedere! Nel primo look indosso una giacca su misura,top zara,gonna diy e scarpe celine. Nel secondo top seconda mano, pantaloni hm, giacca pelle zara e scarpe aldo

    Sandali fake celine anche no.non ho. Detto che tutti gli invitati alle sfilate sono di un certo tipo, c e anche la gente normale (come me,credo) che non fa troppe menate

    Per la storia del gay non aggiungo altro,chi vuol capire capisca.

    RispondiElimina
  21. che noia mortale..sempre gaffes su gaffes e risposte acide, dovresti fare un corso di diplomazia internettiana
    ma poi dico andare alle sfilate con la roba di H&M o fatta in casa..sinceramente è davvero povero

    RispondiElimina
  22. io spero che Grazia non ti paghi perchè post del genere sono proprio deprimenti, a parte sì proprio la povertà di presentarsi vestite così alle sfilate, non che serva conciarsi da circo, ma almeno mettere dei capi di una certa qualità, non certamente Zara o H&M perfavore! ma poi uno ha la fortuna di andare a una sfilata e la liquida con due paroline banali e il discorso sulle persone da sfilate da prima media, che poi anche io spesso vado alle sfilate per lavoro ma mai mi sognerei di cavarci fuori queste categorizzazioni infantili
    si vede che hai proprio poca sensibilità se le tue impressioni si fermano qui, allora iniziamo a dare spazio agli studenti di moda, agli appassionati veri e non a questi blogger che entrano in un sacco ed escono in una botte, senza offesa!

    RispondiElimina
  23. Ma scusate, che male c'è ad andare ad una sfilata vestiti low cost?! Basta esser vestiti bene e con un buon gusto, dove sta scritto che bisogna indossare capi di centinaia di euro solo perchè "vado alla sfilata"? Questa cosa non la capisco.. Si va alla sfilata per vederla, non per farsi vedere, anche se per i miei vestiti ho speso 60€/100€, che male c'è?
    Sono d'accordo anch'io con i commenti... farai un post a parte vero? :)

    RispondiElimina
  24. mamma mia ilaria miniussi scusa ma sei la pesantezza fatta commentatore eh. e comunque non è che se metti le faccine i tuoi commenti risultano meno antipatici sai :)

    RispondiElimina
  25. Giulia, ribadisco:non puoi fare una gaffe/commenti sbagliati e poi liquidare con "chi vuol capire capisca" , tutto cio' è mooooolto infantile

    RispondiElimina
  26. Anche io credo che per andare ad un fashion show non sia necessario agghindarsi come per il carnevale di rio. Trovo gli outfit di Giulia azzeccati e soprattutto in linea con se stessa e con il suo stile(c'è gente che pur di farsi vedere si concia in un modo che mamma mia!!). Non capisco questo bisogno di dover essere estrosi a tutti i costi... perché non si può essere carini con un outfit h&m? Oltretutto la giacca é sartoriale e i sandali sono Celine... direi che mixare capi low-cost a capi più costosi sia l' ideale... io certo non mi vado a comprare un total look Prada solo perché mi invitano alla sfilata!

    RispondiElimina
  27. Ps Giulia grazie x le info... scusa se insisto ancora, ma i pantaloni neri sono h&m trend? Collezione attuale? Ci sono ora in negozio? Li adoro e li vorrei proprio così.

    RispondiElimina
  28. ma sapete leggere :)?
    non ho detto che bisogna agghindarsi come a Rio, ma almeno indossare capi di qualità e buon taglio :) anche perchè la figura povera è dietro l'angolo, visto che alle sfilate c'è gente che se ne intende e personalmente non vorrei mai fare la figura di quella che va vestita di stracci a un fashion show

    RispondiElimina
  29. Ma dai su...Giulia è una shampistella...va bene così. Se volete leggere delle recensioni ben fatte delle silate non venite qui. Questa ha come unico problema nella vita il taglio di capelli sbagliato...eddai...

    RispondiElimina
  30. Madame: no, li ho presi l'anno scorso!

    RispondiElimina
  31. Certo che la gente non ha un cazzo da fare eh.
    Volete le review? Guardate una sfilata e fatevi la vostra review. Perché avete bisogno di leggere cosa pensa una persona che la maggior parte di voi mette sotto accusa per ogni stronzata? Non siete abbastanza grandi per formarvi una vostra opinione sulle sfilate?
    E poi, la piazzata sui gay, ma per favore. I gay a Milano stanno meglio che le donne in qualsiasi altra parte del mondo, non hanno certo bisogno di venire difesi.

    L

    RispondiElimina
  32. Anonimi ma rilassatevi, veramente.. da che mondo e mondo ognuno va vestito come gli pare dove gli pare... e poi... se sono stracci dei sandali di Celine, una giacca fatta su misura e una giacca in nappa... mi dite voi come bisogna vestirsi? La figura povera è dietro l'angolo, dite? Ma insomma, uno va ad una sfilata per guardare la sfilata o per farsi guardare? Giulia ha ragione quando dice che la maggioranza di
    editor e giornalisti va vestito in modo assolutamente normale....

    RispondiElimina
  33. anonimo delle 14.37:ci sono donne gay e ci sono uomini gay........non donne, uomini, e gay...riesci a cogliere la differenza? riuscite ad essere meno biechi, provinciali, poveri?francamente il tuo è il classico commento da bar (e io non difendo proprio nessuno, tantomeno faccio piazzate, il tono "piazzata" era il tuo)

    RispondiElimina
  34. vorrei solo capire il senso della presenza dei blogger alle sfilate, se il risultato sono foto fatte con i piedi, recensioni penose e quindi? dove sta l'utilità? perchè non ho ancora visto a una sfilata blogger di valore tipo la Scomodamente e altre? misteri della vita
    se lo scopo è farsi pubblicità mi pare un po' una cazzata, scusa
    soprassediamo sulle battute ridicole sui gay, ma tanto si sa che l'autrice di questo blog necessiterebbe di una rieducazione alla tolleranza e alla convivenza con il genere umano

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB