31 ottobre 2012

Essere alla moda

Lunedì comincio il nuovo lavoro in un posto ultrachic, e sono giorni che penso a cosa mettermi.
Dato il mio recente ripulisti dell'armadio che mi ha lasciato con una ventina di capi in tutto (non scherzo,sono quasi ai livelli di Dead Fleurette), devo ponderare attentamente come fare gli abbinamenti senza sembrare:

1- il Corvo
2- Morticia/Mercoledì Addams
3- un'esistenzialista (adoro)
4- in lutto
5- una dark (orrore)
6- invisibile (il nero confonde)
e tutte le altre cose che vi vengono in mente vedendo qualcuno vestito completamente di nero.

Dunque ho chiesto consiglio ad una amica che lavora in un posto simile, e mi ha risposto "vestiti alla moda ma non elegante da tailleur".
Ah.

Cosa significa "vestirsi alla moda", al momento?
Non ci vuole molto per capirlo, basta un giretto sui principali blog. State sicuri che tutte le blogger più famose e tutti i siti di streetstyle vi forniranno buoni esempi su come andare in giro conciate da pagliacci. Pagliacci sulla cresta dell'onda, però.

Dunque potrei andare al lavoro tutta vestita di broccati, con cappellini da baseball, giacche da baseball, pantaloni a stampe pazze, pantaloni della tuta in pelle... tranquilla dai, proprio adatta ad un luogo di lavoro. E meno male che il periodo fluo sembra essere finito.

Dunque, giusto per capire, a voi piace essere alla moda? Avere addosso tutti i trend del momento?
Perchè io preferisco il minimal più assoluto (minimal chic, in teoria. In pratica solo anonimato da stracciona).

Il mio nuovo spirito minimalista -appunto- e risparmiatore poi mi impone di non comprare cose inutili, dunque mi sto facendo fare un blazer e un abito in ecopelle su misura. E' bellissimo vedere capi che vengono fuori esattamente come dico io, misurati al centimetro sul mio corpo. Due cose in più (nere, ops) per il mio armadio, yeah!
Magari vi farò un post con tutti i capi, così mi create voi gli abbinamenti, tipo gira la moda :)

Allora per il lavoro mi sono ripromessa solennemente: niente magliette da uomo che sembrano usate, niente maglioni da uomo senza forma, niente jeans, niente abbinamenti pantaloni-qualcosa di stretto sopra (sembro la piccola fiammiferaia, mi serve almeno un blazerino), tacchi spesso. Già mi sento male...



15 commenti:

  1. non ho capito se ti serva un consiglio per il primo giorno o in generale per il lavoro.
    Due abbinamenti con cui a mio avviso staresti molto bene senza tradire il tuo quasi total black:
    1. blazer nero, non so se ne hai taglio smoking, una bella camicina magari con qualche piccola elaborazione (un fiocco al collo?) oppure se non ne hai così anche liscia a uomo e sotto al collo ci piazzi un bijoux un pò luccicoso se lo possiedi, sotto un paio di skinny o pant strettino nero e i tacchi di aldo.
    In alternativa: lupetto nero, gonna a tubino, la tua cinta tipo collier de chien e tacchi di aldo.
    Che ne pensi?

    RispondiElimina
  2. sicuramente non bisogna trascurare l'abbigliamento al lavoro ma non credo sia la cosa più importante,sai cosa gliene frega al tuo capo se sei vestita perfetta ma poi scarseggi in altro...quindi io mi farei meno menate su cosa mettere , metterei quello che più mi fa stare a mio agio e mi concentrerei sul produrre....sarò io una mosca bianca ma non capisco tutte queste titubanze e queste menate sugli abiti....ammetto che un pò Milano te le fa venire...però sai cosa? quelle vestite meglio sono sempre quelle più sicure di se stesse....quindi fregatene!!

    RispondiElimina
  3. brava brava! anche io sto cercando di fare lo stesso, come mi ha sempre detto mia mamma, poche cose ma di qualità che durano!anche se il luogo dove lavoro non è affatto ultrachic e solamente popolato da ingegneri(come sono io in fondo), sto abolendo magliette e maglioni informi!facci giocare a gira la moda!

    RispondiElimina
  4. Secondo me nel primo periodo vai schiscia. Stai neutra e vedi come si vestono nel resto dell'ufficio e dell'azienda. Poi è vero, nella moda puoi metterti un po' quello che ti pare ma è quello il bello. Onestamente certe volte penso a quando me ne andrò da qua (QUANDO DIO? QUANDO?) e magari finisco in un posto "meno moda". La tragedia.
    Io, d'inverno, metto maglioni cashmere girocollo a tinta unita, collane importanti, pantaloni dritti. Al momento i miei preferiti rimangono quelli di (eco)pelle. E tacchi comodi: stivaletti tacco grosso o zeppine gomma.
    Come alternativa, visto che è di moda, anche la felpa gap. Come una bella collanona-gioiellona sopra. Vedi? E' questo il bello della moda. Che se ti metti una felpa (con una gonna stretch, con un pantalone stampa pigiama) e un gioiello sopra la gente non ti guarda come se fossi pazza. E' solo un bell'abbinamento.

    Zit

    RispondiElimina
  5. Forse non sono la persona più adatta a consigliarti, dato che vestendo sempre di nero anche io mi sono ritrovata invariabilmente almeno una volta con l'appellativo di Morticia o più spesso Mercoledi, e tutti gli altri aggettivi di cui parli. E' difficile!
    Io, in un posto chic in cui ti senti di cercare di "mantenere la linea" del luogo, ti vedrei bene vestita come il team Vogue Paris, non che il tuo stile attuale si discosti molto da quello, ed in definitiva perfetto così, almeno non ti richiede molti sforzi tutte le mattine.
    Punta sull'accessorio, specie le scarpe. A contrasto quando ti sembri troppo "definibile". Una Mercoledì in tacchi fantasia o colorati è decisamente improbabile.
    E mai, mai mettersi qualcosa che non ti rispecchi.

    Per rispondere al tuo sondaggio, no, non seguo la moda, che è variabile per sua natura, oramai vesto da più di tre anni allo stesso modo, simile al tuo stile ma con influenze più "alla Gareth Pugh"
    In bocca al lupo per il lavoro!

    (una tua lettrice che ha sempre commentato come Noir, e il nome diceva tutto!)

    RispondiElimina
  6. bel post,il tuo ragionamento è giustissimo!!
    e dico di si ai capi fatti su misura!!!

    RispondiElimina
  7. Io non seguo la moda, me ne sbatto delle tendenze, se ho voglia le seguo, sennò mi vesto come mi pare per star bene con me stessa :) Mi piace guardare le sfilate e sapere i trend del momento, ma non mi considero una fashionista.
    E il binomio che cominciano ad appiopparmi "sei una stilista = segui la moda" mi fa rabbrividire...

    Anyway, l'unico trend che seguirei è l'oversize (in misura contenuta). Quindi ti consiglierei un bel pantalone nero/blu/bordeaux a palazzo (o quelli neri di Margiela TIPREGOTIPREGO!!) con uno dei tuoi tacchi Aldo, blazer nero su misura (o se hai un pullover over -scusa il gioco di parole) e camicia da uomo bianca chiusa fino al primo bottone, con una bella collana giro collo.
    Già ti ci vedo, saresti una figa :)

    RispondiElimina
  8. Giulia, non capisco. Hai gusto, conosci a menadito quello che i grandi brand propongono, hai una fisicità che ti permette di mettere tutto o quasi..di cosa ti preoccupi? Ok, stai passando un periodo di negazione del tuo armadio e giustamente vuoi maturare nel tuo stile evitando manie di un periodo e vuoi sembrare più professionale. Ci son passate tutte. Ma don't panic!
    Consiglio spassionato: evita i trend da fashionblogger-wannabe . Sembrano delle scappate di casa e sono tutte vestite uguali, un inno alla mancanza di personalità. Il "seguire la moda" applicalo a tagli, colori e tessuti che vanno quest'inverno:

    cappotti egg-shape e straight
    pantaloni non per forza skinny ma New York o palazzo (in flanella, twill)
    bluse morbide
    gli intramontabili "abitino" e blazer
    stringate maschili e la loro versione più femminile con tacco.
    borgogna, senape, BLU!, terra di siena bruciata per accessori . e ovviamente nero.

    Ti prego evita i super trend: broccati da maria antonietta, i peplum top (effetto gravida) e 'ste maledette slipper con borchie da Briatore rock.Mi viene l'orticaria solo a vederle.

    in bocca al lupo per il nuovo lavoro!

    e.

    RispondiElimina
  9. Beh, considerando che adesso va di moda tutto e il contrario di tutto direi che puoi vestirti come ti pare! In bocca al lupo.

    RispondiElimina
  10. Io decisamente non voglio sembrare un clone di qualcun'altro. E questo rende difficile seguire alcuni trend, o meglio, comprare i vesiti con un budget limitato. Non tutti i trend mi stanno bene e quindi per evitare sembrare ridicola/grassa, selezione dei trend e' un dovere. Quindi.. essere alla moda.. alla fine che significato ha?! Non e' proprio un complimento.. and here comes a cliche.. avere stile e' un'altra cosa. Penso che l'abito debba riflettere la propria personalita'. E' ovviamente siccome la maggior parte delle persone non hanno la personalita', ecco che sembrano il mannequin appena uscito fuori dal display di Topshop. Poi.. capire qual'e' il modo che rispecchia al propria personalita' al meglio... ecco where the catch comes.

    Merilin.
    http://cafenaivete.blogspot.co.uk/

    RispondiElimina
  11. Ottima l'idea di farsi fare quei 2 capi, chissene se sono neri, ma li trovo molto strategici...secondo me puoi cercare in giro anche un jumpsuit sempre nero, da sdrammatizzare con foulard in vita... i jeans non li abolirei completamente, credo che con un abbinamento camicia - giacca creino un outfit classico che non annoia mai..

    RispondiElimina
  12. Pink Vale: si ci avevo pensato... però ti boccio gioielli e fiocco al collo+ giacca, che su di me fa un brutto effetto

    Si hai ragione Zit, anche io andrei di low profile all'inizio.
    Le collane mi fanno schifo ragazze... ma proprio schifo forte.

    CHi Pi: grazie,ho ben presente i tuoi commenti!

    Diana:piacerebbe anche a me la jumpsuit! Jeans + camicia invece zero, lo odio.

    RispondiElimina
  13. Lavoroper la stessa azienda, e posso dirti che ognuno si veste come cqpperina gli pare ;) ci sono persone fashion e altre meno, troverai la tua dimensione! Benvenuta!

    RispondiElimina
  14. Se dovessimo seguire tutte le tendenze del momento che molte fashion blogger indossano con disinvoltura sembrerebbe sempre Carnevale. Se non peggio.

    Anch'io amo il minimal chic: l'essenziale che ti rende elegante, la semplicità che ti rende chic.

    Assolutamente perfetti sono secondo me Blazer con tee sotto, pantalone skinny, con le pinces o anche un jeans e decollete.

    Buon inizio :)



    http://almenounmilionediscale.blogspot.it/

    RispondiElimina
  15. Anche io lavoro per un'azienda di moda molto "austera", diciamo così, e all'inizio mi sono posta più o meno gli stessi quesiti. Intanto, ho chiesto a chi lavora lì un paio di dritte: ci sono capi che assolutamente non posso indossare? Devo essere sempre elegante?
    Capito questo, e dopo essermi guardata attorno per un paio di giorni, ho capito che non c'è assolutamente un mood imperante: ognuno si veste come vuole (certo, senza sembrare delle scappate dal circo). Grazie al cielo non ci sono fashioniste che ti mettono l'ansia per come vanno conciate (vedi certe fashion bloggers)... l'ambiente di lavoro è totalmente diverso dai front row delle sfilate o dai fashion blog (e meno male) in cui devi assolutamente avere la felpa verde di Kenzo sennò "macometivieneinmentediusciredicasaemischiartianoisenzaquellafelpa?!" Ognuno ha il suo modo di essere, e devo dire che le mie colleghe più strette sono state un ottimo esempio :) La conclusione a cui sono giunta è che non è assolutamente necessario rivedere il modo in cui ci si veste ogni giorno... al massimo ti concederai il tacco un po' più spesso del solito (e per me è veramente piacevole: non li indossavo praticamente mai). Un consiglio, che è ciò che ho imparato vivendo questo periodo in azienda: alla fine nessuna baderà a come ti vesti (ci farai caso solo tu la mattina davanti all'armadio quando non saprai cosa indossare... succede! :\ ), ma solo se lavori sodo e bene! Questo conta sul serio! (Bisogna un po' uscire dall'idea che lavorare in una maison di moda= vestirsi per forza "fashion". La gente guarda cosa fai e con quanta passione lo fai, anche se indossi il maglione dei grandi magazzini).

    Buon inizio!

    Ang
    www.madamelagruccia.blogspot.it

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB