22 ottobre 2012

Sul come cambiare drasticamente il mio guardaroba

Cari amici,

qui si parla di cose noiose. Se non ve ne frega niente del mio armadio e dei miei problemi su come vestirmi cambiate subito post, vi capisco benissimo e vi voglio bene lo stesso.

Siamo giunti al momento verità. Mi vesto di merda.
Erano anni che lo sospettavo, ma è proprio così.

Ma riepiloghiamo tappa per tappa il mio insuccesso, le cose sono andate così:

ELEMENTARI: mia madre se ne strasbatte allegramente che io sia a scuola dalle suore e circondata di bambine bellissime e benvestite, mi manda a scuola con la tuta rattoppata, jeans (sempre con le toppe, si vede che li rovinavo sempre nelle ginocchia) e maglioncini. Fortunatamente eravamo obbligati a portare il grembiulino, quindi non ho avuto grossi traumi da cazzomimetto per 5 lunghi anni felici. Le bambine non erano stupide e fashioniste come oggi, quindi mi bastava avere la fascia con gli orsetti per essere felice.

MEDIE: capisco ben presto che la scuola pubblica è diversa dall'ambiente protetto delle suore. Se non ti vesti Onyx e Fornarina non sei nessuno. Mi adatto alla moda generale e compro pantaloni strettissimi con fondo a zampa in colori improbabili (quelli viola sfumati e quelli azzurri con scaglie argento rimarranno nella mia memoria per sempre), compro la classica maglietta Onyx con la bambina, la borsa in jeans da mettere a tracolla, le zeppe azzurre Fornarina. Mi faccio anche tagliare i capelli alla Rachel di Friends (ero orrenda). Sono un disastro totale, infatti a casa mia non esistono foto di quel periodo.

LICEO: il mio senso estetico si fa confuso, ma vieto a mia madre di impormi come vestirmi, ora comando io. Entro nella fase grunge, mi buco le orecchie (5 buchi a sinistra e 4 a destra, ho cominciato col botto), stingo i jeans con la candeggina, taglio le All Star con le forbici e mi metto i pantaloni della tuta di acetato con i maglioni larghi, da vera punkabbestia quale aspiravo ad essere. Avessi avuto due soldi mi sarei fatta subito i rasta. Peccato che con i capelli lisci a metà schiena e il mio rifiuto di bere vino seduta per terra non sono molto convincente come alternativa.
Dopo un po' rinsavisco, capisco che lo stile Cobain non mi si addice molto, e scopro Audrey Hepburn. Da lì in poi è tutto un "nonna stringimi i pantaloni", ballerine, maglioncini pastello e fiocchi. Un periodo felice, fatto di minimalismo, cappottini e frangette tagliate da sola per assomigliare ad Holly Golightly (anche qui, nessuna foto reperibile, credo mia madre avesse orrore della mia frangetta homemade). Il mio stile viene abbastanza apprezzato, mia madre non mi vuole più fare esorcizzare, siamo tutti felici.

UNIVERSITA': conosco nuovi amici. Conosco l'indie rock, voglio solo essere uno degli Strokes, un Arctic Monkeys, una vera indie girl. Arrivano i leggings di American Apparel, qualche fascetta qua e là, cardigan sopra magliette monocolore. Tengo i pantaloni stretti, vado a mille concerti, vado al Plastic, circuisco il mio ragazzo fino a che non si taglia i capelli a scodella, è il periodo extravaganza. In pratica non sembro neanche normale, e purtroppo ci sono prove fotografiche.

IL PERIODO BLACK: Dopo l'università e le prime esperienze lavorative, passo al nero. Fondamentale un viaggio in Svezia dalla mia amica Lisa, mio idolo di stile e cultrice del total black. Non riesco più a mettere nessun colore che non sia nero/grigio con qualche tocco di bianco, elimino tutti i jeans e 3/4 del mio armadio. Mi vengono attribuiti soprannomi quali: "la mormona", "mimo" e simili.
Mi beo del mio minimalismo e della semplicità nel fare abbinamenti la mattina, non capisco lo sguardo di disapprovazione di mio padre, influenzo la mia coinquilina. E' un anno intero dedicato completamente ad un colore.

Mi rendo conto che in ogni periodo della mia vita ho avuto uno stile più o meno preciso, ovviamente influenzato dalle persone intorno a me e dalla moda del momento, ma sempre abbastanza orrido. Alle elementari ancora non capivo, alle medie volevo essere parte del gruppo, al liceo volevo essere un'outsider (ma un'insider nel mio piccolo gruppo di finte punkabbestia), all'università come i miei amici, nel periodo black volevo semplicemente essere semplice e anonima.

E giungiamo ad oggi.
Il mio armadio è formato da qualche pantalone nero di diversa foggia, 5 maglioni neri, magliette bianche/grigio/nere da maschio, scarpe nere varie, collant neri, abitini neri, 2 camicette in seta nera, 2 chiodi neri, cappotto nero, blazer nero, gonne nere. Ho pochissimi vestiti in totale, e tutti molto casual.
A parte occasioni speciali tipo matrimoni o feste eleganti, per cui tiro fuori abiti dall'armadio di mia mamma (anche non neri), mi vesto sempre molto sportiva/rock.
Il mio abbinamento preferito è t-shirt, chiodo, jeans neri e stivaletti, oppure vestitino da mormona nera con collant super coprenti e scarpe maschili piatte.
Il problema è che non mi sento mai vestita bene. Se riguardo le foto sul blog, o durante la giornata mi analizzo, mi rendo conto che il 99% delle volte non sono soddisfatta del mio look, e se lo sono io, il mio ragazzo mi fa notare che sembro un maschio.Questo non è bello, mi manca totalmente la femminilità, che prima era l'elemento essenziale del mio guardaroba (ho ancora a casa più di 50 fiocchi per capelli...). Mi vesto sempre da maschio, e mi piacciono solo cose da maschio!
Vivrei di:
-blazer da uomo lunghi e senza pinces
-pantaloni dritti
-scarpe maschili basse
-magliette tinta unita
-maglioni girocollo lisci modello maschile

Che il total black non faccia per me? Che io sbagli tagli e forme?
Il nero potrebbe, in effetti, non fare per me.

1- Non sono Christine Centenera o Kate Lanphear. Loro vestono un nero Givenchy/Balenciaga. Io ho un nero h&m e Zara. Sembro solo un mimo, temo.
2- Il nero mi sbatte da morire. D'inverno divento pallidissima, sembro un incrocio tra una Addams e una che non sta bene
3- Faccio tristezza alla gente, o pensano che io sia triste, il che non è bello.

Mi rendo conto che se dovessi cominciare a lavorare in un posto serio non saprei assolutamente cosa mettere, dato che ho solo capi casual, e non trovo niente che mi piaccia nei negozi, che non sia
1 - nero
2 - casual
Idem per occasioni tipo:
-colloqui di lavoro
-incontri con famiglia del mio ragazzo, che immagino non apprezzi le mie magliette sdrucite e i miei jeans stagliuzzati in fondo
-pranzi dai nonni
-incontri con il fidanzato, che non si è ancora capito come cavolo gli piace che mi vesta ( e di moda purtroppo ne sa, quindi non lo posso fregare)


Questo weekend avevo una festa di laurea di un amico del mio ragazzo a cui partecipare.
"Come mi devo vestire?" -gli chiedo
"Mah, tranquilla, è solo una serata in trattoria, che però potrebbe trasformarsi in discoteca dopo cena"
" Dunque devo vestirmi casual per cena ma poi forse andiamo in discoteca quindi se non sono fighetta non entro?"
"Si"
Ora ditemi voi come risolvere questa serata, come ci si veste casual ma allo stesso tempo eleganti, perchè io non lo so. Mi serviva un Cazzomimetto della ZIT per capire cosa mettermi. Ho obbligato dunque il mio ragazzo a venire a casa mia e scegliere di suo pugno cosa mi sarei dovuta mettere, per non sentirmi dire poi : "mhhh...ma tu vieni così?" . Mi sono accorta, guardando il mio guardaroba attraverso i suoi occhi, che sembro veramente un mimo con tutto, che i miei pantaloni sono ridicolmente stretti, che non ho nessun tocco di colore che non sia bianco (e si sa, camicia bianca più pantaloni neri fa subito hostess).
Alla fine ha scelto: blazer grigio melange, pantaloni neri (troppo stretti), camicetta bianca con collettino rotondo e scarpe maschili. Sembravo comunque un maschio.

Dunque da oggi parte la seconda cernita del mio armadio, che sarà volta ad eliminare tutti i pantaloni strettissimi, le magliette troppo casual, la roba cheap. In pratica dovrò andare in giro nuda.
Resta comunque il problema che a me la roba colorata non piace.


Qui entrate in gioco voi, amici. Voglio consigli, pareri, come mi devo vestire, che devo fare, cosa devo comprare.Tenete conto delle mie esigenze di colore, e del fatto che non mi metto certe cose (tipo flared jeans, bluse troppo da femmina e cose così).

Tenete conto della mia cartella su PINTEREST: How would I dress everyday

Lo so che mi volete cazziare, è il vostro momento, via.

46 commenti:

  1. Allora. Secondo me non devi stravolgere il tuo gusto e la tua tendenza a vestire minimal. Si può essere superfemminile anche così (vedi Emannuelle Alt- anche se a volte il suo look sembra troppo una divisa).
    se proprio vuoi consigli, anche in vista di occasioni più formali (lavoro, colloqui, parenti etc):
    -allarga la tua palette colori (non solo nero, ma anche ottanio, borgogna, bronzo etc)
    -invece che pull (che fanno troppo easywear) compra dei bei blazer. Basta una t-shirt semplice round-neck e dai già l'impressione di essere più "vestita"
    - usa zara e h&m solo per sfizi di stagione e capi basici (vedi tee - deliziose sono quelle 100% lino in bianco, nero, grigio, righe)
    - compra camicie con scollo alla coreana. in 100% seta o in georgette misto cotone-seta. IN toni neutri un po' fumè. stan bene su un paio di jeans così come su una gonna. Danno un tocco di femminile, ma non lezioso. Ed eviti l'effetto hostess.
    - evviva la scarpa maschile. ma mettici un po' di tacco (francesine etc)
    - accessori: non mi sembra tu sia grande fan di collane vistose etc. Però su un look più minimal una collana di bella bigiotteria (americana anni 40-50) da' subito personalità.

    è tutto.
    e.

    RispondiElimina
  2. anche io sto attraversando una crisi mistica, mi sento sempre inadeguata in ufficio pur lavorando in un ambiente che non è affatto formale e pieno di uomini.quinadi sono pronta a cogliere consigli!chiara

    RispondiElimina
  3. Perché non prendi spunto dai lookbook di Cos? Lì hanno cose minimal a ottimi prezzi e non tutto nero, anzi, spezzano con dei rosa chiari, dei verdini, dei bordeaux... Io ad esempio per il lavoro mescolo molto le cose di Cos con cose di altri marchi e mi sento "a posto".

    RispondiElimina
  4. Io manterrei lo style minimal e maschile, però lo arricchirei con accessori importanti.
    Ti piace il maculato, no? Ecco, oltre che le Vans, prendi un bel paio di Taccazzi leopardati del genere Miu Miu, o delle decolléte o anche solo dei tronchetti, faranno subito la differenza. E le amiche del fidanzato, non faranno altro che squadrarti i piedi, fidati.
    Idem per la borsa, se hai addosso tutto nero, punta su una pochette o tracollina particolare, che sia ricamata, maculata, o semplicemente di un colore diverso dal solito, non esiste solo Zara eh.
    Cmq, sei alta magra e bella, usa i tacchi perdiana.!

    RispondiElimina
  5. a me lo stile androgino piace moltissimo e secondo me tu lo porti bene (che poi si possa sembrare "maschi" è un'altro discorso, secondo me è un plus, ma capisco che per molti non lo sia) però non commetterei l'errore di confondere femmilinità con leziosità. i fiocchi per capelli a 25 anni secondo me sono quasi morbosi, sinceramente non li vedo proprio su nessuna (neanche su chi come te, o me, ne dimostra dieci di meno), idem i vestitini col colletto e le ballerine troppo frou frou. Io ora ho 29 anni e, anche se il fisico lo permette, so che ci sono cose che non posso più portare. Secondo me il massimo sarebbe mantenere uno stile abbastanza serioso ma con elementi più femminili (tipo camicie, gonne...) ma senza che siano leziosi o troppo bambineschi. se ti può far stare meglio, comunque, anche io ho uno stile ultra confuso - frutto di anni di sperimentazioni più o meno fortunate - ma sinceramente penso sia meglio così puuttosto che vestirsi sempre identici vita natural durante. adios!

    RispondiElimina
  6. vedo ora che mi è scappato "un altro" con l'apostrofo. vado a cospargermi il capo di cenere

    RispondiElimina
  7. grazie mille, ottimi consigli ragazze! :)

    RispondiElimina
  8. Giulia: ho amato questo tuo post! Mi ci sono ritrovata tantissimo, e sono contenta di non essere l'unica a sentirmi così, cavolo!!!! Che brutta roba però :(

    Parlando di te: secondo me hai comunque un po' esagerato, sarai stata in un momento odi disperazione totale, ma in realtà non sei messa così male, su ;-)

    Cmq capisco cosa vuoi dire perché anche io sono messa come te, però sto cercando di "risolvere" (che poi, più di risolvere si tratta di tappare buchi) in questo modo:
    - comprare roba minimal che può essere adattata a varie situazioni
    - purtroppo non lavorando, o cmq guadagnando una miseria nn possiamo che permetterci roba medio-cheap e quindi la qualità spesso ne risente
    - anche io sono in crisi con l'abbigliamento da lavoro! Per il colloquio è ok, nel senso che ho quelle due cose standard, ma nel caso mi dovessero prendere poi come faccio a imbrogliare tutti i santi giorni?? è un bel problema. per questo sto cercando di comprare solo cose "serie" ma cmq fashion che potrei usare in ufficio, tipo ora che è inverno: maglioni tricot, knitting da indossare da mettere con stivali bassi neri in suede oppure con chelsea boots. Oppure camicie in seta da mettere con gonna a tubo, calze coprenti e decolletes o gonna un po' più corta e svasata con gli stivali neri che ho già nominato. Mi arrangio un po' così. Poi cmq tutto dipende da dove lavori. Per esempio, tu hai già lavorato cmq, quindi dovresti sapere come si veste la gente, anzi puoi darci tu qualche dritta su questo ;-)

    Per le altre occasioni tipo pranzi dai nonni o cena di laurea+disco dopo io direi vestito:
    1. è un pezzo unico quindi ti risolvere tutti i problemi di abbinamento
    2. basta sostituire le scarpe che cambia subito faccia: stivali e cardigan per la cena e tacchi e blazer per il dopo. Poi vabbè, dipende anche dal vestito...

    Fammi sapere ;-)

    RispondiElimina
  9. Ma Giulia, facciamo scambio di armadio quando vuoi!

    Devotamente tua,
    un'altra Giulia



    (quella di @Giules.)

    new post on http://giulesss.blogspot.com

    RispondiElimina
  10. Giulia se tu ti vesti male non saprei cosa pensare di metà della blogosfera!!
    E ti assicuro che per quanti capi "da uomo" tu possa indossare non sembri MAI un "maschio"! Perciò NO PANIC :)
    Consiglio che mi era stato tempo fa (in momento di simile depressione da stile) era quello di pensare a quali sono stati nel tempo i tuoi capi o look assolutamante preferiti di ogni periodo (quelli con cui ti sentivi veramente a tuo agio) e di ripartire da lì creando uno stile mixandoli insieme...
    Poi mi aggrego al tuo problema del casual, stesso problema anch'io di sentirmi sempre troppo casual ma in effetti io temo di odiare qualsiasi cosa sia troppo femminile perciò... :D
    Ah e poi anch'io da sempre ho modelli di "aspirazione" modaiola tipo Kate e Christine e concordo che sono incopiabili perché la vera differenza lì in effetti la fanno i pezzi decisamente non cheap purtroppo.
    Ah e poi nel corso della vita mi sono resa conto che volevo sempre essere "rock", "dark", una cattivona insomma, e tutti sempre lì a dirmi "come sei dolce" -_- Mi sa che non mi si addice proprio :D
    Mi è piaciuto leggere questo post!

    RispondiElimina
  11. Cara Giulia,
    secondo me dovresti mantenere "la base nera" e aggiungere tocchi di colore.
    Come ti hanno già suggerito, puntare su scarpe, borse, collant di altri colori, per es il bordeaux che sta bene con il nero e anche grigio o il leopardato per la sera.
    Ho comprato un paio di decolletes grigio fumo e le sfrutto tantissimo, molto più del nero.
    Poi devi buttarti sui vestiti in lana, non robaccia h&m, ne compri uno l'anno, li lavi a mano con amore e ti durano una vita. Io ne ho comprati 4 di Gotha e dopo anni sono ancora belli.
    Anche il viola scuro è un buon compromesso con il nero.
    Poi consiglio assolutamente Cos, ho comprato questo vestito:
    http://www.cosstores.com/Store/Women/Dresses/Wool_jersey_dress/46881-2913761.1#c-5420400
    e con una cinturina in vita è perfetto e lo metti con gli stivali e un blazer il giorno e tacco alto per la sera.
    Per una festa è molto bello questo, magari in nero se lo facessero:
    http://www.cosstores.com/Store/Women/Dresses/Twisted_drape_dress/46881-243072.1#c-4211754.
    Anche Uniqlo è fantastico e spero arrivi presto a Milano.
    Per gonne puntare al basic: a tubo, a tulipano e concedersi qualche colpo di colore, magari fantasie non troppo vistose per poter abbinarle con maglione nero e stivali neri senza risultare punk depressa.
    Per i pantaloni ti consiglierei di rivalutare lo stile palazzo, che danno un'aria molto più adulta e professionale di certi skinny strizzanti.
    Infine quando fai un acquisto comincia a pensare in quante occasioni lo potrai sfruttare, sopratutto in vista del lavoro; comprerai meno e in modo più sensato.
    Cla

    RispondiElimina
  12. concordo con chi dice che i pantaloni a palazzo danno un'aria più adulta e elegante, ma bisogna metterli per forza con i tacchi! (e spesso bisogna essere alte...) se io non sono alta ma non metto taccih - o almeno x andare in ufficio, perchè mi imabrazzo - come faccio a mettere i pantaloni a palazzo??? thanksss

    RispondiElimina
  13. magari potresti anche rivalutare il blu, è elegante e raffianto.

    RispondiElimina
  14. oh mio dio, leggere questo post è stato come ripercorrere anche i miei fallimenti di stile! :) (stessa identica esperienza alle elementari, per poi passare al periodo delle medie nel mio caso stile hip hop, e infine al liceo con dei disastrosi tentativi di originalità e creatività..)
    detto ciò, ora sono approdata ad uno stile minimal/basico con cui spero di evitare i look ridicoli e imbarazzanti del passato, ed essere adeguata a più o meno qualsiasi occasione: quindi nero e bianco di base, ma anche grigi, blu, tonalità neutre come rosa cipria e crema e bordeaux. i tocchi di colore li metto negli accessori, scarpe o borse rosse, leopardate, argentate/dorate e in qualche accessorio (quest'estate ho preso collana e orecchini simil prada da h&m che abbino a look basic). in certi casi anche a me sembra di essere sempre vestita uguale e in maniera poco femminile, ma guardando certi look eccessivi che si vedono nei blog e in giro mi ripeto che è meglio continuare sul minimal :)
    i tuoi look total black a me piacciono, al posto tuo punterei sugli accessori per dare un po' di colore e su tagli meno classici e maschili, ad esempio da cos, come ti hanno già consigliato, ci sono bluse e camicie dai tagli molto particolari e ed eleganti pur non essendo i classici capi prettamente femminili che nemmeno io amo.
    e magari potresti aggiungere un po' di vintage ben selezionato, mi piacevano molto i tuoi look di saint tropez per capirci
    spero di esserti stata utile ;)

    RispondiElimina
  15. Giulia, sei geniale. COME SEMPRE. Questo post e' fantastico. Non solo per l'umorismo che ci hai messo (e che metti sempre in tutti i tuoi post) ma soprattutto per il contenuto. Allora, io penso che questo non sia un problema molto anonimo. A parte le fashion blogger (e voglio sottolineare che non vorrei etichettare nessuno ma e' cosi'), che secondo me sono "fortunati" ad avere tutto il tempo possibile al mondo per dedicarsi semplicemente alla moda e ai vestiti, il resto del 99% delle donne (consideriamo solo le donne in questo caso, perche' anche in questo caso per gli uomini tutto e' piu' facile/veloce/meno impegnativo rispetto alle donne) hanno lo stesso problema, me inclusa e piuche altro hanno una vita normale. Vita che non e' solo una passerella, ci sono occasioni seri e occasioni formali.

    Ma.. incredibile pero' come l'abbigliamento ci influenza cosi' tanto. A volte vorrei poter vivere in un posto, sotto il sole, sulla spiaggia, dove nonmi devo mettere tante cose adosso, ed e' solo l'abbronzatura e i capelli baciati dal sole ad abbellirmi. Questa aspirazione ad una vita da hippy non ha molte prospettive pero', e quindi bisogna tornare alla vita normale. Pure io sto passando un momento di piccolo crisi. Sto quasi per superarlo pero'. Perche' ho capito:
    1. Butta via tutto cio' che non ti convince e che non ti specchia.
    2. Niente bassa qualita'. Ogni pezzo deve fare statement, o per il tessuto, o per il taglio e per chissa' checos'altro. Ma niente capi da grey-mouse.
    3. Ogni acquisto che fai deve in qualche modo andare in armonia con quello che hai.. Mi piace pensare come se stessi mettendo insieme un puzzle dove ogni pezzo va concordo con quelli prima ma allo stesso tempo porta qualcosa di nuovo nell'immagine.
    4. Distinguere. Nel tuo modo. Non necessariamente andare a presso ai trend del momento ma sapere cosa mi sta bene personalmente e cosa mi abbina. perche' spesso cio' che e' in voga non mi sta bene e non si puo' assolutamente rischiare risultare ridicolo.
    5. avere un idol. Sembra stupido.. ma aiuta. E seguire solo Lei/lui.
    6. carattere e determinazione e convinzione.


    Poi io personalmente trovo molto ispirazione dai teleshow anni 70/80. Ci sono certe cose che abbiamo dimenticato oppure non possiamo semplicemente sapere perche' non ci abbiamo vissuto. Ma ci possono trovare delle perle da cui prendere ispirazione e creare un interpretazione personale molto creativo e originale.

    Nons o se il mio commento sia stata particolarmente d'aiuto, ma potrei andar avanti e avanti su questo discorso... But one thing is clear: LESS IS MORE!

    Merilin.
    http://cafenaivete.blogspot.co.uk/

    RispondiElimina
  16. sembrano parole scritte da me. ho lo stesso problema, non mi vedo con nessun colore che non sia nero e mi sento sempre un maschio. io per compensare cerco di puntare sul trucco e sui capelli biondi, non so se faccio bene.
    devo dire che comunque a volte mi piace molto come mi vesto, ma ho l'impressione di apparire agli occhi degli altri sempre molto triste.
    forse anche puntare sugli accessori è una scelta intelligente.
    ma comunque qual è l'alternativa? quando vedo come si vestono le mie amiche, un insieme indefinito di colori, spesso pure orribili, maglie con volant e brillantini, oppure tutte uguali con bluejeans-all star colorate-giubotto in pelle, non mi pento affatto di vestirmi in nero

    RispondiElimina
  17. Scolli e tagli dei vestiti che mettano in risalto il tuo essere donna, anche se non sei tanto formosa far vedere un pò di pelle ed evidenziare la tua femminilità è sempre un bene, per esempio anche una maglia con scollo a barca largo che scopra leggermente le spalle (leggermente). Poi adesso c'è sto trend delle geometrie e dei tagli inconsueti quindi trovi bene le cose in giro. Oppure si come dicono tutti, camicie di seta anche con scolli alla coreana, abiti attillati senza scolli (es per questo inverno stella mc, ovviamente solo come riferimento), mettiti più gonne, anche con le scarpe da uomo (es yamamoto, comme...che si sono mascolini ma cristo sei sempre una ragazza no?) Comprati stivaletti con tacchi comodi e stivali belli, neri, al ginocchio, anche con poco tacco o cmq con tacco largo così li metti sempre. BUTTA TUTTI I FIOCCHI e le cose da bambina cretina, io non le posso vedere ste femmine che a 25 anni vanno in giro con le gonne con i gatti e i flamingo....ragazze ma quando vi uscirà un pò di ormone dio mio?!
    Perchè non più pantaloni stretti? cosa vuoi mettere per andare in giro pantaloni palazzo e boyfriend jeans tutto il tempo?! per favore, ti immagini andare in bici/metro/mezzi pubblici con delle vele del genere?! belli forse, ma davvero scomodi, a quel punto meglio un taglio anni 70. Mi viene in mente Io ed Annie, voglio dire lei era sempre vestita da uomo ma non perdeva proprio la femminilità, e non è che proprio sta figa immensa diciamolo.
    Vediti anche il blog di Charlie May, penso che il suo stile sia ottimo.

    Ovviamente però il consiglio su tutti, come sempre, è:LASCIA PERDERE H&M ZARA MANGO E TUTTE QUESTE SCHIFEZZE. Cercati delle occasioni in outlet o negozi vintage di cose serie, basta comprare i capi delle stagioni passate e tutto costa meno della metà, fidati non ti verrà mai più la voglia di andare da h&m dopo aver indossato un maglioncino caldo e morbido di malo o di qualsiasi altro marchio che fa le cose a modo. Lo sai anche te che i soldi non c'entrano, è solo la mania compulsiva di consumare che ti fa entrare la dentro, se non ci vai ne gioverà anche il tuo karma (nessuno ha bisogno di un armadio pieno di schifezze che poi ovviamente, dopo un anno ti vengono a noia e vorresti buttare tutto, vuoi rifarti l'armadio e che fai...torni da h&m...ti prego esci da questo ciclo distruttivo e smetti di guardare i blog delle scandinave)

    mi raccomando facci sapere che direzioni prenderai!!

    RispondiElimina
  18. Ah e un'altra cosa, per quanto riguarda il colore... anche io ho un problema simile. D'estate riesco ad indossare tutto l'arcobaleno.. ma quando arriva l'inverno... e' un disastro. Mia madre mi ha sempre detto pero' che bisogna trovare la tonalita' giusta che ti dona ed e' fatto!

    RispondiElimina
  19. Ahahahhah ho riso troppo! Mentre leggevo pensavo "Ma questa SONO IO!"

    E.

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. Mi vengono in mente due o tre cose dei tuoi ultimi look che ti porterei come esempio per farti capire che non solo non ti vesti affatto male, ma anche che indossare colori, ogni tanto, non è una tragedia. L'importante è andare per gradi.
    Intanto, se ho ben capito, hai acquistato la giacca di Vivi: nera, vero, ma super femminile e insolita. Hai colto: non abbandonare il nero, se ti piace tanto, ma gioca con tagli più particolari. Difficile sembrare un uomo con quella giacca, anche se indossi le brogues.
    Poi: ti ho visto indossare un paio di skinny rossi, che ti stavano molto bene. Ecco, comincia da qui: aggiungi tocchi di colore, anche forti, senza perdere la base di nero.
    Orientati verso il nude come alternativa/complemento al nero. Del resto, lo hai già fatto con le scarpe. Proseguirei su questa linea.
    Non mi sento di dirti di non andare più da HM o da Zara o da Mango, perchè ogni tanto fa bene andarci (non sempre, ma per togliersi gli sfizi si, assolutamente). Scegli invece un basic di buona qualità (e per buona qualità intendo dire anche una t-shirt di COS, acquisto migliore degli ultimi tempi per quanto mi riguarda); i tuoi pantaloni neri ACNE per esempio: bellissimi e ti cadono perfettamente...perchè venderli?
    Cerca di comprare usato di buona qualità, vai agli outlet, frequenta le svendite, compra maggiormente on line. Vivi a Milano del resto! ;)
    Fregatene se gli altri pensano che sei triste o che sembri un uomo, vestiti come ti senti meglio.

    Ang
    www.madamelagruccia.blogspot.it

    RispondiElimina
  22. Cara Giulia, ho aspettato quasi tre anni questo post, da quando ho iniziato a leggerti ahaha! :D Allora, ti darò pochi consigli, perchè non mi piace dilungarmi troppo su questioni così personali:

    Tu ti vesti no bene, di più!! Anch'io sono in una fase di cambiamento del guardaroba, mi sto facendo condizionare dal minimal perchè le stampe non mi piacciono, adoro le camicie con il colletto a punta, i pantaloni a vita alta dal tessuto morbido, le giacche con i revers sottili e le francesine. Mi vesto anche più casual con jeans e sneackers, ma diciamo che la camicia vorrei che fosse sempre presente nei miei look.
    Tu mi hai dato tante ispirazioni, quel post sul viaggio in Svezia da dato il via. Però concordo con chi ti dice che dovresti spezzare con altri colori, non esiste mica solo il nero e il grigio ;) Quindi ti direi di:

    - sfruttare il blu nelle sue tonalità più scure per intervallare il nero
    - usa sempre un tocco di bianco nei tuoi look
    - ci sono colori scuri bellissimi! Io adoro il bordeaux, il marrone, il verde acqua e blu petrolio, il viola... capisco che è impossibile tornare a vestirsi colorati in due giorni, è una cosa da fare gradualmente. Magari ogni due-tre settimane aggiungi o cambi qualcosa, no? :)
    - vestirsi da maschio non vuol dire necessariamente fare il maschio :) Per me le donne in smocking o con capi maschili sono bellissime e tu, anche se magra, sei bellissima e dovresti sfruttare questa cosa. Anche una bella borsa o l'accessorio giusto rendono femminile un look maschile e poi conta l'attitude! Se tu ti vesti maschile perchè SAI di essere sensuale al 100%, non sembrerai mai un mimo, garantito!!
    - continua pure ad andare da Zara/H&M &co, ma alterna con dei capi un po' più di qualità! Ad esempio io ho un paio di bellissimi pantaloni di Jil Sander presi in outlet a 90€ durante i saldi XD La commessa è una mia amica e l'outlet microscopico, quindi da lei trovo sempre i pezzi giusti, qualità ottima e mai avanzi di magazzino! Quindi se trovi un outlet piccolo che vende i brand giusti, facci un pensiero! Alla fine sacrificherai due cene fuori e qualche aperitivo, ad esempio, ma non vestirai tutto low cost ;) Oppure ho da quattro inverni lo stesso cappotto di Patrizia Pepe nero in lana, pagato più di 400€. Lo tengo come oro, ma quando lo metto anche un jeans diventa elegante ;)

    Pensaci su, poi sono curiosa di vedere i risultati!!

    Un bacione!

    www.airalipassion.com

    RispondiElimina
  23. sintetizzo:
    1)il 90%dipende da come ti senti tu..ergo:evidentemente devi lavorare piu' sulla tua sicurezza, su quel non so che che ci fa sembrare/sentire fighe quell'unico giorno del mese indipend. da cio' che indossiamo(ecco, ricerca quel sentimento interiore)
    2)il tacco(stivale o decollete che sia), rende femminile qualsisi look
    3)io non li porto, ma orecchini giusti(meglio se chandelier)/capello sciolto..meglio ancora se con look "maschili
    dadaaaa:il gioco è fatto (PS secondo me stavi praticam sempre bene nei tuoi look, tranne:troppi fiocchi, troppe sneakers, troppi colletti)

    RispondiElimina
  24. 4)aggiungo, concordando con ilaria miniussi, che un look di capi low cost MA con scarpe o borsa o capospalla, o cmq un solo capo fantastico (meglio basic es blazer nero) alla fine sarà perfetto!

    RispondiElimina
  25. Compra un bel vestitino nero e metti tanti braccialetti colorati, almeno quelli ti piacciono?

    RispondiElimina
  26. Cara Giulia,
    io sono una fan accanita del nero e dello stile androgino. Non ci posso far nulla, quando entro alla Rinascente per esempio rimango incantata dalle collezioni uomo e appena passo nei piani donna beh... non provo lo stesso effetto. Sono una che se le fai vedere una scarpa artigianale maschile sbava e se le metti di fianco una scarpa Louboutin dice "si carina..".
    ognuno ha il suo stile e i suoi gusti. i SUOI. non ti deve fregare nulla di quello che gli altri pensano o dicono.
    se ti piace il nero usalo, quando vai a fare shopping vai d'istinto senza pensare a che stile appartenga il capo (mi rifaccio al tuo tweet sui pantaloni hipster: quei pantaloni sono pantaloni e punto e se ti piacciono diventano pantaloni di Giulia e stop).
    Ti dico quello che faccio io e che magari può darti qualche spunto:
    - outfit decisamente androgino? punta sul trucco: un bel rossetto rosso o uno smokey borgogna o nero. vedrai che sembrerai tutto tranne che un bell'ometto :)
    - prova a usare il total black con punti di colore: golf, scarpa, cappotto neri e un bel pantalone (asciutto come piace a te)ma di un bel colore accesso come il giallo, il blu elettrico o l'arancione
    ci sono molti modi per giocare con i colori rimanendo sobri e minimal.
    un abbraccio,
    Chiara

    RispondiElimina
  27. lascia stare i braccialetti colorati

    RispondiElimina
  28. e comunque, visto che bei consigli che ti stanno dando i tuoi "lettori stupidi"?

    RispondiElimina
  29. Io sono pro-armadio nero. Penso che il metodo per non sembrare un mimo sia puntare sul make up e magari mettere anche i tacchi. A quel punto potresti essere sempre un mimo sui tacchi, ma per lo meno il look diventa più femminile!

    Anche io ho il tuo stesso problema, perché mi vesto essenzialmente di nero, bianco, grigio, beige e blue jeans. Al massimo riesco a scegliere colori pastello, mentre faccio fatica a comprare capi di colori forti.
    Ti consiglio di iniziare magari con degli accessori, con qualche maglione pastello (che starà bene con i tuoi jeans neri!) e, al massimo, dei pantaloni rossi. I pantaloni rossi penso siano l'unica cosa rossa nel mio armadio, ma mi piacciono tantissimo! :)
    Lori

    RispondiElimina
  30. le gonne a vita alta fanno subito "femmina"

    RispondiElimina
  31. anonimo 18.48.anche tu stai leggendo.....

    RispondiElimina
  32. Giulia, guardando pinterest direi che la differenza sostanziale rispetto ai tuoi look è un maggior rigore (es niente colletti o cose strane)e qualche pezzo da urlo tipo una borsa o scarpe costosissime.per cui direi che non sei molto lontana da raggiungere questi look, magari investi, per adesso, in un pezzo (nero) tipo la borsa che porterai sempre.Lascia stare cappelli o cose strane(toglierei per capirci da quelle immagini solo una persona:alexia chung, ecco lei è sciatta, orribile, zero stile rspetto a tutte le altre che proponi) ciaoo!!

    RispondiElimina
  33. Ciao Giulia, odierai il mio commento (non è molto utile, credo) e scusa se te l'hanno già scritto ma non ho voglia di rileggere tutti i commenti sopra, però, se posso dire la mia, a me piaceva tantissimo come ti vestivi "una volta", pensavo sempre "ecco una che si veste in modo diverso e non sembra una scema".
    Per me non sei maschio per niente, e quando vesti hip hop sei femminile comunque.

    Comunque capisco la voglia di cambiamento, ma se puoi tenere da conto questo commento: tu non fai schifo, i tuoi vestiti non fanno schifo, stai bene anche con gli stracci addosso (so che stai pensando "sì, magari" ma ti giuro che è così!!), quindi vai tranquilla :-)

    Claudia

    RispondiElimina
  34. I braccialetti colorati non mi piacciono, no... e neanche capi colorati tipo jeans gialli o simile!Idem per il trucco, con i rossetti sto malissimo purtroppo

    Non tutti i miei lettori sono "stupidi",OVVIAMENTE. E mi pare di ringraziare sempre e apprezzare pubblicamente quando rispondono a mie domande o mi danno consigli utili

    E già che ci siamo, RAGAZZE VI AMO, mi avete dato consigli utilissimi, mai avrei creduto che mi capiste così bene :)

    RispondiElimina
  35. Ciao Giulia, non so se sia tardi per commentare, ma visto che anch'io mi ossessiono sulle stesse identiche cose, ti scrivo qua il mio parere:

    - Christine Centenera come modello é DIFFICILISSIMA da riproporre nella vita vera. Guarda un qualsiasi suo look e immagina la versione in finta pelle di Zara. Fino a quando non potrai permetterti Balenciaga, molto meglio ispirarsi alla posse di Vogue Paris: pantaloni, blazer perfetto, magliettina, belle scarpe e via (ma non devo certo dirtelo io, no).

    - Cerca di comprare solo cose di taglio e materiali impeccabili, e che ti piacciano davvero! Il metodo nevrotico di Dead Fleurette di fare lunghissime liste e ricerche e non accontentarsi mai del "second best" é borderline ossessivo, ma funziona!

    - I capi neri devono essere in ottime condizioni, altrimenti si tramutano in stracci :( succede spesso anche a me e non me ne accorgo per un bel po'

    - Gran calma prima di buttare tutto quello che hai nell'armadio, che poi non hai piú niente e finisci a comprare sostituti mediocri solo perché ne hai bisogno! Se hai messo i super skinny fino a ieri, puoi continuare per altri due mesi finché non trovi i pantaloni perfetti. Mentre aspetti, pensa a pelle, capelli, unghie e sfrutta qualche bell'accessorio che sicuramente hai giá (orologio, ecc).

    Le tue diversi fasi mi hanno fatto morire dal ridere. Io ho cominciato a interessarmi ai vestiti piú tardi, per cui ho avuto la stessa evoluzione, ma concentrata in molti meno anni...aiuto!

    M

    RispondiElimina
  36. Camicie sì (bianche, ma anche azzurre o a righine che fanno comunque androgino ma anche donna impeccabile), alternare pantaloni maschili (ma non troppo stretti che sulle gambe magre fanno un po' effetto scheletrino) a gonne strette e avita alta (le pencil skirt che vanno tanto e sono minimali ma iper femminili), un po' di tacco non guasta mai e fa diventare anche il look più maschile femminile, blazer non troppo oversize sul fisico minuto e non solo in nero o in tinta unita (esempio pied de poule, principe di galles), fondamentale la scelta della borsa e degli accessori dove potresti tentare qualche colore in più. Abiti a tubino secondo me ti donerebbero tantissimo, per quelli importantissima la qualità del tessuto. Spero di essere stata utile e di non aver scritto ovvietà, ciao!

    RispondiElimina
  37. ti vesti male? e com'è che sei sul Sarto?? bah..forse son io che non capisco un cazzo.
    Penso che se il nero ti sbatta cosi tanto come dici tu debba variare un minimo i colori che indossi optando per i grigi in varie gradazioni. O il blu che è un colore bellissimo e che secondo me alle brune dona molto. O il verde scuro, i borgogna. E se proprio ai tacchi preferisci le scarpe basse maschili, prova però a indossare camicette o magliette scollate, anche tanto se non ti creano disagio, hai un seno piccolo mi pare quindi non rischierai di sembrare volgare, anzi.
    Che tipo di trucco ti fai?
    potresti caricarti un pò col make up agli occhi o alla bocca per addolcire un look troppo maschile. Oppure coi capelli. Un pò di onde, tipo quelle che ho visto su sarinsky pochi giorni fa via instagram e ti puoi permettere di tutto!
    dato che mi sembri molto asciutta, quando osi il nero in total look io ci accompagnerei dei pezzi in pizzo o con dettagli velati, e invece di pantaloni dritti andrei di bei pantaloni fascianti che mettano in risalto le tue linee. insomma nero, ma femminile e non mormona.
    E infine: io i fiocchi li metterei via....

    RispondiElimina
  38. a me il tuo modo di vestire piace, anche se è nero e strisce, infatti il mio armadio è strapiene di cose nere e poche colorate perchè mi sforzo a comprare un po' di cose di altri colori!!
    Le fasi del vestire pense che le abbiamo avute tutti,io per esempio alle elementari mettevo i vestiti smessi di mia cugina che ha 3 anni in più, perchè non mi vergogno a dirlo ma in casa i soldi non abbondavano e quindi si risparmiava. alle medie stessa cosa in più fino ai 14 anni mi mamma mi tagliava i capelli cortissimi perchè odia i capelli lunghi, al liceo periodi ribellione, prima però un piccola parentesi nel periodo tra la fine delle medie e inizio liceo con Onyx Fornarina e anfibi Cult,poi mi fissai sul grunge e sul periodo anni '70 dei figli dei fiori e iniziai a farmi crescere i capelli per poi tenerli rasati per 2 anni (era il periodo in cui Silvia Salemi si presentò a san Remo con i capelli rasati quindi nel 96-'97 credo). Infine l'università, avendo fatto una materia scientifica e quindi sempre in giro nelle escursioni il mio vestiario era molto casual, ora invece a 32 anni credo di aver trovato il mio stile, più personale e soprattutto non mi piace seguire le mode!!!
    Per me dovresti trovare un compromesso tra quello che può piacere al tuo ragazzo senza perdere la tua personalità!!!

    -M-

    RispondiElimina
  39. Cara Giulia, come ti capisco! Ti seguo già da qualche annetto, ma non è mia abitudine commentare: questa sembra la volta giusta per darti un consiglio! Vivo da sempre con questo dilemma dell'apparire; non potrei mai uscire di casa con le prime cose capitate fra le mani, ma nemmeno mi agghindo di tutto punto. Ripongo molta importanza nei miei capi basic: una camicia bianca ed una nera, una blousa bianca morbida, maglioncini girocollo neutri esclusivamente di cachemire (se no prude!!), jeans skinny e a sigaretta (che scelgo in base all'occasione e alla scarpe) ed un paio di pantaloni classici (acne). Ho poche paia di scarpe (decolleté sergio rossi nere, pistol boots acne, e 2 paia di sandali -cerimonia e casual- di pedro garcia), 1 cappotto (il classico burberry con gli alamari) ed 1 trench (nero!). 2 abiti neri/blu (acne, blumarine vintage) e 3 paia di gonne (taglio portafoglio, in lana, colori grigio e cammello, cucite dalla sarta) e STOP. Ti garantisco che con una combinazione così sei a posto per anni: al massimo puoi concederti qualche strano pezzo modaiolo da zara o h&m, tanto sai benissimo che nel giro di una stagione la moda sarà cambiata e tu non avrai rimpianti nel buttare un vestito che al massimo ti è costato 50 euro. Se pensi che vestirsi neutrocromatica sia poco femminile ricrediti! Gioca con la tua immagine, capelli, trucco (o gli occhi o le labbra mi raccomando!!), gioielli... Ed infine, scegli oggettivamente solo capi che ti donano, ad esempio: hai già provato ad usare dei jeans a sigaretta? credo che potrebbero valorizzarti più degli skinny.
    Buon fortuna,
    Francesca

    RispondiElimina
  40. Sarò breve, anzi brevissima.
    Punta tutto sul taglio e la qualità di un capo.
    Tutto il resto dev'essere il tuo gusto e stile a decidere, non la moda.
    Inoltre inizia a esagerare con il make up o con gli accessori, danno quel tocco in più e non ti costringono a rivoluzionare completamente l'armadio!

    RispondiElimina
  41. Io sono come te vesto di nero,sempre..per lo più basic in più essendo di forme morbide mi copro in cappotti e maglioni oversize...una cosa su cui punto molto per le occasioni è il trucco e i capelli...se ti vesti in modo semplice perchè è così che ti senti a tuo agio...punta sugli accessori o i particolari (anelli simpatici,smalto rosso,orecchini vintage)un bel trucco e magari un'acconciatura non banale o una bella chioma fluente!Non buttare via tutto per via di come hai paura di apparire agli altri...se sei a tuo agio hai vinto (a differenza di quello che dice ADR ;P)
    Sara

    RispondiElimina
  42. io punterei sulle righe!!perfette con il guardaroba nero e sempre eleganti! peccato per il rossetto, perchè un tocco di rosso smorzerebbe l'effetto androgino! e io direi qualche bel bijoux semplice ma evidente. bello anche il verdone in inverno!

    RispondiElimina
  43. Allora, diciamo che nonostante tu voglia variare il tuo stile, non sei disposta ad indossare colori.
    Hai mai pensato a tutti i non-colori?
    Il beige, il nude, il cipria. E già così, ti dai diverse possibilità.
    Su un outfit nero e grigio, quanto spacca una mini tracolla rossa? Cambia tutto.
    Sul tuo abbinamento preferito (che è anche il mio, ma che non mostro sul blog per non annoiare) chiodo+skinny+t-shirt+stivaletto.. per un evento tipo la serata fuori per la laurea, perchè non ci metti un super tacco?
    Gli scolli delle t-shirt: se dici basta girocollo, a te starebbe benissimo quello a "barchetta".
    Adori i cappotti a uovo, e per quanto siano super stilosi, nascondono tutto.. una cosa più avvitata?
    E poi procedi a piccoli passi, una sciarpa leopardata, un paio di guanti metallizzati..
    Ah e infine, calcola anche i due colori per eccellenza di quest'anno, io avevo paura ad indossarli e invece mi sento mio agio: bordeaux e blu elettrico!

    bacissimo

    RispondiElimina
  44. Ti seguo praticamente da SEMPRE e la cosa che mi sono sempre chiesta è.. perchè con il fisico che hai non mostri mai mai mai le gambe? Il consiglio che ti darei (sembro carla in macometivesti) è di giocare con le dimensioni. Se metti un maxipull indossa sotto una mini strizzatissima. Se ti va di mettere un jeans metti su una t-shirt che gioca con le trasparenze e con profonde scollature. Lascia un po' da parte colletti e stivaletti. Rivolgi la tua attenzione a capi sagomati e scarpe alte che richiamano irrimediabilmente femminilità. Ti sosteniamo a distanza, ce la puoi fare! :D

    RispondiElimina
  45. Grande Lucrezia, ottimi consigli grazie!
    Alexa: ho le gambe corte e non troppo slanciate purtroppo... però per tutto il resto hai ragionissimo, grazie :)

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB