13 settembre 2013

All Saints S/S 2014

Mi è sempre piaciuto il marchio Allsaints, sia nei capi da donna che in quelli da uomo, per le giacche di pelle, le sete lavate dei suoi abitini e la palette di colori molto nelle mie corde. Il mio ragazzo l'aveva capito, perché un giorno, nei primi tempi in cui ci frequentavamo, cercò di impressionarmi chiedendomi dove stava la boutique a Milano ( e infatti rimasi impressionata, che ragazzo di gusto! Haha). Sono appena usciti i lookbook della prossima collezione estiva, e anche se il marchio sta sempre in territorio sicuro, ci sono vari look che mi piacciono. 










.











Belli i pantaloni morbidi in seta, il chiodo minimal, il blazer lungo sopra l'abito e la camicia in pelle a maniche corte. Meno belle le scarpe con ghetta.

Per aprire un'altra parentesi, ho mostrato il lookbook al mio ragazzo che si è lamentato per i look troppo gay-friendly. Dice che spesso i bei marchi di moda (Prada, Jil Sander, per non parlare di marchi meno minimal) propongono look appunto, "alla moda", che però oggigiorno si traduce in "gay-friendly". 
Per intenderci, cose sicuramente molto belle da vedere in passerella, troppo stravaganti forse per la vita comune, oppure troppo androgine, poco mascoline. Avete notato anche voi questa tendenza, ultimamente?


10 commenti:

  1. belli i look(piu' quelli femminili),io ho abitato a londra x un po' quindi questa catena l'ho vista dal vivo ampiamente, ma è decisamente sbilanciata come rapporto qualità prezzo, non è un granchè nella realtà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me invece no, anche io sono andata in negozio varie volte e mi è sembrato tutto di qualità

      Elimina
  2. All Saints ha dei bei capi e di buona qualità. Noto che per alcune cose i prezzi non sono proprio a buon mercato, ma ci può stare.
    Detto questo, credo che il tuo ragazzo non abbia tutti i torti. In generale, capita spesso di vedere le vetrine di grandi nomi invasi da manichini che propongono un look troppo androgino, sia nelle fantasie che nelle misure.

    RispondiElimina
  3. Bella collezione però, sì, quella da uomo anche secondo me è poco portabile.

    http://solocosesemplici.blogspot.it/

    RispondiElimina
  4. Mihele ha sicuramente ragione, ma in questo caso specifico di all saints (è sempre piaciuto molto anche a me, ma è un po' fuori dalla mia portata), trovo che i lookbook maschili siano portabilissimi, ci vedo poco di gay-friendly in questo caso. Sarà che i modelli proposti nelle sfilate e nelle campagne pubblicitarie sono spesso molto poco virili, c'è questa tendenza a mostrare tutti come gay, anche se magari l'abbigliamento in sé non ha nulla di androgino..
    Hai visto il fall2013 di acne uomo o quello di phillip lim?! Quello sì che è gay-friendly, altroché all saints!!

    baci
    nèna

    RispondiElimina
  5. è una tendenza che ho notato anche io,ma mi piace,molto,quindi ne sono solo contenta!
    comunque,cole mohr vale l'intero lookbook.

    RispondiElimina
  6. Da un punto di vista puramente estetico preferisco la collezione uomo, però concordo con voi: tutto decisamente poco portabile se non vuoi passare per eccentrico o per gay!
    Ho molti amici maschi che hanno notato, come me, la piega che sta prendendo la moda: si cerca di rendere tutto ben poco virile e plausibile per i look di tutti i giorni, e questo accade nelle grandi firme come nella catena più o meno cheap. direi che le vetrine di zara uomo in corso vittorio emanuele sono emblematiche!

    c

    RispondiElimina
  7. All Saints è tutto ciò che metterei sempre sempre.<3
    i prezzi mmmmm...
    Giobi

    RispondiElimina
  8. A Milano esiste qualche negozio (anche se non monomarca)?

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB