10 marzo 2014

Recap Favorite looks pt 2

Dopo la prima parte, recap dei miei look favoriti dalle passerelle di Parigi



Valentino: come non menzionare l'uscita finale, un abito con decori preziosissimi come usciti da un foglio su cui abbiamo scribacchiato mentre siamo al telefono, pieno di cuori, animaletti, fiori e stelle.


Collezioni come quella di Valentino meritano di essere viste dal vivo, le foto non rendono assolutamente giustizia ai decori finissimi di questi abiti, al confine tra Prét-à-Porter e Couture. Per esempio, avevate notato l'unicorno e gli animali su questo abito?
Unico appunto: la noia di trucco e parrucco... non vedo perché ingaggiare Guido Palau e Path McGrath se poi è tutto sempre uguale e banale




Adatta per la vita di tutti i giorni ma allo stesso tempo raffinatissima l'intera sfilata di Hermès, un vero piacere per gli occhi. Posso solo immaginare il taglio perfetto di quei cappotti, come scivolano bene sul corpo quei bellissimi little grey dresses con morbide pieghe e quei tailleur oversized... veramente un sogno 


Fantastico il trucco sci-fi da Rodarte (non posso usare lo stesso aggettivo per la collezione)



Futuristiche e un misto tra pumps e suola di sneakers le scarpe di Dior (preferisco la versione bassa). Saranno comode, oltre che strane (in senso buono)?


E geniale il dettaglio sul retro del cappotto di astrakan



Bellissima camicia Elie Saab



Indosserei volentieri anche gli abiti di Stella McCartney con dettagli di frange, sexy ma insoliti


Kendall Jenner ha sfilato per Givenchy dopo Marc Jacobs, e poi addirittura per Chanel. Ovviamente di bei faccini come il suo ce ne sono a milioni, di sicuro il cognome Kardashian le ha dato una spinta in più, che dite? La sfilata non è stata una delle mie preferite, e non so bene cosa pensare di quei dettagli sulla fronte...



Passiamo a Chanel. Mon Dieu, la location! Semplicemente geniale la riproduzione di un supermercato come set della sfilata Fall/Winter della Maison, a rappresentare il carattere consumista della moda (sai che news). Più che i vestiti mi hanno colpita i Dettagli, gli accessori e tutti i prodotti (qui) nelle corsie  del finto supermercato, completamente personalizzati con richiami al mondo di Chanel. 
Non oso pensare a quanti poveri stagisti abbiano dovuto ricorrere per preparare il tutto 

Set a parte, la collezione non mi è piaciuta molto. Ma diciamolo (tanto non verrò mai invitata ad un loro defilé), Chanel NON MI PIACE MAI. Trovo il design antiquato (perché sempre questi echi anni '80??) , gli stessi elementi si ripetono stagione dopo stagione, troppi  look senza un filo conduttore. Salvo questo spolverino di paillettes e poco altro.


Le sneakers sono oscene,


le sneakers/stivale ancora di più,


Ma il vero tocco di orrore lo abbiamo raggiunto con il look di Cara, una tuta con buchi. WOW, AMAZING!
Non menziono nemmeno le code di cavallo sulle modelle con simil rasta e l'eyeliner verde fosforescente perché non ce la faccio


Detto ciò, è chiaro che Chanel è sempre Chanel, e non avrei certo disdegnato un tappetino firmato per il mio ingresso...


Secondo premio per l'allestimento ad Iris Van Herpen, meno instagrammata ma non meno interessante, che mette le modelle sotto vuoto, addirittura con un tubo per farle respirare.



Menzione speciale per questi stivaletti rosa in satin di Miu Miu (vi ho già parlato della mia recente ossessione per il rosa e della mia ferma volontà di comprare questi mules di Sportmax). 
Ho solo qualche dubbio rispetto al tacco storto... sarà comodo?


Perfetta per me anche la borsa, con una tracolla che sembra allungabile (GRAZIEMIUCCIA, ci vuole tanto a farlo per tutte le borse?? Lancio un appello, facciamo una petizione, non so)


Di mio gradimento anche le pettinature un po' 60's (bella l'idea del ciuffo davanti all'orecchio) e gli occhiali da sole









Dopo un'attesa spasmodica, è finalmente arrivato il momento di Louis Vuitton by Ghesquière, che apre la sfilata con Freja (quanto tempo!!) e continua con look di certo non over the top. 
Se devo essere sincera mi aspettavo un po' di più da lui ma immagino volesse restare sul sicuro, per la prima collezione. I look sono tutti molto lineari, gonne ad A, abiti a trapezio, cappottini... niente che faccia urlare al miracolo, insomma. Bellissimi i top con scollo profondo a V, il cappotto in coccodrillo e i pantaloni in pvc indossati come se niente fosse sotto una giacca super casual, della serie "si, vado al lavoro così, problemi?"
Super carine anche le borse, ispirate ai bauli classici (alcune sono proprio piccoli bauletti, addirittura con le custodie) e i tacchi, bassi ma raffinati (quegli stivaletti in coccodrillo: sogno o son desta??)

In generale comunque i miei look preferiti in assoluto vengono dalla sfilata di Simone Rochas (specialmente il secondo da sinistra!)


che ci volete fare, sotto sotto sono una romantica (in nero però)

E qui finisce il mese della moda, un vero sollievo per me che non devo più rosicare guardando bellissime ragazze benvestite svolazzare da show a feste per le capitali della moda.
Che brutta bestia, l'invidia :)

Buon Lunedì!! Domani commenti sullo streetstyle :)


immagini via Style.com e Nowfashion


4 commenti:

  1. dopo il primo vestito di valentino col cuore potevi anche non postare tutte quelle altre foto. non ho mai visto niente di più meraviglioso! beata te che lavori lì

    RispondiElimina
  2. Ciao! Quante cose carine tutte insieme! (A parte Chanel, hai ragione, secondo me anche più brutta del solito...). Ti chiedo una cosa: sai se a Pr fanno dei corsi di cucito seri? Grazie in anticipo
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, no non saprei! Quello che ho fatto io non c'è più

      Elimina
  3. il primo vestito sinceramente non mi piace
    non capisco il cappotto di Chanel,è fatto con un tweed che sembra appositamente consumato? anche il taglio del cappotto non mi sembra bello

    RispondiElimina



GRAZIE MILLE PER LA VISITA, TORNA PRESTO!



THANK YOU SO MUCH FOR VISITING, COME BACK SOON!

© ROCK 'N' FIOCC 2013 | DESIGN by FNB